Bioplastiche compostabili per vaschette termolaminate e capsule del caffè

Condividi

All’edizione 2024 di Marca (Bologna, 16-17 gennaio), manifestazione fieristica della Distribuzione Moderna Organizzata (DMO), Novamont ha presentato il frutto della sua attività di ricerca e sviluppo sui materiali compostabili Mater-Bi, da utilizzare per la produzione di vaschette alimentari e capsule per il caffè.

Con i nuovi gradi di Mater-Bi sarà possibile realizzare film per la termolaminazione (liner) e la termosaldatura di vaschette alimentari in cellulosa con un minore impatto ambientale e molteplici performance tecniche: impermeabilizzazione del contenitore (senza l’utilizzo di PFAS), termoresistenza, barriera ai gas per confezionamento in atmosfera modificata e shelf-life prolungata, apertura facilitata, compostabilità industriale e domestica, riciclabilità nella filiera della carta.

I nuovi gradi di Mater-Bi consentono di produrre film per vaschette in cellulosa termolaminate con compostabilità industriale e domestica

Inoltre, grazie alla collaborazione con G. Mondini –  importante azienda produttrice di macchine e linee complete per il confezionamento alimentare – Novamont può offrire all’industria alimentare soluzioni d’imballaggio su misura e un pacchetto di servizi aggiuntivi quali, per esempio: sviluppo dei manufatti, prove di validazione tecnica, valutazione delle performance ambientali, test di compostabilità secondo la norma EN 13432 e strumenti per la comunicazione ambientale.

I nuovi gradi di Mater-Bi consentono la produzione di varie tipologie di capsule compostabili, con tre tecnologie di trasformazione (stampaggio a iniezione, termoformatura e termolaminazione) e diversi livelli di barriera all’ossigeno, in grado di rispondere alle differenti esigenze del mercato. Inoltre, le capsule in polpa di cellulosa termolaminata con film (liner) sono riciclabili anche in compostaggio domestico.

“Novamont è impegnata da sempre nello sviluppo di prodotti biodegradabili e compostabili”, dichiara Alberto Castellanza, direttore Markets and Products Development di Novamont. “Ciò si concretizza da un lato attraverso investimenti in ricerca e innovazione e, dall’altro, mediante la creazione di una filiera industriale altamente tecnologica, in una logica di partnership per offrire soluzioni concrete nel campo dell’imballaggio alimentare”.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare