Numero record di appuntamenti fieristici per Elesa

Condividi

Dopo lo stop forzato imposto dalla pandemia, Elesa, azienda italiana specializzata in progettazione e produzione di componenti in tecnopolimero e metallo, ha chiuso il 2022 con all’attivo un numero di presenze alle fiere di settore davvero da record. Da Ipack-Ima, che ha aperto la stagione a maggio, passando per SPS Italia, Industrie Hannover Messe, Mecspe, Bimu, Bauma, Euroblech ed Eima, nel corso del 2022 la capogruppo monzese ha portato la propria gamma di prodotti in otto fiere nazionali e internazionali.

Una selezione di componenti Elesa dal catalogo dell’azienda

Ma in realtà, grazie alle varie filiali presenti in tutto il mondo, i componenti di Elesa sono stati esposti in oltre 120 fiere di settore, a testimonianza del fatto che questi appuntamenti rappresentano ancora un importante momento di scambio d’informazioni con i mercati locali. Scambio che consente, da un lato, di garantire un puntuale aggiornamento su nuovi prodotti e servizi e, dall’altro, di recepire le nuove esigenze e tendenze del mercato.

“Abbiamo registrato un’affluenza che conferma la piena ripresa anche del settore fieristico”, spiega Fabio Invernizzi, group sales & marketing manager di Elesa. “Alle fiere a cui abbiamo partecipato direttamente, tramite la casa madre, si aggiungono le altre 43 fiere delle nostre 14 filiali estere e quelle organizzate dai nostri partner commerciali locali. Un investimento importante in termini economici e di risorse, ma che, siamo certi, continuerà a dare buoni frutti. Per il 2023 prevediamo di ampliare ulteriormente la nostra presenza a fiere in Italia e all’estero, principalmente in Germania, che coprono diversi settori merceologici nei quali trovano applicazione i prodotti di Elesa. Come di consueto, i visitatori saranno accolti allo stand dai commerciali di zona, ma anche da nostro personale vendite interno: un’ottima occasione per incontrarsi personalmente o ritrovarsi e mantenere vive le relazioni e il dialogo”.

Lo stand di Elesa alla fiera Ipack-Ima (Milano, 3-6 maggio 2022)

“Ma, oltre al tema delle relazioni commerciali, le fiere sono anche un momento di aggiornamento tecnico. Per questo non mancheranno le novità sui prodotti e sui servizi, di cui daremo notizia nel corso dell’anno, prima di ciascun evento”, conclude Invernizzi.


Sfoglia la rivista

  • n.3 - Aprile 2024
  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Esplorando i polimeri: il polietilene

Questa nuova rubrica della rivista Plastix nasce dalla consapevolezza che molti professionisti del settore materie plastiche provengono da ambiti diversi e non hanno sempre una

Stampa 3D: robusta ma “carente di ferro”

Una recente indagine su un campione d’imprese italiane ha permesso di evidenziare come la manifattura additiva e gli operatori che la propongono in un’ottica di