Stampaggio a iniezione per applicazioni high-tech

Condividi

Dal 5 all’8 settembre, presso lo stand B121/C122 nel padiglione 22, Wittmann Battenfeld Italia presenterà ai visitatori della fiera Plast 2023 macchine per lo stampaggio a iniezione ad alta efficienza energetica, con tecnologie di processo ultramoderne e complessi sistemi d’automazione, nonché i più recenti robot e ausiliari prodotti dal Gruppo Wittmann.

Dal canto suo, la filiale italiana Wittmann Digital, specializzata in soluzioni digitali per l’industria delle materie plastiche, utilizzerà la fiera milanese come palcoscenico ideale per lanciare i suoi ultimi sviluppi nell’ambito del MES Temi+ e dello strumento Imagoxt per l’analisi del consumo energetico.

Tecnologia per articoli leggeri e multicomponente

Dettaglio dell’unità d’iniezione della SmartPower 400/750H/210S/525L Combimould

Grazie alla produzione di una tazza da asporto riutilizzabile, a tre componenti, su una pressa servoidraulica SmartPower 400/750H/210S/525L Combimould, i visitatori potranno valutare l’esperienza del costruttore austriaco nella tecnologia Cellmould per pezzi leggeri e multicomponente (vedi foto d’apertura, ndr). La macchina sarà dotata di un’unità rotante e di uno stampo forniti dalla società austriaca Haidlmair, con elementi ibridi nella piastra dello stampo, per ottimizzarne il raffreddamento.

Il materiale utilizzato per la produzione sia della tazza che del coperchio sarà Bornewables di Borealis, adatto per il contatto alimentare e prodotto a partire da materie prime rinnovabili provenienti da biomasse, rifiuti e sostanze residuali di seconda generazione, che non sono in competizione con la catena alimentare umana.

La tazza, inizialmente trasparente e prodotta nella prima cavità, sarà sovrastampata nella seconda cavità con un guscio e dotata di una parte isolante ottenuta facendo espandere il fuso con la tecnologia Cellmould. Il coperchio verrà stampato in una cavità adiacente con lo stesso materiale del corpo principale, sebbene possa essere colorato grazie alla speciale tecnologia degli stampi utilizzata. I pezzi saranno prelevati e depositati su un nastro trasportatore da un robot WX142, quindi passati a una macchina per l’avvolgimento con film e confezionati. In questo caso, anche il materiale per l’imballaggio apparterrà alla famiglia di prodotti Bornewables.

Digitalizzazione e automazione

La livella realizzata con la SmartPrimus 90 e il relativo sistema d’automazione

Wittmann Battenfeld dimostrerà la sua competenza nella digitalizzazione e nell’automazione producendo una livella a bolla d’aria in ABS su una pressa SmartPrimus 90/350, dotata del nuovo sistema di controllo B8X. La servoidraulica SmartPrimus, precedentemente nota come SmartPlus, proviene dalla serie SmartPower e si distingue per l’alto livello d’efficienza energetica, economicità e ripetibilità. Quella esposta al Plast verrà fornita con il sistema di monitoraggio delle condizioni di processo CMS Lite di Wittmann e con una speciale cella d’automazione progettata e costruita da Wittmann Battenfeld Germany. Lo stampo a 1+1 cavità sarà fornito dall’azienda austriaca Sola.

In una prima fase di produzione, verranno stampate a iniezione le parti superiore e inferiore dell’alloggiamento della livella. La parte superiore sarà quindi depositata in una stazione laser per la stampa superficiale. Nello stesso tempo, la parte inferiore sarà posta su un vassoio e dotata delle tre fiale col liquido per le bolle d’aria. Successivamente, la parte superiore verrà premuta sulla parte inferiore con una forza preimpostata. I pezzi finiti saranno poi trasportati a una stazione di collaudo, dove il posizionamento delle fiale verrà controllato da un sistema di visione. Dopo il controllo qualità, le livelle finite saranno rimosse e depositate su un nastro trasportatore da un robot WX138.

Stampaggio di silicone liquido

Coperchi in LSR per contenitori di bevande

Un’ulteriore pressa in esposizione, una EcoPower 110/350 LIM completamente elettrica e caratterizzata sempre dal nuovo sistema di controllo B8X, sarà dedicata allo stampaggio di silicone liquido (LSR). Quattro diversi tappi di chiusura per lattine e bottiglie verranno prodotti in un unico processo di stampaggio, utilizzando uno stampo a 4 cavità di Nexus (Austria). Il design aperto del gruppo d’iniezione consentirà una facile integrazione dell’unità Nexus X200 per il dosaggio dell’LSR, dotata del nuovo dispositivo di dosaggio Servomix e collegata al controllo B8X tramite sistema Euromap 82.3 OPC-UA.

Nello stampo verrà utilizzata la più recente tecnologia a canale freddo dell’azienda, con regolazione della chiusura a spillo Flowset. I pezzi saranno prelevati da un robot W918 e, infine, confezionati sempre grazie a una macchina avvolgitrice.

Automazione e attrezzature ausiliarie

Il robot W918

Oltre ai robot e ai sistemi ausiliari collegati alle macchine in esposizione, al Plast di Milano ne verranno mostrati anche altri come soluzioni stand-alone. Nel campo dell’automazione, infatti, Wittmann Battenfeld Italia esporrà: un “prelevatore di materozze” (sprue picker) ad alta precisione WP80, un robot W918 con sistema di controllo R9, un modello economico della serie Primus, un Primus 48T e un robot ad alta velocità Sonic 108.

Il Sonic 108 è l’ultimo robot nato in casa Wittmann per la rimozione dei pezzi ad alta velocità ed è stato sviluppato per forze di chiusura comprese tra 500 e 1500 kN. Il tempo di ciclo tipico di questo modello è inferiore ai 4 secondi, per pesi della mano di presa (gripper) fino a 2 kg.

Nell’ambito dell’ampio portfolio di ausiliari Wittmann, saranno invece in esposizione: un sistema centralizzato per il trasporto del materiale, un caricatore Feedmax S3, un dosatore volumetrico Dosimax MX12 e un dosatore gravimetrico Gravimax 14.

Termoregolatore Tempro plus D

Dalla sua gamma di essiccatori, Wittmann Battenfeld Italia presenterà poi un Drymax plus 30 ad aria secca e alcune unità composte dai dispositivi Drymax e Silmax, nonché una stazione di accoppiamento Codemax. Quest’area dello stand sarà completata da un essiccatore a ruota segmentata Aton plus e da uno ad aria compressa Card primus, con sistema di trasporto VacuJet per portate di materiale fino a 120 kg all’ora.

Oltre a una parete che mostrerà vari tipi di regolatori di flusso, la tecnologia Wittmann per il controllo della temperatura sarà rappresentata dai termoregolatori Tempro basic C90, C120 e C140, nonché da un sistema a due circuiti Tempro plus D, dotato di display touch autoesplicativo per un facile utilizzo. Per configurare queste apparecchiature, sono naturalmente disponibili numerose opzioni praticamente per tutte le applicazioni del settore materie plastiche.

Granulatore senza griglia S-Max 2

Per ciò che concerne la gamma dei granulatori Wittmann, saranno esposti un S-Max 1 e un S-Max 2 senza griglia (screenless), oltre a un granulatore G-Max 9. I granulatori della serie G-Max sono efficienti dal punto di vista energetico e sono dotati di un ingombro ridotto e di una camera di taglio insonorizzata. Gli S-Max, invece, sono caratterizzati da rotori dentati con bassa velocità del motore (27 giri/min a 50 Hz), per una granulazione efficiente ed economica di tecnopolimeri, resine stireniche o acriliche e materiali rinforzati con fibre di vetro.

Inoltre, presso speciali “expert point”, i visitatori dello stand di Wittmann Battenfeld Italia avranno l’opportunità di familiarizzare con la tecnologia Airmould 4.0 per lo stampaggio assistito da gas e con la soluzione di digitalizzazione Wittmann 4.0.

Ultimi sviluppi in Temi+ e Imagoxt

Al Plast, la filiale Wittmann Digital presenterà la sua Temi+ Academy: il nuovo servizio che consente a manager e operatori di sfruttare appieno le potenzialità del sistema MES (Manufacturing Execution System) Temi+ con l’ausilio di un vasto programma di formazione.

Un’altra novità che Wittmann Digital presenterà in fiera sarà il sistema di controllo Imagoxt: una versione “light” del sistema Imago, destinata ad aiutare le aziende a evitare i picchi di consumo energetico. Con la sua interfaccia utente intuitiva e la possibilità di visualizzazione in tempo reale, Imagoxt consente alle aziende di ottenere un’ottimizzazione continua ed efficiente del loro consumo energetico. Identificando i potenziali momenti di picco nei consumi e fornendo segnali d’avviso in tempo reale, diventa possibile prendere decisioni fondate su elementi concreti riguardo al consumo energetico e all’eventuale spostamento dei carichi mediante adeguate strategie di gestione della domanda. Il sistema Imagoxt non consentirà solo alle aziende di migliorare la propria efficienza energetica, ma anche di contribuire a un futuro più sostenibile.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Ausiliari

Lati e Maag, insieme per crescere

Per decenni Lati ha prodotto e lavorato le materie termoplastiche ad alte prestazioni con macchine di sviluppo e produzione proprie. Successivamente si è affidata sempre

Congresso delle Materie Plastiche 2024

Compound su misura e sostenibili per l’automotive

Il settore automotive sta attraversando un periodo di cambiamento profondo nella progettazione e nello sviluppo di nuovi veicoli, condizionato prevalentemente dall’introduzione di nuove tecnologie di