Nuovi strumenti d’analisi e raddoppio dell’area test per Bausano

Condividi

Oltre a guidare il progresso tecnologico nell’ambito della produzione di linee d’estrusione, Bausano ha reso di noto di aver potenziato il suo dipartimento R&D, reinterpretando il concetto d’innovazione con l’introduzione di nuovi strumenti d’analisi e raddoppiando lo spazio dedicato ai test. In tal senso, il costruttore piemontese mette a disposizione un’ampia gamma di servizi grazie ai quali i trasformatori di materie plastiche potranno toccare con mano la qualità dell’azienda nella progettazione dei propri impianti.

Test sulle formulazioni e analisi fluidodinamica

Test con il reometro capillare

Grazie al laboratorio dedicato a test e sperimentazioni, infatti, Bausano propone un metodo di lavoro esclusivo, che parte dalla specifica formulazione del cliente per elaborare analisi strutturate, volte a realizzare ogni linea d’estrusione completamente su misura. Infatti, prima di progettare un impianto, in Bausano vengono eseguite per esempio analisi tramite il reometro capillare, che consente di studiare il comportamento del materiale plastificato, al fine di comprenderne la viscosità in funzione del gradiente della velocità di taglio (shear rate). Con la caratterizzazione reologica del materiale, Bausano è in grado di: definire la tipologia dei materiali che è possibile estrudere su un impianto esistente; ottimizzare la progettazione delle teste; mettere a punto il design delle viti.

Parallelamente, le informazioni raccolte vengono processate tramite un plastografo. Qui, i materiali di partenza vengono immessi in una camera in cui vengono riscaldati e subiscono l’applicazione di sforzi di taglio tra due rotori controrotanti. Durante la lavorazione, viene misurata la coppia applicata sulle viti in rotazione, che consente di ottenere informazioni sulla viscosità del fuso e quindi su eventuali modifiche prodotte dalla lavorazione sul sistema (formazione di gel, branching, degradazioni).

Il risultato di tali analisi, fase preliminare fondamentale e distintiva del know-how di Bausano, viene comparato con i dati elaborati dai software dedicati all’analisi fluidodinamica. Tale fase di pre-progettazione consente di ottimizzare il design di nuove teste, filiere e viti d’estrusione, prevedendo esattamente il comportamento del materiale durante il processo di lavorazione.

Prove sugli impianti da laboratorio

Analisi fluidodinamica

L’iter di lavoro di Bausano si differenzia, inoltre, per le possibilità di testare in anteprima, presso il suo stabilimento, i dati restituiti dalla strumentazione di laboratorio. L’azienda amplia, infatti, la sua sede e raddoppia lo spazio dedicato alla test room per i trasformatori di materie plastiche (in foto d’apertura, ndr). Nello specifico, Bausano dispone di due estrusori bivite controrotanti MD30 e MD75. Il primo, per prove su piccola produzione,consente di introdurre in macchina la formulazione del cliente e osservare l’output estruso prima dello “scale-up” della linea a livello industriale. Il secondo, dedicato a test su impianti di media grandezza, è volto a garantire i target di produttività richiesti dal cliente e a fornire a quest’ultimo una campionatura di materiale, affinché possa anche essere sottoposto a controlli di qualità interni.

Altri due impianti completi arricchiscono ulteriormente la test room. Il primo si basa su un estrusore monovite E-GO ed esegue test su miscele a base di PP/PE per la produzione di tubi mono e multistrato. Il secondo sfrutta un estrusore monovite della gamma E-GO R per testare la possibilità di rigenerare materiali di scarto.

Dalla progettazione della linea ai servizi post vendita

L’unicità dei servizi di Bausano risiede dunque nel poter collaudare doppiamente l’impianto del cliente, in prima battuta presso la propria sede. Prima dello start-up presso il sito produttivo finale, infatti, il costruttore avvia la linea nel proprio stabilimento di Rivarolo Canavese (Torino), alla presenza del cliente o in forma virtuale, per convalidare le ipotesi progettuali e comprovarne le prestazioni, il funzionamento e i livelli di rumorosità. I tecnici di Bausano sono così in grado d’intervenire tempestivamente ancora prima del test di accettazione in fabbrica (FAT), a garanzia della massima flessibilità possibile. In questo modo, l’azienda offre uno spazio dove raffinare il proprio R&D, per un concetto d’innovazione che va oltre il progresso tecnologico e abbraccia anche il settore dei servizi ad alto valore aggiunto. “Il nostro tratto distintivo risiede sia nell’esclusiva gamma di servizi pre-progettazione – che, partendo dalla formulazione del cliente, consentono di studiare su misura la migliore linea d’estrusione – sia nella possibilità di verificare il progetto stesso con un doppio collaudo”, dichiara Giovanni Bausano, R&D manager. “A questi si aggiungono i servizi after-sale, che si declinano in un magazzino estremamente fornito di accessori e ricambi originali, in un’assistenza specializzata e tempestiva, sia onsite che da remoto, per un supporto a tutto tondo in grado di ridurre il fermo macchina e garantire una continuità nel tempo del reparto produttivo. Una combinazione che ci permette di posizionarci, in qualità di partner affidabile, lungo l’intera catena del valore”.


Sfoglia la rivista

  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024
  • n.8 - Novembre 2023


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Componenti

Rondelle di contrasto e ugelli stampati in 3D

Con Monolith® ed Energy Blocker®, Ermanno Balzi (stand C42, pad. 36, alla fiera Mecspe) presenta due prodotti di spicco dell’azienda tedesca Witosa, di cui è

Ausiliari

Soluzioni di successo per i tubi da drenaggio

Nota a livello internazionale per la produzione d’impianti per profili in plastica, dal 2012 Baruffaldi Plastic Technology progetta e costruisce anche macchine di fine linea