Polimeri semiconduttivi a basso costo e facilmente lavorabili. Finalmente realtà

cambridge 2Un gruppo di ricercatori dell’Università di Cambridge, guidati da D. Venkateshvaran e M. Nikolka, ha identificato una classe di polimeri semiconduttivi a basso costo e facilmente processabili che, nonostante abbiano una struttura molecolare apparentemente disorganizzata, possono trasportare elettroni tanto efficientemente quanto i semiconduttori inorganici cristallini a base di Gallio, tra i più comuni semiconduttori oggi utilizzati.

In questo nuovo polimero, che è un “parente” dei politiofeni, circa il 70% degli elettroni sono liberi di muoversi, mentre nei tradizionali polimeri semiconduttori, questo numero è generalmente inferiore al 50% e questo spiega le eccellenti proprietà a livello di conducibilità elettrica. Questa classe di materiali è caratterizzata dall’avere legami coniugati con elevata mobilità ma allo stesso tempo con un livello di disordine energetico estremamente basso. Poiché questi polimeri sono quasi completamente amorfi, questa scoperta potrebbe permettere la nascita di display elettronici flessibili ad alta efficienza, per lo sviluppo dei quali alcune delle più grosse multinazionali del settore stanno compiendo enormi investimenti. Gli autori non solo hanno riportato i dati sperimentali a supporto della scoperta, ma hanno anche fornito una razionalizzazione del fenomeno, che permetterà quindi nel prossimo futuro di usare un approccio simile anche per altri tipi di polimeri.

La scoperta è estremamente recente, ed è stata pubblicata sul numero di novembre della rivista Nature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here