Posata la prima pietra dell’impianto Versalis per il riciclo chimico delle plastiche

Condividi

Il 31 ottobre Versalis, società chimica di Eni, ha avviato nello stabilimento di Mantova la costruzione dell’impianto demo di Hoop®, la tecnologia proprietaria per il riciclo chimico dei rifiuti in plastica mista (il cosiddetto “plasmix”). Hoop nasce da un progetto congiunto con la società italiana di ingegneria SRS (Servizi di Ricerche e Sviluppo) e si è posto l’obiettivo di sviluppare una tecnologia innovativa, complementare al riciclo meccanico, capace di trasformare i rifiuti in plastica mista in materia prima per produrre nuovi polimeri vergini.

In foto, da sinistra: Fabio Viani (presidente di Confindustria Mantova), Adriano Alfani (AD di Versalis), Mattia Palazzi (sindaco di Mantova), Marco Petracchini (presidente di Versalis) e Marco Riva (responsabile del sito Versalis di Mantova)

Questo processo virtuoso sarà possibile anche grazie alla collaborazione avviata nel 2020 con Corepla (Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica), per valorizzare le plastiche post consumo provenienti dalla raccolta differenziata nazionale e destinate al riciclo.

Inoltre, la tecnologia Hoop, che in inglese significa “cerchio” e rappresenta la circolarità, è stata integrata con le tecnologie di purificazione dei prodotti da pirolisi delle plastiche di Technip Energies (T.EN), società leader nell’ingegneria e nella tecnologia per la transizione energetica, costituendo una piattaforma tecnologica per il riciclo chimico avanzato.

Avvio previsto a fine 2024

La posa della prima pietra per l’impianto di riciclo chimico presso lo stabilimento Versalis di Mantova

L’impianto dimostrativo della tecnologia Hoop di Mantova avrà la capacità di gestire 6 mila tonnellate di materia prima seconda e si prevede che sia avviato a fine 2024. A fronte di 239 progetti presentati e di 41 vincitori totali, Hoop è l’unica tecnologia italiana che si è aggiudicata il bando 2023 per “l’EU Innovation Fund”, fondo stanziato dalla Commissione Europea di 3,6 miliardi di euro complessivi, dedicato a tecnologie innovative a bassa emissione di carbonio. “Il progetto Hoop rappresenta un passo importante nella strategia di Versalis per lo sviluppo del riciclo chimico, complementare a quello meccanico, garantendo la piena circolarità di tutte le plastiche. Il progetto darà, inoltre, un forte contributo alla valorizzazione dei rifiuti in plastica trasformandoli in nuova materia prima, e incidendo sul raggiungimento, anche a livello nazionale, degli obiettivi di riciclo definiti dalla Commissione Europea”, ha dichiarato Adriano Alfani, amministratore delegato Versalis.


Sfoglia la rivista

  • n.3 - Aprile 2024
  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Esplorando i polimeri: il polietilene

Questa nuova rubrica della rivista Plastix nasce dalla consapevolezza che molti professionisti del settore materie plastiche provengono da ambiti diversi e non hanno sempre una

Stampa 3D: robusta ma “carente di ferro”

Una recente indagine su un campione d’imprese italiane ha permesso di evidenziare come la manifattura additiva e gli operatori che la propongono in un’ottica di