Da RadiciGroup polimeri ad alte prestazioni per il metal replacement

L’impiego di tecnopolimeri per il metal replacement è una tematica di centrale importanza in svariati campi industriali: significa sostituire i metalli con materiali polimerici che garantiscono all’applicazione finale elevate performance e durabilità.

Fig. 1 – Forcellone posteriore per e-bike: a destra la vecchia soluzione in alluminio, a sinistra la versione riprogettata con l’utilizzo di tecnopolimero

È una sfida che riguarda da vicino numerosi mercati, anche in ottica di riduzione dell’impatto ambientale: dall’automotive all’elettrico/elettronico, dal water management al settore industriale.

L’utilizzo di componenti in materiale termoplastico significa riduzione di peso, maggiore libertà nel design del prodotto, contributo alla riduzione di CO2 e, al contempo, prestazioni tecniche di alto livello.

E proprio il metal replacement sarà al centro della presentazione di Claudio Ghilardi, CAE analyst, marketing & technical service di RadiciGroup High Performance Polymers, al prossimo Congresso nazionale delle materie plastiche, organizzato per il 21 novembre presso l’NH Hotel di Milanofiori (Assago, Milano) dall’Associazione italiana dei Tecnici delle Materie Plastiche (TMP) e dalla rivista Plastix.

RadiciGroup partner di progetti innovativi e sostenibili con il suo “Engineering Service”

Fig. 2 – Tombino per percorso carrabile realizzato in materiale termoplastico

Grazie al proprio “Engineering Service”, RadiciGroup High Perfomance Polymers mette a disposizione dei suoi clienti non solo un’ampia gamma di prodotti e soluzioni, ma anche un vero e proprio servizio di consulenza che possa garantire il successo dei progetti di metal replacement. L’Engineering Service consente infatti di prevedere i comportamenti dei manufatti già nelle primissime fasi del loro sviluppo, in modo da ottimizzare la progettazione, anche in un’ottica di ecodesign e di performance ambientali.

La possibilità di usare la poliammide come sostituto dei metalli, grazie alle caratteristiche di resistenza strutturale e termica anche a temperature elevate, facilità di trasformazione e prezzo competitivo, è sempre più tenuta in considerazione anche in settori molto “demanding” come quello automobilistico.

“Engineering Service” fa ampiamente uso dei più avanzati strumenti CAE (Computer Aided Engineering) per risolvere le problematiche di progettazione e ridurre al minimo l’approccio per “prove ed errori”, arrivando all’obiettivo finale ottimizzando risorse e tempistiche. 

Nella presentazione al Congresso TMP 2024 verranno mostrati i materiali di RadiciGroup specificatamente sviluppati per la sostituzione dei metalli e anche casi di successo di metal replacement in diversi settori applicativi. Ne è un esempio il corpo riduttore salpancora nella foto d’apertura: a sinistra è mostrata la vecchia soluzione in alluminio, mentre a destra c’è la versione riprogettata con l’utilizzo di tecnopolimero. Altri due esempi sono mostrati nelle figure 1 e 2.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

osservatorio

Osservatorio MECSPE: cresce la fiducia nel manifatturiero

Secondo l’Osservatorio MECSPE del I quadrimestre 2024, l’84% degli imprenditori è soddisfatto dell’andamento della propria azienda. Cresce l’attenzione sulla sostenibilità: in aumento le aziende che