Visione potenziata dall’intelligenza artificiale

Condividi

Il leader dell’automazione B&R sta potenziando il suo portafoglio di smart camera con potenti funzionalità di deep learning sviluppate grazie all’intelligenza artificiale (AI). Una collaborazione a tre con lo specialista di software di visione artificiale MVTec e con la società specializzata in processori AI Hailo rende la fotocamera B&R un dispositivo edge potente ed efficiente.

Gli algoritmi di visione artificiale basati sul deep learning stanno aprendo nuove strade per migliorare la qualità, aumentare la produttività e prevenire gli sprechi, rendendo la produzione più flessibile. “La nostra collaborazione con MVTec offre ai costruttori di macchine l’accesso alla migliore selezione delle funzioni di visione più performanti in circolazione”, afferma l’esperto di visione artificiale di B&R, Andreas Waldl. “L’azienda è leader del settore sia nel deep learning che nei classici algoritmi basati su regole, due approcci complementari che svolgono ciascuno un ruolo essenziale nell’automazione delle macchine”.

Speed reader

Deep learning per la visione con intelligenza artificiale: B&R, MVTec e Hailo celebrano una collaborazione di successo

Il primo prodotto nato dal progetto è una funzione di riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) basata sul deep learning. Chiamata Deep OCR, raggiunge velocità di lettura straordinariamente elevate, anche su caratteri altrimenti difficili da riconoscere. “Da molti anni collaboriamo con B&R per sviluppare soluzioni di visione artificiale per quelle aziende che stabiliscono standard tecnologici, soprattutto per i sistemi embedded”, afferma Thomas Hopfner, product manager per le licenze e le interfacce di MVTec. “Questo obiettivo viene perseguito anche dalla nostra ultima collaborazione. Di conseguenza, i clienti possono beneficiare dei vantaggi della tecnologia di deep learning Deep OCR senza dover sacrificare le prestazioni”.

Vincitore TOPS/Watt

Gli algoritmi di deep learning ad alte prestazioni necessitano di un processore potente. Tuttavia, l’implementazione come dispositivo edge ha reso il consumo energetico un problema critico. I costruttori di macchine di oggi non hanno solo bisogno di velocità di calcolo, ma anche di efficienza energetica. Ed è qui che entra in gioco Hailo: oltre a prestazioni di prim’ordine, pari a 26 tera di operazioni al secondo (TOPS), gli acceleratori di inferenza dell’azienda richiedono anche un consumo energetico notevolmente ridotto. “Hailo ci aiuta a mettere velocità e intelligenza all’avanguardia proprio dove i nostri clienti ne hanno bisogno per le loro soluzioni di produzione più veloci e adattive”, afferma Waldl.

“Questo tipo di collaborazione è esattamente ciò che avevamo in mente quando abbiamo fondato Hailo”, afferma Orr Danon, CEO di Hailo. “La nuova telecamera B&R sfrutta l’acceleratore AI di Hailo con le migliori prestazioni e, in combinazione con i loro dispositivi edge all’avanguardia e gli algoritmi avanzati di machine learning di MVTec, stiamo definendo nuovi standard di prestazioni che miglioreranno la produttività e la qualità delle applicazioni industriali”.


Sfoglia la rivista

  • n.3 - Aprile 2024
  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Ambiente

PMI e sostenibilità, un passo alla volta

Le piccole e micro imprese sono consapevoli dell’importanza della sostenibilità, ma faticano a realizzarla perché disorientate. Per evitare perdite di tempo e risorse occorre muoversi con razionalità,

Ausiliari

Barra a dritta con New Aerodinamica

Una Pasqua indimenticabile per il team di New Aerodinamica, che, per celebrare i primi quarant’anni della sua avventura industriale, ha “salpato le ancore” per una