Poliammidi sostenibili per una nuova clip di fissaggio dei fusti industriali

Condividi

Grazie a un progetto congiunto di Domo Chemicals, Ultrapolymers e Gebaplast, la filiera di distribuzione dei fusti industriali dispone ora di un nuovo metodo sicuro e sostenibile per prevenire danni e perdite.

La nuova Drumclip per il fissaggio di fusti industriali è semplice, solida e sostenibile grazie alle poliammidi Technyl® 4Earth® di Domo Chemicals

A volte una soluzione semplice può infatti cambiare le cose in meglio. È il caso di Drumclip: una clip innovativa e certificata, realizzata in poliammide sostenibile Technyl® 4Earth®, per fissare i fusti a un pallet, a un rimorchio o a un container, per il trasporto su strada, su rotaia e via mare.

“Fino ad oggi il trasporto sicuro dei fusti, per evitare spostamenti e fuoriuscite di liquidi, si è ottenuto utilizzando molteplici tipologie di reggette, ma tali soluzioni non erano ottimali. Abbiamo sviluppato una soluzione completamente nuova per un vecchio problema nel trasporto di prodotti chimici, inchiostri, adesivi o concentrati alimentari”, spiega Wouter Geldhof, proprietario della società olandese Gebaplast e mente dell’innovazione Drumclip.

Vantaggi ambientali, ma anche resistenza meccanica

Andrea Rizzo, distribution sales manager di Domo

Al fine di evitare guasti meccanici e ottimizzare il processo di stampaggio a iniezione, è stata eseguita un’analisi completa del flusso nello stampo (tramite software Moldex 3D) con Technyl® 4Earth®. Per progettare la nuova applicazione e garantire che il pezzo raggiungesse la massima resistenza, si è inoltre preso in considerazione il rinforzo con fibre di vetro.

La soluzione sostenibile si è dimostrata in grado di soddisfare tutte le specifiche meccaniche richieste dall’applicazione, oltre ad apportare un rilevante beneficio ambientale rispetto a un’alternativa fossile, pari a circa il 78% di riduzione di CO2 (il calcolo è fornito dal software LCA Simapro 9.5 in combinazione con il database Ecoinvent V3.9.1, secondo le raccomandazioni degli standard internazionali ISO 14040-44, che seguono l’approccio cradle-to-gate).

“Grazie a Ultrapolymers e all’esperienza di Domo, siamo stati in grado di individuare molto rapidamente i materiali migliori per le nostre esigenze”, conclude Wouter Geldhof. “La nostra linea Technyl® 4Earth® rappresenta una delle più ampie gamme di soluzioni poliammidiche sostenibili oggi disponibili sul mercato”, dichiara Andrea Rizzo, distribution sales manager di Domo.

“In Domo utilizziamo diverse tecnologie di riciclo per soddisfare le esigenze dei nostri clienti e trattare la più ampia varietà di scarti plastici. Il grado sviluppato per Gebaplast proviene da riciclo meccanico, che rappresenta l’opzione di riciclo più efficiente in termini di riduzione di CO2. Ha inoltre una colorazione naturale, consentendo al cliente di colorare il pezzo finale in base al suo codice di classificazione”.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

osservatorio

Osservatorio MECSPE: cresce la fiducia nel manifatturiero

Secondo l’Osservatorio MECSPE del I quadrimestre 2024, l’84% degli imprenditori è soddisfatto dell’andamento della propria azienda. Cresce l’attenzione sulla sostenibilità: in aumento le aziende che