Poliammidi autoestinguenti sostenibili per le applicazioni E&E

Condividi

Nei componenti elettrici ed elettronici (E&E), i materiali autoestinguenti senza alogenati (HFFR) sono essenziali per la sicurezza antincendio. Nello stesso tempo, i produttori vogliono ridurre l’impronta di carbonio complessiva e promuovere la circolarità dei loro manufatti, utilizzando sempre più materiali riciclati. Ora possono rispondere a entrambi gli imperativi con un’unica soluzione, grazie alla nuova gamma di poliammidi sostenibili autoestinguenti Technyl® 4earth® di Domo Chemicals (stand B01, padiglione 9P, alla fiera Plast 2023).

Poliammidi sostenibili Technyl 4Earth

Domo Chemicals fa leva sulla lunga esperienza nella tecnologia HFFR e sullo storico know how nella produzione di poliammidi riciclate per fornire soluzioni più sostenibili per il settore E&E, come le poliammidi autoestinguentiTechnyl 4earth

Con l’innovativa linea Technyl 4Earth, Domo mira ad accelerare l’utilizzo di tecnopolimeri rinnovabili e ad aumentare la gamma di applicazioni in molti settori, tra cui l’E&E. Questa gamma di poliammidi deriva da un processo brevettato che trasforma gli scarti di tessuti tecnici post industriali in poliammide di prima qualità. La tecnologia di riciclo proprietaria di Domo garantisce una qualità costante dei materiali e certezza di approvvigionamento, per soddisfare la domanda in rapida crescita di applicazioni ad alte prestazioni più sostenibili.

L’offerta attuale si divide in materiali su base PA66, derivanti da scarti post industrial di airbag riciclati, e su base PA6, prodotti con l’utilizzo di scarti di film e filati. Questi gradi sostenibili offrono livelli di prestazioni meccaniche paragonabili alle tradizionali PA6 e PA66 derivanti da materie prime fossili.

L’ambizione di Domo è quella di passare alla fase successiva del ciclo di circolarità, e cioè al riciclo di rifiuti post consumo, fornendo ai clienti una gamma più ampia di soluzioni sostenibili. L’obiettivo dell’azienda è quello di raddoppiare quest’offerta entro il 2030, riducendo al contempo l’impronta di carbonio complessiva del prodotto del 20%.

Prodotti autoestinguenti senza alogenati

Il settore E&E richiede soluzioni autoestinguenti che garantiscano i livelli richiesti di sicurezza antincendio e di prestazioni meccaniche ed elettriche. Nello stesso tempo, i produttori sono costretti ad affrontare l’importante tema della sostenibilità ambientale. Ora riusciranno a soddisfare entrambi gli obiettivi grazie alla nuova gamma Technyl 4Earth

L’azienda chimica Domo è un pioniere nello sviluppo di materiali autoestinguenti privi di alogenati, con oltre 20 anni di esperienza nel mercato. Tra i suoi materiali di riferimento vi sono, per esempio, Technyl Star S 60X1 V30 e Technyl One J 60X1 V30, rispettivamente una PA6 con tecnologia brevettata ad alta fluidità e una poliammide per alte temperature (PA66/6T), entrambe rinforzate con fibre di vetro al 30% e addizionate con ritardante di fiamma non alogenato.

Technyl 4Earth A1E 60G1 V30 è stato però il primo grado a base di PA riciclata classificato UL 94 V0 a 0,75 mm a ottenere la carta gialla, con un RTI elettrico di 130°C da 0,74 a 3 mm di spessore.

In termini di prestazioni del prodotto, si ritiene comunemente che riciclare significhi scendere a compromessi. L’offerta Technyl 4Earth autoestinguente ha invece superato questo ostacolo, fornendo lo stesso livello di prestazioni meccaniche di un materiale standard, con il 50% di materiale riciclato. Non vi è nemmeno alcun impatto sulle prestazioni elettriche, poiché la rigidità dielettrica della formulazione sostenibile equivale a quella del materiale vergine.  Domo sta ora affrontando il livello successivo di complessità, ovvero lo sviluppo di tonalità più chiare per la gamma di prodotti autoestinguenti sostenibili esenti da alogenati. Questo, per soddisfare le esigenze cromatiche dei clienti del settore E&E. L’azienda offre già comunque il grigio chiaro RAL 9001, che è il colore principale per le applicazioni elettroniche, e il RAL 9003, che risulta essere più chiaro del precedente.


Sfoglia la rivista

  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024
  • n.2 - Marzo 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Esplorando i polimeri: il polipropilene

Prosegue il viaggio nel vasto e variegato mondo dei polimeri, che ci porterà alla scoperta delle proprietà uniche di ogni materiale, delle sue applicazioni specifiche,

Ambiente

Un’alleanza contro i “falsi compostabili”

Condividere dati e informazioni per migliorare le attività di controllo e contrasto alla diffusione di falsi bioshopper e imballaggi in plastica non compostabile: è questo

Ambiente

Ambiente: dire, fare, certificare

La società Sarno Display ha fatto del rispetto per l’ambiente, il territorio e le persone la sua cifra distintiva, mettendo in atto un’azione sistematica in