Coripet e Comune di Sassari insieme per il riciclo del PET

Condividi

Da sabato 11 marzo sono attivi a Sassari quattro ecocompattatori di Coripet per il riciclo del PET. Tutti i particolari di questo nuovo progetto, che si affianca alla tradizionale raccolta differenziata, sono stati presentati proprio l’11 marzo dall’assessore all’Ambiente Antonello Sassu, dalla dirigente Marge Cannas e da Paolo Cancellieri, responsabile tecnico commerciale di Coripet per la Sardegna. L’idea di Coripet è semplice: riciclare non farà bene solo all’ambiente urbano, ma premierà anche i cittadini virtuosi. Questi ultimi, grazie all’App Coripet, scaricabile da smartphone, possono accedere alla macchina “mangia plastica”, inserire le bottiglie e guadagnare punti. Una bottiglia vale 1 punto e con la raccolta dei punti si ha diritto a diversi buoni sconto del circuito “Coripet Ti Premia”. Inoltre, il Comune di Sassari ha attivato una convenzione con l’ATP (Azienda Trasporti Pubblici) e chiunque conferirà 500 bottiglie potrà ottenere un carnet di 12 biglietti per corsa semplice, validi 90 minuti, sul circuito ATP. Le bottiglie conferite devono essere vuote, non schiacciate, con tappo, etichetta e codice a barre leggibile.

I quattro ecocompattatori per il riciclo del PET sono posizionati in viale Italia, all’Emiciclo Garibaldi, in piazzale Segni, in via Padre Ziranu e in via Kennedy/piazza San Giovanni Bosco, a Sassari

I commenti dei promotori del progetto

“Con questa iniziativa, l’amministrazione comunale prosegue nel suo percorso di miglioramento della raccolta differenziata, in particolare della plastica”, afferma Antonello Sassu, assessore all’Ambiente e al verde pubblico. “Importante, in questo senso, la collaborazione con i cittadini, mettendo sempre al primo posto la tutela del territorio per raggiungere tutti insieme l’obiettivo di una città più pulita, sostenibile, accogliente e quindi più bella”.

“Siamo molto soddisfatti di installare i nostri ecocompattatori nel Comune di Sassari”, racconta Monica Pasquarelli, responsabile ecocompattatori di Coripet, il consorzio volontario, senza scopo di lucro, che ha come mission la raccolta e l’avvio a riciclo delle bottiglie in PET dopo il loro utilizzo. “Un territorio meraviglioso, che speriamo di contribuire a preservare, valorizzandone pertanto le caratteristiche. Il nostro obiettivo è anche quello di contribuire a creare consapevolezza e rispetto per l’ambiente, sensibilizzando i cittadini. Intendiamo inoltre fare cultura sul riciclo, creando una certa curiosità su un oggetto, la bottiglia in PET, che se adeguatamente riciclato può essere valorizzato a vantaggio della collettività”.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare