Gruppo Fabbri si aggiudica il Global Bioplastics Award 2021

Quest’anno il Global Bioplastics Award, indetto da bioplastics Magazine, è stato assegnato al Gruppo Fabbri Vignola (Vignola, Italia) per Nature Fresh, la prima pellicola al mondo adatta al confezionamento alimentare sia manuale che automatico e certificata come compostabile domestica e compostabile industriale (EN 13432). A differenza delle edizioni precedenti, il premio non è stato assegnato da una giuria ma dai partecipanti alla 16esima European Bioplastics Conference di Berlino, che si è tenuta in modalità ibrida dal 30 novembre e il 1 dicembre.

Nature Fresh, realizzata con i polimeri compostabili ecoflex® ed ecovio® di BASF, è la prima della sua gamma a combinare una traspirabilità ottimale per una maggiore durata di conservazione degli alimenti freschi con elevata trasparenza e brillantezza, nonché eccellenti proprietà meccaniche per il confezionamento automatico: resistenza alla trazione, allungamento alla rottura, trasparenza ed estensibilità. L’anti-appannamento è paragonabile a quello delle pellicole tradizionali. Accanto a queste caratteristiche, Nature Fresh mostra anche una migliore velocità di trasmissione del vapore acqueo, fondamentale per un confezionamento ottimale che conservi la freschezza e le proprietà nutrizionali e organolettiche degli alimenti, contro lo spreco alimentare. La conservabilità dei funghi, ad esempio, può essere estesa a 5 volte, per la lattuga anche a 7 volte.

Nature Fresh può essere utilizzato in spessori minimi ed è stampabile con inchiostri compostabili. È approvato per il contatto alimentare secondo gli standard statunitensi ed europei e, non essendo utilizzati plastificanti, può confezionare qualsiasi tipo di alimento fresco, anche ad alto contenuto di grassi. «La messa a punto della pellicola ha richiesto cinque anni» ha dichiarato Stefano Mele, CEO del Gruppo Fabbri Vignola. «Nature Fresh è già stata prodotta in centinaia di tonnellate e decine di migliaia di bobine con milioni di confezioni già immesse sul mercato».

Michael Thielen, redattore ed editore di bioplastics Magazine, premia Stefano Mele, CEO del Gruppo Fabbri Vignola. Il trofeo è stampato in 3D  (Foto: B. Zabel)

Il secondo posto è andato alla ceca Refork per un nuovo materiale a base di segatura, scarto della lavorazione del legno e polimeri naturali PHB(V). Il primo prodotto iconico dell’azienda è una forchetta, ma sta già sviluppando uno spazzolino da denti da lanciare all’inizio del prossimo anno. Terza sul podio la conferenza bio!TOY, nominata in modo anonimo.

In bioplastica anche il trofeo, stampato in 3D da colorFabb di Belfeld (Paesi Bassi) con due diversi blend di PHA/PLA caricati con farina di legno o di pietra.