Resine per una nuova generazione di batterie per auto elettriche

Condividi

La corsa alle batterie light è in pieno svolgimento. Le aziende consorziate sotto il marchio Vestaro hanno sviluppato una nuova generazione di pacchetti batterie per veicoli elettrici (BEV), il sistema Pure Performance Battery (PBB). Una di queste, Lorenz Kunststofftechnik, ha prodotto l’anno scorso con tecnologia Sheet Molding Compound (SMC) una cover in fibra di vetro e resina epossidica Vestalite S di Evonik. Oltre a un alleggerimento del 10% rispetto alla sua omologa in metallo, la soluzione permette una maggior libertà di configurazione interna.

Il componente, lanciato all’inizio del 2021, è stato ulteriormente migliorato grazie all’apporto delle competenze un nuovo consociato – il Tier One Minth – che ha affrontato due sfide importanti per i pacchi batterie: l’uso a basso impatto e l’integrazione nel veicolo. La soluzione sviluppata ottimizza la resistenza all’impatto del supporto inferiore grazie a una struttura sandwich in alluminio che permette di eliminare gli elementi laterali che proteggono la batteria dalla deformazione, liberando spazio per un maggior numero di celle e portando la capacità totale a 75 kWh.

«Gli agenti polimerizzanti Vestalite conferiscono alla nuova cover una grande sicurezza in termini di resistenza al fuoco e alla rottura» sottolinea Sebastian de Nardo, direttore marketing della divisione Adesivi e Compositi di Evonik. Progettata e validata con lo strumento di sviluppo delle strutture di pianali BEV ideato da Forward Engineering, Pure Performance Battery misura circa 2,1 metri di lunghezza e 1,58 metri in larghezza, ha uno spessore di 15-22 centimetri e si adatta a diverse tipologie di veicoli. Il design semi-integrale permette di posizionare i singoli moduli in maniera flessibile. Lo stampaggio SMC crea in un unico step di processo geometrie complesse che soddisfano i differenti standard prestazionali previsti per i veicoli elettrici dalle normative regionali e nazionali. PBB è basata sul sistema Light Battery di Lion Smart con carica superveloce: 13 minuti a 200 kW, ma il target è di ridurre il tempo di carica a meno di dieci minuti. Infine, la cover è progettata per essere facilmente rimossa, fornendo accesso ai moduli batteria e alle periferiche a fine vita può rinascere in nuovi prodotti grazie alla tecnologia di riciclaggio di Lorenz Kunststofftechnik.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Ausiliari

Lati e Maag, insieme per crescere

Per decenni Lati ha prodotto e lavorato le materie termoplastiche ad alte prestazioni con macchine di sviluppo e produzione proprie. Successivamente si è affidata sempre

Congresso delle Materie Plastiche 2024

Compound su misura e sostenibili per l’automotive

Il settore automotive sta attraversando un periodo di cambiamento profondo nella progettazione e nello sviluppo di nuovi veicoli, condizionato prevalentemente dall’introduzione di nuove tecnologie di

Ambiente

Ambiente: un futuro oltre ai PFAS

Sintetizzate per la prima volta negli Anni Trenta, le sostanze per e poli fluoroalchiliche si sono sviluppate negli Anni Cinquanta e Sessanta per poi invadere