Assobioplastiche: “Il testo del Regolamento imballaggi riconosce il ruolo delle bioplastiche compostabili”

Condividi

Plauso di Assobioplastiche alla versione del Regolamento imballaggi UE approvata dal Coreper (Comitato dei rappresentanti permanenti presso il Consiglio dell’Unione Europea).

“Un deciso passo avanti, che prevede l’obbligo a livello europeo di utilizzare applicazioni compostabili e consente agli Stati di prevederne altre. In questo modo, la Ue potrà aumentare la qualità e la quantità della raccolta differenziata dell’umido domestico”, ha dichiarato il presidente di Assobioplastiche,Luca Bianconi

“La versione del Regolamento sugli imballaggi e sui rifiuti d’imballaggio approvata dai rappresentanti dei 27 Stati membri a livello di Coreper è un deciso passo avanti del quale siamo molto soddisfatti. Il testo, infatti, prevede a livello europeo l’obbligo di utilizzare alcune applicazioni compostabili e altre possono essere inoltre previste in autonomia dagli Stati membri. Infine, le bioplastiche compostabili possono essere esentate dai divieti che colpiscono il packaging monouso in plastica, come per esempio quello per ortofrutta e per il settore HORECA (HOtellerie-REstaurant-CAfé)”. Lo afferma Luca Bianconi, presidente di Assobioplastiche, a seguito della conferma da parte dei rappresentanti permanenti degli Stati membri dell’UE dell’accordo di compromesso raggiunto nel negoziato inter-istituzionale tra Consiglio dei ministri UE e Parlamento europeo sulla revisione delle norme europee sul packaging.

Il nuovo testo conferma anche l’esenzione dal contenuto minimo di riciclato per le bioplastiche compostabili e la possibilità di un loro riciclo non solo organico, ma anche meccanico.

“Grazie alla nuova normativa”, conclude Bianconi, “le applicazioni compostabili, come shopper, sacchetti ortofrutta, capsule per bevande, piatti, bicchieri, vassoi, retine, potranno dispiegare tutte le loro potenzialità. Contribuiranno così ad aumentare la quantità e la qualità dell’umido domestico in Europa, la cui raccolta proprio quest’anno è divenuta obbligatoria in tutta l’UE”.

A conclusione della fase dei triloghi, il testo passa ora all’approvazione finale prima da parte della plenaria del Parlamento e successivamente del Consiglio dell’Unione europea.


Sfoglia la rivista

  • n.3 - Aprile 2024
  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Ambiente

PMI e sostenibilità, un passo alla volta

Le piccole e micro imprese sono consapevoli dell’importanza della sostenibilità, ma faticano a realizzarla perché disorientate. Per evitare perdite di tempo e risorse occorre muoversi con razionalità,

Ausiliari

Barra a dritta con New Aerodinamica

Una Pasqua indimenticabile per il team di New Aerodinamica, che, per celebrare i primi quarant’anni della sua avventura industriale, ha “salpato le ancore” per una