Purging compound per imballaggi a parete sottile

Il packaging per la cosmetica, la cura della persona e il medicale è un comparto in crescita, caratterizzato da una produzione in elevati volumi che richiede frequenti cambi colore, da gestire su stampi multicavità spesso molto complessi. È il caso di un erogatore per collirio medicato del peso inferiore a un grammo, realizzato in polipropilene nero e bianco lattiginoso mediante uno stampo a canale caldo a 32 cavità. Entrambe le tinte venivano stampate con lo stesso attrezzo. Il produttore – una multinazionale specializzata nell’imballaggio a parete sottile – ha dovuto pertanto affrontare seri problemi legati a un cambio colore estremo, che richiedeva oltre due ore di fermo macchina e generava elevate percentuali di scarto. Inoltre, data la complessità, la procedura poteva essere eseguita solo dai capiturno.

La produzione mediante stampaggio a iniezione era soggetta a 50-80 cambi di colore al mese, che richiedevano 3-4 operazioni di pulizia alla settimana, ciascuna della durata tra i 120 e i 140 minuti, con un’ovvia diminuzione dell’efficienza dell’intero processo. Dopo un’approfondita analisi, gli esperti di Chem-Trend sono riusciti a sviluppare una procedura di pulizia che permetteva a ogni operatore, in totale autonomia, di completare con successo il cambio colore, riducendo del 35% gli scarti dovuti a striature nere. La vite, il cilindro e il canale caldo sono stati trattati con il purging compound Ultra Purge™ 1001 – approvato per uso alimentare – che ha permesso di stampare componenti perfetti già pochi minuti dopo l’avvio della procedura. Oltre a migliorare la qualità del prodotto finito, il prodotto ha reso l’intero processo di pulizia più veloce del 40%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here