Un’unica tecnologia, ma infinite soluzioni di stampaggio

Condividi

Fondata nel 1960 e con quartier generale a Gambellara (Vicenza), Plastic Metal è oggi nota soprattutto per la propria tecnologia Multipower, che è alla base di una gamma innovativa di presse a iniezione realizzate per soddisfare in maniera ottimale le molteplici situazioni di stampaggio. All’interno della gamma Multipower coesistono vari modelli con sistema di chiusura a ginocchiera a 5 punti, dall’ibrido “SP” con servopompa alle diverse combinazioni di modelli ibridi “H” e “HE” con accumulatori, fino al modello “Multi-Injection” per iniezioni multiple, nonché il modello “DUO” per le presse con chiusura a due piani. Completa la linea la pressa “Elettryka”, con tutti i movimenti azionati elettricamente.

Alla recente esposizione Plast (Fiera Milano, 5-8 settembre 2023), Plastic Metal si è presentata con lo slogan “una tecnologia, infinite soluzioni”, poiché le presse Multipower sono sempre più versatili e capaci di implementare processi differenti, quali la coiniezione e la lavorazione di materiali innovativi. Per questa occasione Plastic Metal ha presentato due isole di stampaggio complete di ultima generazione.

Macchina ibrida per un elevato risparmio energetico

La Multipower SP 120 esposta nello stand di Plastic Metal alla fiera Plast 2023

Allestita con una pressa modello Multipower SP 120, da 120 t e con sistema di chiusura a ginocchiera,la prima isola di stampaggio era dedicata alla produzione di un coperchio per bicchiere da asporto in PP con peso di 6,2 g, diametro di 90 mm e spessore di 0,35 mm. Il tutto con un tempo ciclo di 3,6 secondi. La pressa era equipaggiata con un nastro trasportatore da tunnel con copertura in policarbonato Lexan, il quale scaricava i coperchi in un granulatore per la loro macinazione.

Multipower SP coniuga alte prestazioni con risparmio energetico, costi contenuti e affidabilità, oltre a semplificare le ordinarie operazioni di manutenzione. Il sistema SP con servopompa consente un funzionamento delle presse idrauliche particolarmente efficiente dal punto di vista energetico. Il driver di comando del servomotore a velocità variabile regola i parametri di pressione e portata dell’impianto per ottenere la giusta quantità di olio per ogni movimento in esecuzione. La parzializzazione della potenza utilizzata porta fino allo spegnimento totale del motore nelle fasi statiche del ciclo produttivo e ciò comporta un risparmio di energia fino al 50-60%, soprattutto nei processi con lunghi tempi di raffreddamento.

Grazie all’elevata efficienza del sistema, anche il raffreddamento dell’impianto idraulico è gestito a livello ottimale, evitando il surriscaldamento dell’olio.

Stampaggio di vasi da fiori in polipropilene

Uno dei vasi in polipropilene, del peso di 1025 g, stampati sulla Multipower Duo SP 800

Per la seconda isola di stampaggio è stata utilizzata una pressa modello Multipower Duo SP 800 (nella foto d’apertura, ndr), da 800 t e con sistema di chiusura a due piani, per la produzione di vasi da fiori decorativi in PP dal peso di 1025 g e di dimensioni pari a 350 mm (diametro) x 450 mm (altezza). La macchina era equipaggiata con un robot per lo scarico dei vasi su un nastro trasportatore speciale, con gabbia di protezione. Il tempo di ciclo era di circa 55 secondi, per una produzione di circa 65 pezzi/ora.

In questo modello il piano mobile scorre sul basamento grazie a pattini a ricircolo di rulli su guide lineari, mentre sulle quattro colonne agiscono altrettanti pistoni di trazione per l’effettuazione del tonnellaggio. Tali pistoni sono comandati da una servopompa dedicata, che controlla e modula il movimento nella fase di apertura e chiusura fino allo spegnimento totale del motore, al termine del movimento. Il movimento di rotazione della vite è elettrico, ad alto rendimento e a elevato risparmio energetico.

L’area dedicata alla coiniezione

Per quanto riguarda le novità in ambito di economia circolare e innovazione sostenibile, presso lo stand Plastic Metal era presente un’area dedicata alla coiniezione: un processo tecnologico all’avanguardia che rappresenta la sintesi ottimale tra l’esigenza di ottenere soluzioni produttive economicamente vantaggiose e la salvaguardia dell’ambiente.

Il costruttore veneto vanta più di 25 anni di esperienza nella coiniezione e, grazie ai recenti sviluppi tecnologici implementati sulle presse Multipower “Multi-Injection”, è oggi possibile ottenere un notevole recupero del materiale di scarto in un’ottica di economia circolare, ridotto impatto ambientale e minori costi di produzione. Al Plast sono state esposte differenti tipologie di prodotti, ottenuti utilizzando fino al 65% di materiale riciclato mediante diverse tecniche di stampaggio con presse multiiniezione.

La sinergia con Fratelli Virginio

Durante l’esposizione milanese, nello stand era presente anche un’area dedicata a F.lli Virginio, azienda con più di 40 anni d’esperienza e parte di NPM Group, che, oltre a fornire le automazioni e gli accessori utilizzati per equipaggiare i due impianti allestiti in fiera (come nastri trasportatori, alimentatori, “dosamaster”, miscelatori e granulatori), ha esposto tre ulteriori nastri trasportatori con speciali configurazioni ed altri accessori. La collaborazione infragruppo tra Plastic Metal e F.lli Virginio e la sinergia con partner qualificati consente di offrire agli stampatori anche impianti completi chiavi in mano.


Sfoglia la rivista

  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024
  • n.8 - Novembre 2023


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Componenti

Rondelle di contrasto e ugelli stampati in 3D

Con Monolith® ed Energy Blocker®, Ermanno Balzi (stand C42, pad. 36, alla fiera Mecspe) presenta due prodotti di spicco dell’azienda tedesca Witosa, di cui è

Ausiliari

Soluzioni di successo per i tubi da drenaggio

Nota a livello internazionale per la produzione d’impianti per profili in plastica, dal 2012 Baruffaldi Plastic Technology progetta e costruisce anche macchine di fine linea