RoCollectible e RoPlastic Prize tra gli eventi della Milano Design Week

Condividi

Si è aperto oggi in Fiera Milano l’ormai tradizionale Salone del Mobile, ma gli eventi del Fuorisalone e della Milano Design Week sono già iniziati da alcuni giorni e, tra questi, vi sono anche RoCollectible, RoPlastic Prize e RoGuiltlessPlastic 2023, organizzati dalla Galleria Rossana Orlandi dal 16 al 23 aprile 2023.

 

RoCollectible 2023

Dettaglio di una delle opere di Sofie Aaldering

Alla mostra RoCollectible 2023, curata da Rossana Orlandi, partecipano 80 artisti e designer, che abbracciano stili, culture e tradizioni di oltre 30 paesi. L’anima e la struttura di questa collettiva è la “narrativa”, che racconta la storia del “lavoro”, dalla sua concezione alla sua realizzazione, partendo dalle radici della storia di ciascun autore. L’inaugurazione di questa edizione di RoCollectible si è tenuta nella mattina di domenica 16 aprile, ma la mostra rimarrà aperta gratuitamente al pubblico fino al 23 aprile (orario: 9.30-20.00, eccetto il 19 aprile, dalle 09.30 alle 17.00), presso il RoDistrict (Galleria Rossana Orlandi) di via Matteo Bandello 14 e 16, a Milano.

Ecco i protagonisti di questo RoCollectible 2023: Sofie Aaldering, Alagoas made by hand, Alcarol, Altreforme/Matteo Cibic, Jan Ankiersztajn, Anotherview, Atelier oï, Baroncelli, BCXSY, Bottega d’Arte/Iris Ceramica, Budapest Select/Màrk Cselovszki per Timbart/Anna Szönyi per Timbart/Sara Kele, Budde per Solid Nature, C design, Castagnaro Michela, Alvaro Catalán De Ocón, Alessandro Ciffo, Andrea Claire, Manu Crotti, Dam Atelier, Diorama per Hybe Design, Dolomitisch, Draga & Aurel, El Solitario, FeUSE, Forbo/Stefan Scholten, Victor Fotso, Fromm.Lab/Shua’a Ali, Maryam Al Suwaidi, Corradino Garofalo, Jacopo Gonzato, Bethan Gray, Kim Heewon, Piet Hein Eek, In Aeras/ Palomba & Serafini Studio, Jordan Artisan, Korea Craft & Design Foundation, Oksana Konstantinovska, Thomas Kucera, Rafael Lanfranco, Luca Longobardi, Kiko Lopez, Alexander Lotersztain, Lyle XOX, Mandalaki, Enrico Marone Cinzano, Morghen Studio, Benedetta Mori Ubaldini, Yukiko Nagai, Nature Squared, Dean Norton, Ochre, Elisa Ossino, Oyuna, Milan Pekar, Johan Pertl, Ian Plechac, Prisc Porcelain, Lucas Recchia, Rive Roshan, Diederik Schneemann, Secondome, Studio Moon Seop Seo, Tjitske Storm, Studio Remy, Tadde Design, Iris Tonies, Tweek-Eek, David Valner, Vezzini & Chen, Volevatch, Moritz Waldemeyer, Grainne Watts, We+, Umut Yamac, Yellowdot Studio, Silvia Zagni e Andrea Zambelli.

“Hélicoïdale” di Atelier oï

RoCollectible accoglie inoltre la presentazione di Citroën Oli (stessa pronuncia di all-ë,“electric for all”): il prototipo di design di vettura (che mai lo diventerà), da recepirsi come manifesto concettuale per le varie soluzioni sostenibili e responsabili che si potranno trovare sui prossimi modelli del brand.

 

RoGuiltlessPlastic e RoPlastic Prize 2023

Spinte dall’attenzione mediatica, Rossana Orlandi e la figlia Nicoletta affrontano con spirito critico il tema dei rifiuti generati dalla plastica, scegliendo di diventare parte attiva nel trovare soluzioni e nuove opportunità di riuscita. Nascono così RoGuiltlessPlastic e la relativa challenge globale RoPlastic Prize, che hanno l’obiettivo di sensibilizzare e coinvolgere la Design Community verso il riciclo, il riuso e l’upcycle dei materiali.

Il RoPlastic Prize intende sensibilizzare e coinvolgere la Design Community verso il riciclo, il riuso e l’upcycle dei materiali plastici. In foto: un momento della cerimonia di premiazione dell’edizione 2022

Anche in questo caso, l’inaugurazione dell’esposizione dei progetti finalisti del RoPlastic Prize 2023 si è tenuta lunedì 17 aprile, ma l’apertura gratuita al pubblico proseguirà fino al 23 aprile (orario: 9.30-20.00, eccetto il 19 aprile, dalle 09.30 alle 17.00), sempre presso il RoDistrict ma all’interno di Palazzo Bandello, in via Matteo Bandello 22, a Milano.

Sono tre le categorie del concorso: Art & Collectible Design, Emerging High Technology e Inspiring Learning Project, a cui si sono iscritti oltre 600 partecipanti, da 73 paesi. I finalisti sono 194. Ai vincitori – uno per categoria – andrà un premio di 10 mila euro in occasione della cerimonia di premiazione di giovedì 20 aprile (dalle 18.00, su invito), ospitata nella prestigiosa cornice della Triennale di Milano.

Oggi, al quinto anno del concorso, sono oltre 2000 i progetti arrivati da tutto il mondo, che si sono candidati al RoPlastic Prize e più di 1000 i progetti finalisti esposti durante le diverse Milano Design Week: 14 i vincitori in totale, compresi quelli dell’edizione 2023.


Sfoglia la rivista

  • n.3 - Aprile 2024
  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Esplorando i polimeri: il polietilene

Questa nuova rubrica della rivista Plastix nasce dalla consapevolezza che molti professionisti del settore materie plastiche provengono da ambiti diversi e non hanno sempre una

Stampa 3D: robusta ma “carente di ferro”

Una recente indagine su un campione d’imprese italiane ha permesso di evidenziare come la manifattura additiva e gli operatori che la propongono in un’ottica di