Talenti al lavoro: dal sapere al saper fare

Condividi

Il 13 dicembre 2023 la società CB Costruzioni Brescianini di Pogliano Milanese ha aperto le porte del proprio stabilimento ai “nuovi talenti” del secondo anno del Corso di Design e Tecnologie dei Materiali della Fondazione ITS JobsAcademy (JAC) di San Paolo d’Argon, Bergamo. Durante la mattinata gli studenti hanno avuto modo di osservare da vicino, all’interno di una realtà lavorativa dinamica e in continua evoluzione, come automazione, innovazione e digitalizzazione possano apportare numerosi vantaggi ai processi di stampaggio a iniezione delle materie plastiche.

L’entrata in stabilimento degli allievi della JAC per l’evento “Talenti al lavoro: dal sapere al saper fare”, patrocinato da API e TMP

Da 37 anni, infatti, CB Costruzioni Brescianini si occupa di progettare nuovi manufatti, che realizza nel suo reparto produttivo, e stampi che impiega sulle proprie presse a iniezione. Nel corso dell’ultimo decennio, questa realtà alle porte di Milano ha radicalmente trasformato i propri processi di stampaggio, inserendo i più moderni sistemi di trasporto, miscelazione e trattamento dei polimeri, telecamere sugli stampi per il rilevamento dei pezzi difettosi e un moderno sistema digitale per tracciare tutto il processo, monitorarne efficienza ed efficacia e supportare gli operatori nel controllo qualità.

I percorsi di ITS JobsAcademy nascono proprio con l’obiettivo di creare un link concreto tra il mondo del lavoro e i talenti di oggi e di domani. Più nello specifico, il percorso di Design e Tecnologie dei Materiali risponde alla crescente richiesta delle aziende operanti nel settore dei polimeri e delle nuove tecnologie produttive di poter contare su tecnici altamente specializzati, in grado di gestire produzione, controllo qualità, vendita, ma anche progettazione e prototipazione.

L’attività del 13 dicembre si colloca all’interno di due progetti: “Anche io lavoro in una PMI”, promosso da API (Associazione Piccole e medie Industrie), e “TMP Scuola”, promosso da TMP (Associazione italiana Tecnici Materie Plastiche), associazioni a cui aderisce da anni C.B. Costruzioni Brescianini.

Il programma dell’open day

Gabriele Formenti inizia a spiegare agli studenti i vantaggi delle presse Engel senza colonne, soprattutto nel caso del cambio stampo, in cui sono stati poi impegnati i ragazzi nel pomeriggio del 13 dicembre

Dopo la visita in C.B. Costruzioni Brescianini, i nove “talenti” della Fondazione ITS JobsAcademy, accompagnati dal loro coach Clarens Nderjaku e dai due docenti Giuseppe Crippa e Massimo Riboldi, si sono cimentati in tre workshop che li hanno tenuti impegnati per tutta la giornata. Divisi in gruppi, e con il supporto dei tecnici dell’azienda milanese, i giovani talenti si sono “immersi” inizialmente nel reparto qualità, dove si sono sfidati nella costruzione di un modello di ciclo di controllo, partendo dall’osservazione delle difettosità dei pezzi prodotti. “In questo modo dovrebbe essere in grado di dire ai loro futuri colleghi quali pezzi controllare, come controllarli, con quale frequenza e modalità”, ha precisato Clelia Petri, responsabile controllo gestione e qualità di CB Costruzioni Brescianini, intervistata dalla redazione di Plastix.

Si sono poi messi alla prova come pianificatori della produzione, cercando d’impostare un mese di stampaggio tramite un diagramma di Gantt (strumento utile per la pianificazione dei progetti, ndr), confrontando i lavori fatti per trovare insieme efficienze e inefficienze rispetto a quanto ipotizzato. “Per pianificare questo mese di produzione, abbiamo fornito loro: il tipo di articolo da stampare, il tempo di ciclo, la tipologia dello stampo, il materiale plastico da utilizzare, la data di consegna e le caratteristiche delle presse a iniezione. Insomma, hanno dovuto “giocare” un po’ con i file Excel per poter creare una sorta di tetris di pianificazione”, ha spiegato Clelia Petri.

Il terzo workshop, infine, li ha visti impegnati in produzione, con il set-up di una pressa Engel senza colonne, sotto la guida esperta di Gabriele Formenti (area manager di Engel Italia). Sono stati infatti gli attori del montaggio e dello smontaggio di uno stampo apprezzando questa tipologia di pressa, con un occhio anche alla metodologia SMED (dall’inglese “Single Minute Exchange of Die”, è una metodologia integrata nella teoria della “lean production” volta alla riduzione dei tempi di setup, ndr). La giornata si è chiusa con un momento di confronto tra “talenti”, collaboratori di C.B. Costruzioni Brescianini e docenti, per meglio capitalizzare quanto visto e sperimentato.

Uno spaccato reale del quotidiano lavorativo

Clelia Petri si focalizza sul controllo qualità degli articoli stampati a iniezione: in questo caso una fascetta gialla utilizzata più volte all’interno della stessa CB Costruzioni Brescianini, all’insegna dell’ecodesign

“L’idea di organizzare questa giornata d’azienda aperta è nata dal voler condividere con i “nuovi talenti” della JAC la nostra vera esperienza di lavoro. Sono infatti convinta che la parte teorica sia importante per loro, ma che sia altrettanto importante “sporcarsi le mani” e confrontarsi realmente con il quotidiano lavorativo”, ha dichiarato Clelia Petri.

“Esprimendo i propri valori di “azienda aperta”, CB Costruzioni Brescianini si impegna a contribuire e a diffondere alle nuove generazioni la conoscenza di uno spaccato reale del quotidiano lavorativo a cui gli studenti saranno chiamati già dal prossimo anno, aiutandoli nella scelta e nell’orientamento con maggior consapevolezza”, ha proseguito la responsabile del controllo gestione e qualità. “L’azienda non dovrebbe essere solo un ambiente produttivo orientato al business, ma una fucina d’esperienza, di confronto e di collaborazione.

Un operatore dell’azienda milanese spiega agli studenti le diverse operazioni da eseguire sulla pressa nel caso di una nuova commessa

E le scuole, che preparano le future menti permettendo al nostro tessuto produttivo di crescere e di innovare, dovrebbero essere viste come attori privilegiati all’interno di questo paradigma. Questo è lo spirito con cui CB Costruzioni Brescianini ha organizzato e proposto alla Fondazione ITS JobsAcademy la giornata “I talenti al lavoro: dal sapere al saper fare”.

“Inoltre, come azienda, dal 2016 abbiamo investito sistematicamente in automazione e innovazione digitale, con l’obiettivo di fornire a tutti i dipendenti strumenti che permettano loro di lavorare meglio”, si è avviata a concludere Clelia Petri. “Tutto ciò, anche se economicamente impegnativo, ha portato a grandi benefici in termini sia di qualità del lavoro che di clima aziendale. Quindi, la giornata in azienda è stata fatta ponendo particolare attenzione proprio a tutti questi aspetti, tipici di una grande azienda ma che è possibile osservare anche nella nostra PMI, che si è saputa dotare delle migliori tecnologie attualmente presenti sul mercato”.

I ringraziamenti dell’AD Davide Brescianini

L’AD Davide Brescianini illustra il funzionamento del sistema di deumidificazione e trasporto dei granuli plastici

“L’evento di oggi è stato di stimolo sia per i ragazzi della Fondazione ITS JobsAcademy che per tutti i nostri collaboratori”, ha commentato l’amministratore delegato dell’azienda, Davide Brescianini. “È stato un susseguirsi di domande interessanti, spunti di riflessione e occhi curiosi.
Le sfide lanciate da Clelia Petri con i tre workshop tematici hanno poi rappresentato un momento unico: è stato bello vedere i ragazzi alternarsi tra cambi stampi sulle presse, pianificazione della produzione e creazione di schede per il ciclo di controllo qualità, immergendosi con entusiasmo nel quotidiano produttivo”.

Davide Brescianini ha quindi voluto ringraziare per la buona riuscita dell’evento: i professori della JAC Giuseppe Crippa e Massimo Riboldi; la coordinatrice didattica Valeria Moliterno per aver creduto in questa proposta; il coach Clarens Nderjaku per aver supportato i ragazzi durante quest’intensa giornata; Engel Italia che, con Gabriele Formenti, ha aiutato gli studenti a comprendere meglio i vantaggi delle presse senza colonne; Nicoletta Boniardi (Engel Italia) e Riccardo Ampollini (rivista Plastix) per l’attività di comunicazione; Mattia Jannacci, che ha realizzato molte delle foto della giornata per la Fondazione ITS JobsAcademy. “Vorrei infine ringraziare TMP e API per il supporto e il patrocinio che ci danno costantemente, tutti i ragazzi della JAC per essersi messi in gioco e tutti i nostri collaboratori, senza il cui supporto nulla sarebbe stato possibile”, ha concluso Davide Brescianini.


Sfoglia la rivista

  • n.3 - Aprile 2024
  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Ambiente

PMI e sostenibilità, un passo alla volta

Le piccole e micro imprese sono consapevoli dell’importanza della sostenibilità, ma faticano a realizzarla perché disorientate. Per evitare perdite di tempo e risorse occorre muoversi con razionalità,

Ausiliari

Barra a dritta con New Aerodinamica

Una Pasqua indimenticabile per il team di New Aerodinamica, che, per celebrare i primi quarant’anni della sua avventura industriale, ha “salpato le ancore” per una