Fluidità di esercizio in fase di estrazione con i cannocchiali Nostep di Pedrotti

A volte gli stampi, specie quelli di grandi dimensioni, per un funzionamento corretto richiedono lunghe corse di estrazione. I cannocchiali standard, tuttavia, non possono garantire lunghe corse a causa della limitata lunghezza di guida. Se la spina all’interno del cannocchiale superasse il limite di guida, diventerebbe impossibile farla rientrare nel foro guidato. Ecco perché i progettisti spesso chiedono cannocchiali con guida maggiorata. Questa soluzione, però, non solo è costosa ma può anche compromettere lo stampo durante il funzionamento a causa dell’elevato attrito generato da una guida estremamente lunga.

Gli espulsori a cannocchiale Nostep proposti da Pedrotti rappresentano la soluzione giusta ed economica. Sono caratterizzati da una connessione estremamente liscia tra il foro di scarico e il foro di guida della spina. Il raggio evita qualsiasi interferenza o inceppamento della spina contro il foro di scarico del cannocchiale. Quando la spina, durante l’estrazione, esce dalla parte guidata, il rientro è garantito dall’invito raggiato, mentre la superficie estremamente liscia, priva di imperfezioni, evita danni alle superfici del profilo.

I vantaggi di questa soluzione sono tanto più apprezzabili quando la spina è sottile e lunga, e quindi più soggetta a flessione o al gioco fra le sedi e il cannocchiale. L’impiego di questo cannocchiale offre un altro vantaggio significativo. Durante l’assemblaggio dello stampo, l’inserimento delle spine nel cannocchiale è davvero semplice: basta infatti spingere i perni, che troveranno facilmente posto grazie alla funzionalità autocentrante garantita dal processo Nostep, e quindi consentendo risparmio di tempo e facilità d’uso.

Per essere efficace, il prodotto deve essere costruito con grande attenzione alla qualità, a partire dalla scelta degli acciai fino alla finitura delle superfici. Per questa ragione, Pedrotti effettua al proprio interno ogni fase di produzione: dalla tornitura dell’acciaio grezzo al trattamento termico, dalla lappatura delle superfici interne fino al controllo manuale di ogni singolo pezzo.