Azionamenti innovativi per presse elettriche

Presentata in anteprima al K2019 da Plastic Metal, la nuova pressa ad azionamento elettrico Elettryka 280 è una delle primissime macchine per lo stampaggio a iniezione a montare l’unità motore Pompa Elettro Idrostatica (EPU) sviluppata da Moog, capace di combinare i vantaggi dell’azionamento idraulico con quello elettromeccanico. EPU è il cuore dell’attuazione elettro-idrostatica e favorisce l’implementazione di un sistema di trasmissione decentralizzato. Dal design compatto, il gruppo possiede un’interfaccia per la connessione diretta ai cilindri, riducendo così il fabbisogno di spazi aggiuntivi su ogni asse e il numero dei componenti. Inoltre, può raggiungere elevate forze, ponendosi in questo modo come alternativa all’attuazione elettro-idraulica.

Grazie all’attuatore “oil-embedded” messo a punto da Moog, la pressa Elettryka 280 si caratterizza per migliore efficienza, bassi consumi (inferiori anche del 30%) e ridotti costi di manutenzione rispetto alle soluzioni ibride oggi in commercio. «Un sistema che è destinato a cambiare radicalmente lo scenario di mercato, fino ad oggi orientato verso soluzioni ibride elettriche-idrauliche e ad ovviare alla strutturale inferiorità di potenza dell’elettrico» afferma Moog.

L’unità EPU è dotata di un componente oleodinamico a circuito chiuso, che riduce la complessità e i costi associati alla gestione dell’olio, come le centraline idrauliche e le tubazioni complesse tipiche dei sistemi idraulici e ibridi, contenendo anche gli ingombri della parte impiantistica.

La nuova generazione di presse elettriche Elettryka risponde ai criteri della fabbrica intelligente, riassunti dal paradigma Industria 4.0: è infatti già predisposta per l’interconnessione alla rete aziendale e ai sistemi informatici per la gestione della produzione. Grazie alla presenza di sensori intelligenti, è possibile attivare servizi di monitoraggio dei parametri di processo “on premise” e in remoto, fino a implementare servizi di manutenzione preventiva o predittiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here