Tecnopolimeri e poliolefine per la moderna industria elettrica ed elettronica

Con l’obiettivo di affrontare in modo innovativo le sfide poste dall’odierna industria elettrica ed elettronica (E&E), il colosso della chimica Sabic ha presentato un’ampia gamma di soluzioni tecnologiche e di materiali avanzati alla recente fiera K 2022, dimostrando la possibilità di combinare eccezionale sostenibilità e straordinarie proprietà di durata ed estetiche.

Dato il bisogno sempre crescente di energia, è fondamentale gestire in modo efficace ed efficiente questa preziosa risorsa. Negli anni a venire l’energia solare e quella eolica dovranno essere convertite e trasportate sempre di più attraverso la rete energetica. I componenti di questa filiera per l’accumulo e la distribuzione di energia, come contatori intelligenti, connettori e sistemi d’accumulo, vengono prodotti utilizzando proprio materiali termoplastici che offrono le necessarie proprietà meccaniche ed elettriche, come la possibilità di realizzare pareti sottili e l’autoestinguenza.

La prevista crescita dei veicoli elettrici (EV) richiederà inoltre un aumento del numero di caricabatterie domestici e pubblici, con la probabile sostituzione degli attuali caricabatterie pubblici in metallo con quelli in tecnopolimeri (ETP) caratterizzati da elevata resistenza all’urto alle basse temperature e da un’ampia possibilità di design.

Nel settore illuminotecnico, poi, Sabic offre un’ampia gamma di materiali ad alte prestazioni per i diodi a emissione luminosa (LED), che possono aiutare a migliorare il design e l’estetica dei sistemi per l’illuminazione, oltre a prolungarne la vita utile, aumentarne la sostenibilità e migliorarne il rapporto costo/efficacia rispetto a quelli in metallo. Infine, la domanda sempre crescente di telecomunicazioni – con 5G, terminali di rete ottica e router wifi – richiede un’ampia gamma di materiali con proprietà su misura per questo settore.

Modulo stazionario per l’accumulo d’energia realizzato in tecnopolimeri e poliolefine di Sabic meccanicamente resistenti e autoestinguenti

Ecco riportato, di seguito, un elenco delle soluzioni più interessanti per l’E&E presentate da Sabic alla fiera K 2022, suddivise per settore d’applicazione.

 

 

Immagazzinamento e distribuzione di energia

L’incremento dell’utilizzo di energie rinnovabili richiede una capacità di stoccaggio dell’energia a lungo termine. Come parte del percorso di transizione energetica, le soluzioni dovranno consentire la riduzione delle emissioni di anidride carbonica generate dall’energia e mitigare il cambiamento climatico.

Sviluppate congiuntamente da Sabic e da Advanced Energy Storage Systems Investment Company (joint venture saudita tra Schmid Group e Nusaned Investment), le nuove batterie redox al vanadio Everflow impiegano per esempio HDPE ed LLDPE di Sabic rispettivamente nelle pile delle batterie e nei serbatoi dell’elettrolito.

L’offerta di ETP e PP di Sabic comprende poi una serie di materiali meccanicamente resistenti e autoestinguenti (FR, flame retarded) che possono consentire una seconda vita alle celle di batteria usate, riutilizzandole per l’accumulo di energia per uso domestico e contribuendo alla costruzione di un’economia circolare.

Il tecnopolimero Valox è stato utilizzato per questo nuovo connettore elettro-voltaico ad alta tensione, colorato necessariamente in arancione Signal

Utilizzato per un nuovo connettore elettro-voltaico ad alta tensione, il tecnopolimero Valox (PBT) combina invece le proprietà di resistenza all’alta tensione con le caratteristiche di colorabilità e quindi di personalizzazione, ad esempio con l’arancione Signal: un requisito essenziale in questo segmento industriale. I contatori elettrici intelligenti sono un componente critico, in quanto forniscono alla rete un feedback in tempo reale. La resina Lexan FR viene utilizzata per l’alloggiamento del contatore elettrico intelligente multi-energia Sagemcom T211, combinando proprietà meccaniche, termiche e antifiamma essenziali.

 

Infrastrutture di ricarica per EV

Con la tendenza globale all’elettrificazione, c’è una crescente domanda di infrastrutture di ricarica dedicate e affidabili, per contribuire a promuovere l’adozione dei veicoli elettrici (EV) da parte dei consumatori.

Le innovative soluzioni plastiche di Sabic possono tipicamente offrire vantaggi nella progettazione e nell’ottimizzazione dei costi rispetto ai metalli. Questi materiali ignifughi, che consentono l’ottenimento di parti dell’alloggiamento con una gradevole estetica e che possiedono elevate caratteristiche meccaniche per le parti interne e strutturali, possono contribuire a creare apparecchiature sicure e durature, contribuendo all’espansione delle infrastrutture di ricarica per EV poste in ambienti esterni. PP ed ETP di Sabic sono utilizzati, ad esempio, per l’alloggiamento esterno, il telaio e le parti interne.

Le soluzioni poliolefiniche e i tecnopolimeri (ETP) di Sabic possono essere utilizzati in tutta la filiera dell’energia, dal fotovoltaico alle infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici (come quella in foto)

 

L’alloggiamento del caricabatterie Enycharge di Hensel doveva invece essere resistente alle intemperie (raggi UV), robusto per l’utilizzo all’aperto (grado di protezione: IP 65) e soddisfare le certificazioni del settore (autoestinguenza). La resina Lexan PC FR è stata quindi utilizzata per l’alloggiamento della scatola a muro, consentendo di ottimizzarne il design e mostrando buone prestazioni di duttilità e infiammabilità.

La resina Valox FR è stata infine usata per il cavo di ricarica EV tipo Mode 2 di Mennekes. Le soluzioni ETP come questa sono in grado di fornire eccellenti prestazioni antiurto, resistenza agli agenti atmosferici e agli agenti chimici, contribuendo a creare apparecchiature di ricarica sicure e durature.

 

Illuminazione

I LED richiedono materiali che permettano di distribuire la luce in modo uniforme ed energeticamente efficiente, contribuendo ai vantaggi offerti da queste sorgenti luminose.

La resina Lexan PC rinnovabile certificata ha consentito di progettare interamente in plastica l’apparecchiatura d’illuminazione per lo specchio smile di Elkamet/Regiolux. Facendo parte della gamma di soluzioni circolari Trucircle di Sabic, questo materiale ha permesso di ridurre l’impronta di carbonio fino al 73% per ogni kg di PC, a base di materie prime rinnovabili certificate.

Una resina Lexan LUX su misura è stata invece utilizzata per le parti traslucide dell’apparecchio d’illuminazione Signify Hue Iris, consentendo anche in questo caso la produzione di una soluzione completamente in plastica per il mercato privato.

 

Telecomunicazioni

I router wifi vengono ormai utilizzati in ogni casa e ufficio e i materiali di Sabic offrono ai clienti il giusto equilibrio di proprietà per innovare i loro dispositivi.

Ne è un esempio il tecnopolimero Cycolac, che è stato usato per produrre l’alloggiamento del router wifi Sagemcom F@st 5370 e che può soddisfare requisiti importanti, come la buona resistenza agli urti, la lavorabilità e la colorabilità.