Qualità e servizio nei normalizzati per gli stampi

Condividi

Con sede a Nova Milanese, la società Rives (stand D54, padiglione 36, alla fiera Mecspe 2024) è presente da quasi 40 anni nel mercato della componentistica per gli stampi. Questa presenza costante e la proposta di prodotti ad alto valore aggiunto e dalle prestazioni elevate hanno contribuito al consolidamento dell’azienda nel mercato e a farla resistere alle recenti turbolenze.

Il sistema di guida Agathon Plus, distribuito in Italia da Rives

“Gli investimenti fatti negli ultimi anni, sfidando mercati instabili, hanno confermato la giusta scelta di non attendere le evoluzioni del mercato, ma piuttosto di anticiparne le riprese, anche se nel 2023 abbiamo subito il rallentamento del mercato negli stampi trancia”, ha esordito il direttore commerciale Renato Bertinotti. “La continuità che stiamo dando ai nostri partner storici nella gestione dei normalizzati – quali: Agathon, Veith, Hasberg, Tyrolit Bordignon, contraddistinti dall’alta qualità dei prodotti – conferma la continua presenza nel settore normalizzati, seppur in affiancamento all’offerta di sistemi speciali a disegno”.

Pur mantenendosi all’interno del mercato dei normalizzati, è stata infatti una scelta obbligata per l’azienda quella di spingere sempre di più su articoli fatti su richiesta dei propri clienti. L’opportunità di allargare la gamma di prodotti e di offrire qualità e servizio anche nel settore degli speciali hanno contribuito e stanno contribuendo a una sana crescita dell’impresa, senza però rinnegare quanto di buono fatto nel normalizzato.

Ampliare la presenza territoriale per un servizio più tempestivo

“La clientela Rives conferma la nostra scelta di puntare su prodotti di qualità: unico modo, per differenziarsi da concorrenze puramente legate al prezzo”, ha dichiarato il direttore commerciale Renato Bertinotti

“La possibilità di fornire un servizio più rapido si è concretizzata nel 2022 quando si è presa la scelta di unificare i due magazzini presenti a Cinisello Balsamo e a Bologna, creando un unico magazzino locato nella nuova sede di Nova Milanese”, ha aggiunto Bertinotti. “Quest’ultimo è dotato di una serie di magazzini verticali che permettono l’ottimizzazione del servizio e degli spazi occupati”.

Come distributore di componentistica, oltre a seguire le evoluzioni suggerite dalle case rappresentate, Rives intende anche puntare su un costante miglioramento del servizio offerto alla clientela e del servizio di consulenza tecnica, tramite una stretta collaborazione con i propri partner commerciali. È poi d’obbligo, oggigiorno, la rapidità delle risposte ai clienti in fase di offerta e di assortimento del materiale offerto, oltre che nella logistica, che ormai costituisce un punto fermo per garantire rapidità nelle consegne.

“Per raggiungere tali obiettivi”, ha precisato Bertinotti, “stiamo attuando una strategia di ampliamento della nostra presenza territoriale, che finora era legata soprattutto alle due Regioni che storicamente hanno creato la base del fatturato di Rives, vale a dire Lombardia ed Emilia Romagna. Peraltro, queste ultime continuano a costituire il nostro “zoccolo duro” in termini di numero di clienti serviti”.


Reshoring e diversificazione del business

La nuova sede di Rives a Nova Milanese

“Negli ultimi tempi si è verificato un ritorno in patria (il cosiddetto “reshoring”) di quelle lavorazioni che negli ultimi decenni erano state trasferite presso zone con più bassi costi del lavoro”, ha proseguito il direttore commerciale di Rives. “L’aumento dei costi che sta avvenendo anche nei paesi che fino a poco tempo fa erano “in via di sviluppo”, ha determinato una rinnovata competitività dell’industria trasformatrice italiana. La difficoltà di gestire questo ritorno di lavoro è innegabile, ma probabilmente può costituire la possibilità per ripartire con produzioni che finora erano considerate poco interessanti”.

Il mercato degli stampi per materie plastiche ha sempre costituito per Rives un settore d’estrema importanza. La proposta di prodotti specifici l’ha portata a incrementare la propria presenza nel settore, anche se molte possibilità devono ancora essere esplorate, viste le innumerevoli potenzialità di alcuni dei prodotti distribuiti. Oltre che nel mercato della plastica, Rives si propone anche in quello della tranciatura e nel settore delle macchine automatiche.

“La diversificazione ci ha sempre aiutato ad affrontare eventuali crisi di settore, ammortizzando il calo di una di queste con la crescita delle altre”, si è avviato a concludere Renato Bertinotti. “Il collo di bottiglia che l’industria sta affrontando è sicuramente legato alla mancanza di manodopera specializzata, che non sarà facilmente superabile senza interventi decisi nella formazione di nuovi operatori. L’importanza di offrire prodotti pronti all’uso si amplificherà senza dubbio e ciò potrebbe rappresentare una buona opportunità nel breve termine per un’azienda come Rives”.


Sfoglia la rivista

  • n.3 - Aprile 2024
  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Ambiente

PMI e sostenibilità, un passo alla volta

Le piccole e micro imprese sono consapevoli dell’importanza della sostenibilità, ma faticano a realizzarla perché disorientate. Per evitare perdite di tempo e risorse occorre muoversi con razionalità,

Ausiliari

Barra a dritta con New Aerodinamica

Una Pasqua indimenticabile per il team di New Aerodinamica, che, per celebrare i primi quarant’anni della sua avventura industriale, ha “salpato le ancore” per una