Bilancio positivo per Gefran e sito web completamente rinnovato

Condividi

Il Consiglio di Amministrazione di Gefran, riunitosi lo scorso 9 febbraio presso il quartier generale di Provaglio d’Iseo (Brescia), ha esaminato i risultati preliminari al 31 dicembre 2022.

I ricavi ammontano a 134,4 milioni di euro, con un incremento pari a 15,8 milioni di euro (+13,3%) rispetto al 31 dicembre 2021. L’aumento dei ricavi riguarda tutti i settori di business: sensori (+11,6%), con volumi di vendita in aumento in tutte le gamme di prodotto e, in particolare, nei sensori di pressione industriale e per alte temperature, che hanno beneficiato degli investimenti degli ultimi anni per rafforzare le linee di produzione; il business dei componenti per l’automazione (+16,2%) è concentrato per la maggior parte in Italia e in Europa, alimentato dal lancio di prodotti innovativi in grado d’interfacciarsi con i processi industriali digitalizzati.

L’amministratore delegato di Gefran, Marcello Perini

La suddivisione dei ricavi per area geografica mostra una crescita a doppia cifra percentuale in quasi tutte le aree servite dal gruppo e, in particolare, in Italia (+13,8%), Europa (complessivamente +17,7%) e in America (complessivamente +37,1%), dove la performance è stata in parte condizionata dal deprezzamento di dollaro e real brasiliano. Unica area in controtendenza, tra le principali servite, è l’Asia, dove si rileva una contrazione del 3,8% rispetto al 2021.

Margine operativo e situazione finanziaria

Il margine operativo lordo (EBITDA) al 31 dicembre 2022 è positivo per 24,6 milioni di euro (pari al 18,3% dei ricavi) e registra una variazione positiva di 2,2 milioni di euro (+9,7%) rispetto al 31 dicembre 2021 (quando ammontava a 22,5 milioni di euro). Il miglioramento del margine operativo lordo è riconducibile all’incremento dei ricavi registrato nel periodo.

La posizione finanziaria netta è positiva e pari a 24,3 milioni di euro, in miglioramento di 20,9 milioni di euro rispetto alla fine del 2021, quando risultava complessivamente positiva per 3,4 milioni di euro. L’indebitamento finanziario netto è composto da disponibilità finanziarie a breve termine, pari a 32,7 milioni di euro, e da indebitamento a medio/lungo termine per 8,4 milioni di euro.

Fatti di rilievo successivi alla chiusura del quarto trimestre 2022

Nell’ambito dell’accordo quadro per la vendita del business azionamenti al gruppo brasiliano WEG, deliberata il primo agosto 2022 dal CdA di Gefran, e facendo seguito alla cessione a WEG delle quote di partecipazione della società italiana Gefran Drives and Motion e della società tedesca Siei Areg, avvenuta il 3 e 4 ottobre 2022, lo scorso 31 dicembre Gefran Siei Drives Technology (Shanghai), controllata cinese del gruppo, ha sottoscritto con WEG (Changzhou) Automation Equipment un accordo per la cessione del relativo ramo d’azienda per un valore di 2,98 milioni di euro, su un totale complessivo dell’accordo per la cessione del business azionamenti, pari a 23 milioni di euro. La data d’efficacia dell’accordo è il 3 gennaio 2023.

In seguito a tali cessioni, la società ha provveduto a riclassificare le attività attinenti al perimetro dell’operazione come “disponibili per la vendita e cessate” ai sensi dell’IFRS 5. Al fine di garantire la comparabilità dei dati, i valori relativi ai periodi di confronto sono stati omogeneamente riesposti. Pertanto, vengono qui forniti i risultati dei business operativi in continuità, separatamente dai risultati del business oggetto di riclassificazione, quale attività disponibile per la vendita e cessata.

 

Business oggetto di riclassificazione

I ricavi al 31 dicembre 2022 ammontano a 36,7 milioni di euro e si confrontano con ricavi pari a 44,4 milioni di euro rilevati al 31 dicembre 2021, con un decremento di 7,7 milioni di euro (-17,3%). Il margine operativo lordo (EBITDA) è positivo per 2,5 milioni di euro (pari al 6,8% dei ricavi), ma registra una flessione di 1,2 milioni di euro (-32,2%) rispetto al 31 dicembre 2021 (quando ammontava a 3,7 milioni di euro, con un’incidenza sui ricavi del 8,3%). La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2022 è nulla e si confronta con il dato al 31 dicembre 2021, quando risultava complessivamente negativa per 0,1 milioni di euro.

L’approvazione del progetto di bilancio e del bilancio consolidato al 31 dicembre 2022 è prevista per il 9 marzo 2023, data in cui si riunirà il prossimo CdA di Gefran. Sono in corso al momento le attività di revisione.

 

Ecco come si presenta il nuovo sito web di Gefran, multinazionale italiana specializzata in progettazione e produzione di sensori, strumentazione per il controllo dei processi industriali e sistemi per l’automazione

Gefran rinnova la sua presenza online con un nuovo sito web

Intorno alla metà di febbraio, Gefran ha anche annunciato il completo rinnovamento, nel look e nelle funzionalità, del suo sito web www.gefran.com, per offrire un’esperienza di navigazione ancora più interattiva.

L’azienda ha posto particolare attenzione allo studio della “user experience” e di un’interfaccia grafica semplice e intuitiva, per una navigazione rapida e fluida. La tecnologia all’avanguardia, insieme a una struttura flessibile e dinamica, rende il sito pronto a recepire le future integrazioni di asset digitali, oltre ad assicurare elevate performance anche in ottica di cyber security. Inoltre, il sito è totalmente “responsive”, per un utilizzo ottimale con qualsiasi dispositivo, sia desktop che mobile.

“Con un focus sulla dimensione internazionale dell’azienda, il nuovo sito web è un importante mezzo di comunicazione e rappresenta solo l’inizio di una serie di passi che intendiamo compiere per rafforzare la nostra presenza online, al fine di raggiungere in maniera sempre più efficace i nostri clienti in tutto il mondo”, ha dichiarato Roberto Baroni, responsabile comunicazione di Gefran.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Ausiliari

Lati e Maag, insieme per crescere

Per decenni Lati ha prodotto e lavorato le materie termoplastiche ad alte prestazioni con macchine di sviluppo e produzione proprie. Successivamente si è affidata sempre

Congresso delle Materie Plastiche 2024

Compound su misura e sostenibili per l’automotive

Il settore automotive sta attraversando un periodo di cambiamento profondo nella progettazione e nello sviluppo di nuovi veicoli, condizionato prevalentemente dall’introduzione di nuove tecnologie di