Numeri da record per la ventottesima edizione del Congresso TMP

Condividi

Oltre 450 operatori di settore si sono registrati ieri, 8 novembre, alla XXVIII edizione del Congresso delle Materie Plastiche, organizzato dall’associazione TMP e dalla rivista Plastix (gruppo editoriale Tecniche Nuove) presso il Quark Hotel di Milano. Moderatore e “patron” della giornata: il direttore editoriale di Plastix, Alessandro Garnero.

Il presidente di TMP, Alan Catturini

“Innanzi tutto, è certamente positivo ed entusiasmante il numero dei partecipanti e degli sponsor, ben venti, che hanno supportato il Congresso di quest’anno”, ha commentato il presidente di TMP, Alan Catturini, il quale ha aperto i lavori del Congresso riassumendo brevemente i futuri progetti dell’associazione. “I soci più attivi saranno chiamati a lavorare su due fronti differenti. Il primo è quello storico di TMP, relativo al patrocinio e all’organizzazione di diversi convegni tecnici in tutta Italia, partendo dalle esperienze positive in Lombardia, Marche e Veneto e proseguendo certamente in Piemonte e in Toscana, probabilmente in collaborazione con altre associazioni di settore e università presenti sul territorio.

Il secondo “fronte d’attività” vedrà invece il potenziamento della divisione “TMP Scuola”, che ha già svolto un lavoro importante durante il 2023 e che continuerà a organizzare corsi formativi presso le scuole medie, le scuole superiori e – perché no? – anche le scuole elementari. Il tutto con un occhio sempre rivolto alle tematiche ambientali, della sostenibilità e dell’economia circolare. Vorremmo poi rinnovare il sito internet di TMP e mappare tutti gli ITS e le scuole del nostro settore presenti in Italia, dando così la possibilità alle famiglie d’indirizzare gli studi dei propri figli verso le materie STEM (Science, Technology, Engineering e Mathematics), sempre più richieste nel nostro Paese”.

La plastica salva la vita

In occasione del Congresso TMP, l’amministratore unico di Tecniche Nuove, Ivo Nardella, ha lanciato lo slogan “La plastica salva la vita”

È quindi salito sul palco l’amministratore unico di Tecniche Nuove, Ivo Nardella, il quale, riferendosi proprio all’intervento del presidente di TMP, ha così dichiarato: “Ho particolarmente apprezzato la parte riguardante la formazione e la scuola.Secondo me, investire nelle infrastrutture ma non investire nella scuola significa in pratica affossare il Paese. Propongo quindi un grande applauso al programma di quest’associazione, che è vicina ormai da tanti anni al mondo di Tecniche Nuove”.

“Oltre a ringraziarvi per essere intervenuti così numerosi”, ha aggiunto Nardella, “vorrei lasciarvi con una sorta di motto che considero importante e che mi è venuto in mente mentre zigzagavo nel traffico, cercando di “arrivare vivo” a questo evento: in effetti, “la plastica salva la vita”; la maggior parte degli strumenti presenti negli ospedali è infatti realizzata in materiale plastico.

Bisognerebbe quindi ribadire con decisione quanto sia importante la plastica per tutti noi, soprattutto dopo gli ultimi 8-10 anni di attacchi immotivati da parte delle associazioni ambientaliste e dei media più generalisti. Ecco perché il nostro impegno – come gruppo editoriale, ma anche come ente organizzatore delle fiere Mecspe di Bologna e di Bari – sarà quello di promuovere il motto “La plastica salva la vita” con una serie di campagne mirate a far conoscere le svariate applicazioni di questo materiale eccezionale”.

Il programma del Congresso in breve

Un momento della tavola rotonda moderata da Giovanni Lucchetta (primo da sinistra) con gli interventi di Sandro Bernardi (Vimar) e Massimo Parini (Marca)

Dopo i ringraziamenti e i saluti di rito, il Congresso è quindi entrato nel vivo delle presentazioni tecniche, grazie alla prima sessione plenaria dedicata al settore automotive, con la relazione di Alberto Ferrario (Deloitte), alla transizione dall’Industria 4.0 alla 5.0 (Marco Belardi, innovation manager del Polo Tecnologico Alto Adriatico) e ad alcune innovazioni tecnologiche nel processo di stampaggio a iniezione (Giovanni Lucchetta, professore di Manufacturing Engineering, Plastics Product Design and Manufacturing, Università di Padova).

In foto, da sinistra: Alessandro Garnero (Plastix), Maurizio Paganoni (OMS-Besser Group), Andrea Suman (Nickerson Italia) ed Ezio Marzetta (Bticino)

Quindici presentazioni tecniche su tecnologie e processi si sono quindi alternate nel corso della giornata (per gli abstract è possibile consultare gli articoli pubblicati nel corso dell’ultimo mese su questo stesso sito e anche i file delle presentazioni messi a disposizione nella pagina web dedicata al Congresso, al centro dell’homepage di Plastix.it, ndr).

Le presentazioni tecniche del pomeriggio sono state inoltre intervallate da due interessanti tavole rotonde: “La digitalizzazione dei processi produttivi”, moderata da Giovanni Lucchetta e con gli interventi di Sandro Bernardi (Vimar) e Massimo Parini (Marca); “Le innovazioni nei materiali polimerici”, moderata da Gaetano Lampugnani (TMP) e con gli interventi di Ezio Marzetta (Bticino), Maurizio Paganoni (OMS-Besser Group) e Andrea Suman (Nickerson Italia).

Ben venti le società che hanno deciso di sponsorizzare la manifestazione: 3DZ, Albis, Aquafil, Arburg, Azzurro Digitale, Caldara Plast, Engel, Ewikon, Ferrarini & Benelli, Gimac, Guzman Polymers, Haitian MM Italy, Lati, Lehvoss, Nickerson Italia, Poliblend by Ascend, RadiciGroup, Seta Polymers, Sirmax, Stratasys. “Il successo di questa edizione, decretato dalla platea anche a livello di qualità delle relazioni tecniche esposte, ci può fornire lo spunto per sviluppare un evento ancora più importante per il prossimo anno”, ha concluso Alan Catturini. “Mi piace inoltre l’idea di trovare una location che ben identifichi il CongressoTMP, facilmente raggiungibile e che consenta d’incrementare ulteriormente il numero dei partecipanti e i metri quadrati dedicati all’area espositiva, che già quest’anno ha visto la novità delle piccole isole luminose composte da un totem e da un desk, entrambi retroilluminati e personalizzabili”.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare