Percorso creativo “Dalla materia al prodotto”

Condividi

Una fruttuosa collaborazione tra Lati3Dlab e gli studenti del corso di formazione di Design di prodotto della SSS’AA, Scuola Specializzata Superiore d’Arte Applicata di Lugano (Svizzera), ha portato a un viaggio creativo che sfida le convenzioni, partendo dai materiali per creare soluzioni innovative nell’ambito del design.

Divisione R&D di Lati Industria Termoplastici dedicata ai materiali per la stampa 3D, Lati3Dlab ha infatti presentato il progetto “Dalla Materia al Prodotto”, sviluppato in collaborazione con la SSS’AA. Lati3Dlab ha condiviso le proprie conoscenze sui materiali polimerici per la stampa 3D con gli studenti di Design di Prodotto attraverso alcune presentazioni. La prima, presso la sede di Trevano, a Canobbio (Svizzera), ha introdotto i ragazzi al mondo dei compound termoplastici tecnici, mentre la successiva visita presso la sede Lati a Vedano Olona (Varese) ha permesso agli studenti di entrare nel vivo della stampa 3D e di visitare i nostri laboratori per “toccare con mano” la nostra realtà industriale.

Soluzioni ingegnose e inaspettate

Gli studenti e i docenti della SSS’AA che hanno partecipato al progetto “Dalla Materia al Prodotto”, frutto della collaborazione tra l’istituto svizzero e Lati3Dlab

Il progetto si distingue per un approccio unico e non convenzionale: sono stati scelti tre materiali tecnici per stampa 3D sviluppati da Lati3Dlab, illustrandone le peculiarità. Gli studenti avevano quindi il compito di sviluppare un nuovo oggetto di design che valorizzasse tali materiali. Un aspetto interessante, e allo stesso modo affascinante, riguardava l’approccio e la metodologia che, di fatto, non prevedeva il bisogno specifico di un prodotto di design, bensì di partire dal materiale, quindi da una condizione “finale” e di rappresentazione, per riprodurre al meglio le caratteristiche dello stesso.

Una partnership unica, che unisce industria e istruzione, ridefinendo i confini dell’innovazione nel settore tecnico-artistico

“Il risultato è stato un enorme arricchimento reciproco”, ha commentato Francesco Manarini, product development manager di Lati. “Lati3Dlab ha scoperto nuove applicazioni nel design dei nostri materiali, con soluzioni ingegnose e inaspettate. Gli studenti, dal canto loro, hanno affrontato in modo non convenzionale il tema dei materiali e delle loro applicazioni, partendo dai materiali stessi e non dall’oggetto finale. Questo metodo ha permesso loro di approcciare il problema in modo creativo, trovando soluzioni innovative e affrontando le sfide reali del design applicato all’industria”.

“Il progetto “Dalla Materia al Prodotto” rappresenta una nuova frontiera nell’educazione tecnica e artistica, evidenziando l’importanza della materia prima nella progettazione”, si è avviato a concludere Francesco Manarini. “La collaborazione con Lati ha creato un ponte tra il mondo accademico e quello industriale, arricchendo entrambe le parti coinvolte. Siamo entusiasti dei risultati ottenuti e delle competenze acquisite dagli studenti, e guardiamo con entusiasmo ai futuri sviluppi di questa partnership”.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

osservatorio

Osservatorio MECSPE: cresce la fiducia nel manifatturiero

Secondo l’Osservatorio MECSPE del I quadrimestre 2024, l’84% degli imprenditori è soddisfatto dell’andamento della propria azienda. Cresce l’attenzione sulla sostenibilità: in aumento le aziende che