Giunti rotanti per applicazioni critiche nell’industria delle materie plastiche

Condividi

Compie vent’anni l’azienda milanese Johnson-Fluiten. Nata nel 2003 come joint venture fra Kadant-Johnson (allora “The Johnson Corporation”) e Fluiten per la progettazione e la produzione di soluzioni per applicazioni con acqua, vapore, olio e fluidi refrigeranti, unisce gli aspetti migliori delle due costituenti: una multinazionale americana con novant’anni di storia alle spalle e un’azienda italiana apprezzata per la sua creatività e la flessibilità.

Il giunto rotante serie RH di Johnson-Fluiten

La società Johnson-Fluiten è nota a livello internazionale per la produzione di giunti rotanti caratterizzati da elevata flessibilità e sicurezza. Il cuore del prodotto è la qualità della tenuta meccanica: la leadership di Fluiten in questo settore si è trasferita all’offerta di Johnson-Fluiten, che è tra le poche aziende produttrici di giunti rotanti a utilizzare anelli di tenuta fabbricati in casa, anziché ricorrere a subfornitori. Il pieno controllo su tutti i componenti, giunto e tenuta, si riflette quindi sulla qualità del prodotto finito. La tolleranza nei confronti delle perdite è prossima allo zero, anche in caso di applicazioni critiche con elevata velocità, temperatura e pressione.

I giunti rotanti di Johnson-Fluiten trovano applicazione in molteplici segmenti industriali. Quelli più apprezzati negli impianti per la lavorazione di materie plastiche – e, in particolare, nei sistemi per il riscaldamento o il raffreddamento e nelle applicazioni di stampaggio a iniezione – sono: il giunto rotante serie RH e il giunto rotante Z.

Il giunto rotante serie RH è quello più comunemente utilizzato con acqua e olio per il riscaldamento dei cilindri. Viene realizzato nella versione a 1 o 2 vie, con l’impiego di un tubo interno fisso o rotante per la contemporanea immissione ed estrazione del fluido. Le connessioni al cilindro e ai tubi flessibili possono essere filettate o flangiate, a seconda dell’applicazione e delle necessità dell’impianto. La possibilità di variare i materiali per quanto riguarda sia le tenute che il corpo e il supporto, permette alla serie R di essere utilizzata in quasi tutti i settori d’utilizzo del giunto rotante.

Il giunto rotante Z è disponibile nelle dimensioni da 19 a 102 mm, a semplice e doppio passaggio, con imbocchi filettati e flangiati

Il giunto rotante Z è invece progettato per applicazioni con olio diatermico ad alta temperatura ed è supportato da due bussole interne in grafite, che garantiscono il funzionamento fino a 500 giri e a 300°C. La tenuta è garantita da un anello in grafite impregnato con antimonio, a contatto con il rotore, e da una flangia in ghisa con trattamento superficiale QPQ.

Un’esclusiva Johnson-Fluiten è anche il Quick Replacement Design (QRD): una tecnologia che permette di ridurre gli eventuali interventi di manutenzione a una questione di pochi minuti. Infine, l’azienda si distingue per il magazzino completamente automatizzato e rispondente ai criteri della smart factory, che permette di evadere una notevole percentuale degli ordini in 24 ore.


Sfoglia la rivista

  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024
  • n.2 - Marzo 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Esplorando i polimeri: il polipropilene

Prosegue il viaggio nel vasto e variegato mondo dei polimeri, che ci porterà alla scoperta delle proprietà uniche di ogni materiale, delle sue applicazioni specifiche,

Ambiente

Un’alleanza contro i “falsi compostabili”

Condividere dati e informazioni per migliorare le attività di controllo e contrasto alla diffusione di falsi bioshopper e imballaggi in plastica non compostabile: è questo

Ambiente

Ambiente: dire, fare, certificare

La società Sarno Display ha fatto del rispetto per l’ambiente, il territorio e le persone la sua cifra distintiva, mettendo in atto un’azione sistematica in