Ridurre l’impatto ambientale coinvolgendo i propri fornitori

Condividi

Svoltasi lo scorso 27 novembre, la terza edizione del Gefran Supplier Day, dedicata alla definizione di azioni concrete per la decarbonizzazione, ha coinvolto oltre 30 aziende della supply chain del gruppo. In tale occasione, Gefran si è impegnata a ridurre l’impatto delle emissioni dirette e indirette di CO2.

Gefran Supplier Day è il workshop annuale in cui la multinazionale italiana incontra i principali rappresentanti della filiera d’approvvigionamento del territorio, per condividere valori, obiettivi e piani d’azione

La sostenibilità della filiera rappresenta infatti uno dei pilastri del piano strategico del gruppo per la sostenibilità e passa anche, e soprattutto, attraverso la diffusione della cultura della sostenibilità tra le piccole e medie imprese della filiera d’approvvigionamento. “Sono particolarmente soddisfatto dell’evoluzione di questo percorso, poiché nel corso degli anni i nostri fornitori hanno sviluppato una crescente comprensione dell’importanza delle sfide connesse ai temi della sostenibilità”, ha dichiarato Stefano Mazzola, Chief Procurement Officer di Gefran. “Questa consapevolezza mi fa guardare con estrema fiducia al prossimo passo, quello della decarbonizzazione”.

Le indicazioni per diminuire le emissioni

Come accennato, il Gefran Supplier Day di quest’anno si è focalizzato sull’individuazione e sulla promozione di azioni, concrete e congiunte, volte a ridurre le emissioni indirette prodotte nella catena del valore (Scope 3). Gli interventi hanno illustrato i temi cruciali legati alla strategia di decarbonizzazione di Gefran, approfondendo anche le normative che entreranno in vigore a partire dal prossimo anno.

I nuovi parcheggi del quartier generale di Gefran le permetteranno di aumentare la produzione d’energia rinnovabile mediante pannelli fotovoltaici

L’impegno richiesto ai fornitori è quello di sviluppare un progetto in almeno una delle aree individuate dall’azienda: l’incremento dell’utilizzo di energia elettrica da fonti rinnovabili, l’efficientamento energetico, l’attenzione al packaging e la mobilità sostenibile legata al trasporto merci.

Tra gli esempi tangibili presentati da Gefran, la recente apertura dei nuovi parcheggi del quartier generale che, oltre a migliorare le strutture offerte ai propri dipendenti, permetteranno all’azienda di aumentare la produzione di energia rinnovabile attraverso pannelli fotovoltaici. Realizzato da Elettropiemme, società del gruppo con sede a Trento, il progetto fa parte delle iniziative volte a migliorare le performance energetiche e permetterà di raddoppiare la quota di energia autoprodotta dall’azienda. “Abbiamo sempre avuto una visione fortemente orientata al futuro”, ha spiegato Giovanna Franceschetti, vicepresidente di Gefran con delega alla sostenibilità. “Siamo convinti che la sostenibilità sia una delle leve strategiche per creare valore nel lungo periodo e che, per continuare in questo percorso, sia fondamentale coinvolgere le aziende che ogni giorno lavorano con noi”.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare