Stratasys e Innovation Farm insieme per la formazione nella stampa 3D

Condividi

Lo scorso 10 gennaio Stratasys ha annunciato di aver avviato una collaborazione con il consorzio di formazione Innovation Farm per fornire competenze didattiche e tecniche incentrate sulla stampa 3D e sulla produzione additiva (AM). L’accordo fa quindi di Stratasys il primo ed esclusivo fornitore di soluzioni per la produzione additiva a entrare a far parte della rete di partner di Innovation Farm. Fondato nel 2016 e con sede a Fornovo (Parma), il consorzio Innovation Farm è stato costituito per affrontare e dare risposta al problema della carenza di manodopera qualificata sul territorio, sia per le aziende pubbliche che per quelle private.

Attualmente ha un consiglio di amministrazione che comprende sei aziende associate e diversi partner, tra cui Bercella, Dallara e Lincotek. Inoltre, per sviluppare i suoi programmi di formazione si avvale di una rete più ampia, che comprende Experis, Manpower, Cisita Parma e ITS Maker. Oltre a focalizzarsi sulla stampa 3D, la scuderia tecnologica di Innovation Farm abbraccia anche la progettazione CAD/CAM e la lavorazione CNC, mentre la robotica rientra nella sua visione a lungo termine.

Una formazione essenziale per il manifatturiero italiano

Il consorzio Innovation Farm si propone di migliorare la capacità ricettiva del mercato del lavoro locale elevando la qualità dell’istruzione e della formazione in termini di competenze tecniche e trasversali

Questa iniziativa mira a offrire una formazione specializzata per dotare gli studenti delle scuole superiori e degli istituti professionali, nonché le persone disoccupate, delle competenze richieste dalle aziende manifatturiere locali. Le stesse aziende possono accedere direttamente ai corsi di formazione per i propri dipendenti.

La collaborazione vedrà Stratasys operare a stretto contatto con il team di Innovation Farm per definire e gestire corsi dedicati e personalizzati in base alle esigenze di ciascun gruppo. Per le scuole, questo comprenderà attività formative sulle tecnologie di stampa 3D PolyJet ed FDM di Stratasys, oltre a corsi orientati alla progettazione di parti specifiche per il processo di produzione AM. Il programma di formazione di Stratasys sarà caratterizzato anche da altri contenuti specialistici, di livello più avanzato, rivolti agli studenti dell’istruzione superiore, nonché workshop per dimostrare le capacità della stampa 3D direttamente alle aziende manifatturiere locali.

I commenti dei partner del progetto

La strategia di Innovation Farm è incentrata su tecnologie innovative come la produzione additiva e la robotica, che stanno trasformando le attività di progettazione e di produzione

“L’obiettivo di Innovation Farm è quello di migliorare la capacità ricettiva del mercato lavorativo locale, elevando la qualità dell’istruzione e della formazione per quelle competenze tecniche e trasversali che sono sempre più richieste nel mondo professionale di oggi”, ha spiegato Franco Bercella, fondatore e partner di Innovation Farm, nonché presidente della società Bercella. “Uno degli aspetti principali è la trasmissione di conoscenze attraverso esperti qualificati, in grado di promuovere lo sviluppo e la diffusione di nuove tecnologie avanzate. In qualità di leader riconosciuto nel settore della stampa 3D, Stratasys è il partner perfetto per potenziare in modo significativo la nostra capacità di raggiungere tali obiettivi”.

“La produzione additiva si conferma come una tecnologia riconosciuta e collaudata, che sta trasformando le funzioni di progettazione e produzione di aziende piccole e grandi”, ha aggiunto Fabio Boiocchi, marketing manager per l’Italia di Stratasys. “Trattandosi di uno strumento di vitale importanza per i produttori, la comprensione delle diverse tecnologie e applicazioni della stampa 3D è indispensabile per chi intende utilizzarle direttamente e sfruttarne i numerosi vantaggi. Siamo felici di poter supportare questo importante sforzo di Innovation Farm, che si propone di fornire le conoscenze e le competenze necessarie ad alimentare il cuore pulsante della nostra industria manifatturiera, sia oggi che in futuro”, ha concluso Boiocchi.

Secondo Giulia Carbognani, coordinatrice del progetto, a testimonianza del successo del programma di Innovation Farm, l’85% di coloro che usufruiscono dei corsi di formazione trova immediatamente un impiego.


Sfoglia la rivista

  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024
  • n.8 - Novembre 2023


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Componenti

Rondelle di contrasto e ugelli stampati in 3D

Con Monolith® ed Energy Blocker®, Ermanno Balzi (stand C42, pad. 36, alla fiera Mecspe) presenta due prodotti di spicco dell’azienda tedesca Witosa, di cui è

Ausiliari

Soluzioni di successo per i tubi da drenaggio

Nota a livello internazionale per la produzione d’impianti per profili in plastica, dal 2012 Baruffaldi Plastic Technology progetta e costruisce anche macchine di fine linea