Sensori intelligenti, controllo e automazione “made in Gefran”

Condividi

Sono state davvero tante le novità presentate da Gefran in occasione della fiera K 2022, svoltasi a Düsseldorf dal 19 al 26 ottobre. Fil rouge della sua presenza all’esposizione è stato l’elevato know-how di processo che contraddistingue l’azienda bresciana quale partner di riferimento per OEM, system integrator ed end user. Un’offerta che si declina in prodotti innovativi e, grazie alla divisione Gefran Soluzioni, nella progettazione e nella realizzazione di sistemi d’automazione, quadri elettrici e software dedicati principalmente al mondo delle materie plastiche.

“Gefran ha partecipato all’edizione 2022 del K con grande entusiasmo, in virtù di quanto il gruppo ha saputo realizzare, in controtendenza rispetto a uno scenario di mercato estremamente complesso”, ha affermato Marcello Perini, amministratore delegato di Gefran. “Eccellenza di prodotto, innovazione continua e utilizzo di standard di comunicazione aperti sono alla base della nostra offerta e rappresentano la chiave per cogliere le tante opportunità derivanti dalla trasformazione digitale”.

Molto più di un sensore

L’innovativo trasduttore multivariabile Twiist

L’innovativo trasduttore multivariabile Twiist, per il rilevamento della posizione senza contatto, ridefinisce il ruolo stesso dei sensori nell’ambito della tecnologia di misura per l’automazione. Oltre alla posizione, infatti, nelle versioni con uscita digitale CANopen e IO-Link, Twiist registra ulteriori variabili di processo, tra cui: velocità di spostamento, accelerazione, angolo d’inclinazione, temperatura reale e massima raggiunta, ore di lavoro e numero di chilometri percorsi dal cursore. Primo del suo genere, con sistema brevettato per la misura basato su effetto hall a tre dimensioni, Twiist trova impiego in diverse applicazioni di trasformazione delle materie plastiche.

Gruppi statici IO-Link

Il modello GRP-H in foto appartiene alla famiglia di relè monofase a stato solido GRx: la piattaforma scalabile Gefran, con diagnostica integrata, per il controllo delle resistenze elettriche

In primo piano al K anche la famiglia GRx di relè monofase a stato solido: la piattaforma scalabile Gefran dalle prestazioni incrementali, con diagnostica integrata, per il controllo di resistenze elettriche nel riscaldamento industriale. Si tratta dei modelli GRS-H, GRP-H e dei più recenti GRM-H. Questi ultimi, in particolare, integrano le caratteristiche tipiche di un power controller all’interno delle dimensioni di un SSR: permettono, infatti, di gestire carichi resistivi lineari e non lineari come MoSi2, Sic, SWIR, grafite e trasformatori.

A questi si è affiancato, in anteprima mondiale, anche il modello GRZ-H, ulteriore evoluzione bi/trifase, il cui lancio sul mercato è previsto nei prossimi mesi.

Comunicazione avanzata a livello di campo

Il nuovo trasduttore KS-I, dotato di interfaccia IO-Link 1.1 e funzioni evolute di diagnostica, misura sia pressione che temperatura

La nuova sonda di pressione industriale KS-I, dotata di interfaccia IO-Link 1.1 e funzioni evolute di diagnostica, misura sia pressione che temperatura con una frequenza di campionamento pari a 1000 volte al secondo. Le sonde KS-I sono in grado di comunicare con il Master IO-Link alla velocità COM3, pari a 230,4 kbaud, la più elevata disponibile.

 

 

Una “famiglia smart”

Non sono mancate le novità anche per ciò che concerne la gamma Hyperwave di Gefran, sinonimo di tecnologia magnetostrittiva a elevate prestazioni. Oggi, oltre ai modelli con uscita analogica e seriale sincrona, la famiglia di questi trasduttori di posizione senza contatto si compone dei sensori WPL, con interfaccia digitale IO Link V 1.1 per rispondere alle esigenze dell’Industria 4.0, e dei modelli WPA-F e WRA-F, i primi sul mercato con tecnologia Hyperwave e connettività Profinet. Arricchisce ulteriormente l’offerta il modello WRA-E, con comunicazione EtherCAT.

 Tecnologia al servizio delle macchine a iniezione

Inoltre, al K Gefran ha presentato anche il sistema QE2008-W, evoluzione del set completo di sensori wireless QE1008-W, per la misurazione, ancora più accurata, della deformazione delle colonne e della forza di chiusura stampi nelle applicazioni di stampaggio a iniezione e pressofusione. QE2008-W è stato arricchito con nuove funzionalità, tra cui figurano: la comunicazione Bluetooth 5.0, le batterie ai polimeri di litio a lunga durata e ricarica rapida e il monitoraggio del profilo di pressione della cavità. Condivide invece con la precedente release il montaggio semplice e rapido, grazie alla tecnologia brevettata magnetica press-on, che consente di far aderire l’estensimetro direttamente sulla superficie di misurazione, senza incollaggio o trattamento termico.

Automazione programmabile nella trasformazione delle materie plastiche

Nel corso dell’esposizione tedesca, infine, ampio spazio è stato dedicato a Gefran Soluzioni, la divisione del gruppo che lavora a stretto contatto con costruttori di macchine e system integrator nella realizzazione di sistemi completi d’automazione programmabile. In tal senso, a partire da un ampio portfolio di template, il team di ingegneri è al servizio dei trasformatori per lo sviluppo di software applicativi ottimizzati, dal punto di vista sia del controllo di processo che della visualizzazione, per le specifiche esigenze delle diverse tecnologie di trasformazione delle materie plastiche: dall’iniezione all’estrusione, dal soffiaggio alla termoformatura, giusto per citare le principali.

Un aspetto fondamentale dell’offerta Gefran risiede nella capacità dei singoli prodotti di generare dati utili sia per il controllo di processo sia per la manutenzione e il “condition monitoring”, poiché concepiti per essere integrati all’interno di macchine che impiegano i più diffusi bus di campo. Tra questi figurano: IO-Link, a favore di una digitalizzazione pervasiva dell’impianto, EtherCAT, architettura dalle performance elevate e dall’ampia diffusione sul mercato, OPC-UA e MQTT applicati all’industria della plastica e degli elastomeri.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

osservatorio

Osservatorio MECSPE: cresce la fiducia nel manifatturiero

Secondo l’Osservatorio MECSPE del I quadrimestre 2024, l’84% degli imprenditori è soddisfatto dell’andamento della propria azienda. Cresce l’attenzione sulla sostenibilità: in aumento le aziende che