Recopet sbarca in Sicilia e supera il milione di bottiglie riciclate nel Belpaese

Condividi

È stato presentato il 18 giugno a Palermo Recopet: il progetto per migliorare l’intercettazione delle bottiglie per bevande in PET di Corepla, il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica.

Grazie alla collaborazione con il Comune di Palermo e Rap SpA, infatti, saranno installati nella città siciliana 40 ecocompattatori di nuova generazione per consentire ai cittadini di conferire le bottiglie in PET, ricevere premi e contribuire così al ciclo virtuoso del “bottle-to-bottle”, ossia trasformare le bottiglie in plastica usate in nuove bottiglie.

Sei gli ecocompattatori già installati sul territorio comunale, grazie a Garby Italia e al supporto di Amg Energia per l’attivazione dei punti di prelievo di energia. Nello specifico: Viale Campania, Piazzale John Lennon, Via Pindaro (Mondello), Via Giuseppe Cimbali, Via Ugo Falcando e Via Rocco Jenna.

Recopet è il primo dei progetti del Consorzio in programma in Sicilia che, con una raccolta differenziata pro capite pari a 24,9 kg, in linea con la media nazione dei 25 kg, si prepara ad accogliere anche per questa estate importanti flussi di visitatori e ha quindi la necessità di rendere il territorio pronto ad attrarre turisti sempre più orientati verso una cultura della sostenibilità. 

L’iniziativa si inserisce in una serie di azioni volte a contrastare la dispersione dei rifiuti nell’ambiente, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini a fare una corretta raccolta differenziata e contribuire ad aumentare la consapevolezza di come la plastica possa rappresentare una risorsa per tutti, se correttamente riciclata, preservando così l’importante patrimonio artistico e naturalistico siciliano

Protocollo d’intesa per premiare i cittadini virtuosi

Il presidente di Corepla, Giovanni Cassuti, davanti a uno degli ecocompattatori Recopet già installati a Palermo

“Siamo molto felici del percorso fatto fin qua e di essere arrivati anche nel capoluogo di questa bellissima regione”, ha dichiarato Giovanni Cassuti, presidente di Corepla. “Finora sono state oltre 1 milione le bottiglie in PET avviate a riciclo grazie all’installazione capillare dei nostri ecocompattatori sul territorio nazionale: un lavoro sinergico che gratifica gli sforzi compiuti in materia di economia circolare e consolida il modello italiano di eccellenza basato sul riciclo. Siamo convinti che, grazie alla collaborazione con il Comune e RAP SpA, sarà possibile incoraggiare e diffondere questo sistema virtuoso e migliorare ulteriormente tali importanti risultati”.

“Esprimiamo il nostro plauso a quest’innovativo progetto promosso da Corepla, in collaborazione con il Comune di Palermo e la società Rap”, aggiunge l’assessore alle Politiche Ambientali Pietro Alongi. “Questa iniziativa è solo una delle tante che il mio assessorato sta avviando e supportando con un percorso virtuoso che guardi in maniera primaria a una raccolta differenziata in linea con una città green. Questa sfida si vince soltanto attraverso un percorso di collaborazione che vede insieme pubblico e privato, che lavorano in sinergia nell’interesse dell’ambiente.

In particolare, questo progetto ci ha visto protagonisti di un tavolo dove Rap, amministrazione comunale e associazioni di categoria (per ristorazione e commercio), hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per premiare con una scontistica i cittadini virtuosi, che conferiranno le bottiglie di plastica nelle 40 macchine installate in città. Per tutto ciò, siamo consapevoli che questo percorso avrà successo solo se riusciremo a coinvolgere cittadini e associazioni”.

Una maggiore consapevolezza e abitudine al riciclo

Il presidente della società Rap, Giuseppe Todaro

“La raccolta differenziata”, spiega il presidente di Rap Giuseppe Todaro, “è condizione essenziale per un corretto trattamento dei rifiuti. Se non si potenzia questa parte della filiera, qualsiasi altro processo si rivelerà vano. Differenziare e riciclare significa ridurre la quantità di materiale da portare in discarica, ma soprattutto abbattere gli sprechi, economizzare le risorse e difendere l’ambiente”.

“Anche per questo”, continua Todaro, “riteniamo strategiche tutte le attività volte a promuovere e a sostenere politiche ambientali basate sul riuso e riciclo dei rifiuti. In questa ottica rientra naturalmente anche la raccolta selettiva delle bottiglie in PET (per uso alimentare), con l’obiettivo di riconoscere una premialità nell’ambito del circuito che sarà creato in tempi molti celeri, migliorando anche la consapevolezza dei cittadini. In questo contesto, si inquadra perfettamente la collaborazione con Corepla. Perché grazie a iniziative come questa, attraverso il coinvolgimento attivo di tutti, anche delle utenze più piccole, cresce la consapevolezza e l’abitudine al riciclo e riuso dei rifiuti”.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

osservatorio

Osservatorio MECSPE: cresce la fiducia nel manifatturiero

Secondo l’Osservatorio MECSPE del I quadrimestre 2024, l’84% degli imprenditori è soddisfatto dell’andamento della propria azienda. Cresce l’attenzione sulla sostenibilità: in aumento le aziende che