Moretto a Mecspe: dai sistemi di deumidificazione “all-in-one” ai nuovi granulatori per materiali tecnici

Condividi

Il padiglione 36 di Mecspe, dedicato a plastica, gomma e compositi, vedrà Moretto (stand A30) tra i suoi principali espositori, a Bologna, dal 6 all’8 marzo 2024. Tanti i temi di discussione durante questa 22a edizione della fiera, in un mondo delle materie plastiche che sta affrontando profondi cambiamenti, dovuti al crescente utilizzo della digitalizzazione nello sviluppo di macchinari e processi fino al ruolo sempre più centrale ricoperto dall’uomo all’interno dell’ecosistema aziendale.

Deumidificatori dalle prestazioni superiori

La deumidificazione, in particolare, occupa un ruolo fondamentale ed è un segmento strategico per Moretto. Le soluzioni proposte nel corso degli anni sono state in grado di soddisfare anche i clienti più esigenti, combinando elevate performance tecniche con bassi consumi energetici. Questi requisiti trovano la loro massima espressione in X Comb (vedi foto d’apertura, ndr), l’ultimo nato nella gamma dei deumidificatori Moretto, che è in grado di fornire prestazioni superiori rispetto ad altri deumidificatori convenzionali, assicurando una produzione di altissima qualità.

Questo dispositivo si distingue per l’elevata efficienza energetica garantita ed è stato sviluppato specificatamente per il trattamento di piccole quantità di polimeri tecnici altamente igroscopici, risultando ideale per settori produttivi esigenti come il medicale, l’ottico e l’elettronico. Dal punto di vista tecnico, la funzione di regolazione automatica del flusso d’aria assicura un trattamento delicato e costante nel tempo, garantendo un dew point con rendimenti fino a -61°C, indipendentemente dalle condizioni ambientali esterne.

X Comb utilizza il turbocompressore di processo Hyper Flow, uno dei più efficienti del settore, progettato, sviluppato e prodotto in esclusiva da Moretto. Ciò consente di ridurre i costi energetici, promuovendo una maggiore sostenibilità del processo e, in generale, aumentando la competitività sul mercato.

Sistema di trasporto a circuito chiuso

L’avanzato sistema di deumidificazione all-in-one CRX Mobilux

Un’altra soluzione unica ed esclusiva in termini di compattezza, flessibilità ed efficienza energetica è rappresentata da CRX Mobilux, sistema all-in-one di Moretto che integra in un’unica struttura le funzioni di trasporto e di trattamento del granulo plastico.

Questo dispositivo è composto da: deumidificatore X Dryer, tramoggia OTX, valvola DUO per la gestione contemporanea di due alimentatori, oltre che dal carrello CRX che, grazie alla disposizione con ruote pivottanti, facilita lo spostamento ove necessario.

Il sistema di trasporto di CRX Mobilux a circuito chiuso consente al granulo plastico di arrivare alla bocca della macchina trasformatrice nelle migliori condizioni possibili per essere trattato e permettere la realizzazione di un manufatto dall’elevata qualità tecnica ed estetica. A livello strutturale, CRX Mobilux dispone di tutti gli hardware e componenti essenziali, assicurando il corretto funzionamento della macchina fin dalla fase iniziale. Questa fornitura all-in-one non semplifica solo il processo d’installazione, ma è la chiave per un funzionamento senza intoppi fin dall’inizio.

Dosatori gravimetrici con maggiori funzionalità

Tra i processi che richiedono grande precisione per ottenere un prodotto di qualità, dal punto di vista tecnico ed estetico, rientra sicuramente il dosaggio. Moretto dispone di una gamma ampia e completa di dosatori gravimetrici e di recente ha apportato dei miglioramenti significativi alla serie DGM Gravix in termini tecnici e di funzionalità.

Il nuovo dosatore gravimetrico DGM Gravix 20, per il microdosaggio ad alta precisione di piccole percentuali di materiale

Il design della tramoggia ha visto un importante restyling che ha migliorato il flusso di caduta del granulo, assicurando una costante precisione nelle operazioni di dosaggio. Questa caratteristica si traduce in una maggiore affidabilità operativa e nella capacità di mantenere standard di precisione molto elevati. Il quadro elettrico è stato progettato con cura per migliorare l’ergonomia, l’impiantistica e l’accessibilità dei dispositivi di controllo.

Elemento esclusivo rimane il meccanismo a doppia palpebra presente nelle tramogge di pesatura, che permette un dosaggio regolare e di elevata qualità grazie a un tempo di reazione di appena 25 millisecondi, paragonabile a quello di un battito di ciglia. Inoltre, l’algoritmo operante sul Vibration Immunity System (VIS) permette di superare la sfida delle vibrazioni, consentendo l’installazione del dosatore non solo sopra a una pressa ad iniezione, ma anche su una soffiatrice, senza problemi di precisione.

Ultima novità nella gamma è l’introduzione di DGM Gravix 20, il nuovo dosatore gravimetrico a batch sviluppato specificatamente per il microdosaggio ad alta precisione di piccole percentuali di materiale. Costruito sul modello della serie Gravix, trova la sua applicazione ideale nel settore medicale, dove precisione e affidabilità sono requisiti fondamentali per rispettare gli elevati standard richiesti. La sua configurazione avviene tramite un comodo touch view ed è dotato delle connessioni Modbus RS485, USB ed Ethernet.

Un nuovo granulatore specifico per i tecnopolimeri

Uno dei modelli di GMK presentati durante l’ultima edizione della fiera Fakuma di Friedrichshafen, in Germania

Se deumidificazione e dosaggio ricoprono un ruolo chiave nel core business di Moretto, sta crescendo in modo importante anche il comparto dedicato alla granulazione. L’impegno per una riduzione significativa dei rifiuti e degli scarti nel processo produttivo richiede l’adozione di pratiche ecosostenibili e l’utilizzo di macchinari che favoriscano il riciclo e il riutilizzo delle risorse, promuovendo così un approccio più responsabile nei confronti dell’ambiente ma anche il contenimento dei costi per le aziende che mettono in pratica tali sistemi.

In questa prospettiva, lo sviluppo e il lancio sul mercato di GMK Kastor rispondono alla volontà di Moretto di offrire un granulatore in grado di trasformare e riutilizzare gli scarti, contribuendo così alla creazione di un ciclo produttivo sostenibile e circolare.

Proposto in tre diverse configurazioni, questo granulatore a bassa velocità è ottimale per il trattamento di materiali tecnici e si integra perfettamente accanto alla macchina trasformatrice, grazie al suo ridotto ingombro. La limitata produzione di polvere e la facile accessibilità alla camera di taglio agevolano le operazioni di pulizia e garantiscono un assoluto livello di sicurezza, offrendo all’utilizzatore una soluzione completa per soddisfare le proprie esigenze.

La necessità di interconnettere le macchine e gestire grandi quantità di dati generate negli stabilimenti ha spinto infine Moretto a sviluppare Mowis, una piattaforma softwareinterna per il controllo e la gestione dei processi nell’impianto di trasformazione. Questo strumento modulare e autoconfigurabile, utilizzabile sia in loco che da remoto, offre una connettività totale tra macchine, processi, reparti e impianti tramite il protocollo OPC-UA, permettendo una gestione ottimizzata e intuitiva dei sistemi complessi.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Ausiliari

Lati e Maag, insieme per crescere

Per decenni Lati ha prodotto e lavorato le materie termoplastiche ad alte prestazioni con macchine di sviluppo e produzione proprie. Successivamente si è affidata sempre

Congresso delle Materie Plastiche 2024

Compound su misura e sostenibili per l’automotive

Il settore automotive sta attraversando un periodo di cambiamento profondo nella progettazione e nello sviluppo di nuovi veicoli, condizionato prevalentemente dall’introduzione di nuove tecnologie di