Arburg a Mecspe: tecnologia medicale e debutto italiano per la stampante TiQ5 Pro

Condividi

Il settore medicale impone standard qualitativi e di sicurezza molto elevati, che richiedono particolare attenzione lungo l’intera filiera produttiva e di approvvigionamento dei materiali. Monitoraggio e digitalizzazione restano due requisiti indispensabili per la realizzazione di articoli sicuri e di qualità.

Presso lo stand C36, nel padiglione 36 della fiera Mecspe (Bologna, 6-8 marzo 2024), l’attenzione si concentrerà proprio su un’applicazione per l’industria medicale messa a punto dal noto costruttore di sistemi per lo stampaggio a iniezione Arburg. L’azienda dimostrerà infatti la propria esperienza nel campo delle tecnologie per il settore tecnico-medicale esponendo la pressa full-electric Allrounder 520 A 1500 400, ideale per l’impiego in camera bianca e in grado di soddisfare i più esigenti requisiti della classe ISO 7, garantendo la produzione di pezzi con un’elevata precisione.

Caratteristiche della macchina e dell’applicazione esposta a Bologna

Il sistema ALS di Arburg documenta tutte le informazioni rilevanti in modo permanente e tracciabile, con valori di riferimento e statistiche sempre aggiornate

La pressa elettrica Allrounder 520 A 1500 400, esposta nella versione di potenza “Ultimate” (vedi foto d’apertura, ndr), è progettata appositamente per processi rapidi e complessi. Uno stampo a 4 cavità della società Kebo viene utilizzato per fabbricare un corpo siringa in 9 secondi, in polipropilene Bormed RF825MO di Borealis. Il materiale, particolarmente innovativo poiché a cristallizzazione rapida, consente di ottenere un tempo di ciclo veloce, un’elevata trasparenza e brillantezza e un buon equilibrio tra rigidità e resistenza all’impatto. Punto di forza della macchina sono i precisi servomotori della consociata AMKmotion, azionati da attuatori filettati a rulli planetari, che garantiscono un posizionamento preciso e riproducibile dello stampo.

Il gruppo di chiusura a ginocchiera, l’alto rendimento degli azionamenti servoelettrici e il recupero di energia in rete durante la fase di frenata rappresentano la base per un’elevata efficienza energetica di tutte le presse elettriche Allrounder. Gli azionamenti e i sistemi spindle, chiusi e raffreddati a liquido, funzionano a bassi livelli di rumorosità, evitando l’inquinamento da polvere e la turbolenza dell’aria.

Processo di produzione controllato

Per quest’applicazione di tecnologia medicale, la pressa, dotata dell’unità di comando Gestica, è equipaggiata con pratiche App e funzioni digitali per soddisfare i requisiti di tracciabilità e qualità del pezzo, mantenendo al contempo una produttività elevata. Pacchetti d’aiuto e altri componenti su misura d’Industria 4.0 supportano attivamente l’operatore. L’unità Gestica è di facile utilizzo e consente d’integrare direttamente robot e unità periferiche garantendo processi rapidi e affidabili. Il software e la tecnologia macchina interagiscono perfettamente monitorando e mantenendo stabile il processo produttivo, con il risultato di una produzione di qualità e a zero difetti.

L’applicazione in mostra sarà inoltre connessa con il MES (Manufacturing Execution System) di Arburg, il sistema ALS con il quale è possibile acquisire e analizzare in tempo reale i dati di processo, aumentando così sensibilmente l’efficienza produttiva e la trasparenza nella produzione.

Prima italiana per la nuova stampante Innovatiq TiQ5 Pro

La nuovissima stampante 3D Innovatiq TiQ5 Pro farà il suo debutto italiano alla fiera Mecspe di Bologna

La TiQ 5 Pro è una macchina per la produzione 3D di componenti con “taglia XL”. È infatti dotata di una camera di costruzione di 500x400x450 mm e risulta versatile grazie alla sua piattaforma per materiali aperta. Si tratta di un sistema completo, con letto a pressione sottovuoto e camera di riscaldamento attiva, che garantisce affidabilità anche in caso di lavori di stampa lunghi, con materiali duri o morbidi e con plastiche fibrorinforzate o ad alta temperatura.

Dotata del sistema CNC GestiQ-Pro, offre un’interfaccia utente intuitiva e avanzate funzionalità che semplificano il processo. La testa di stampa CoreLine migliora la precisione e riduce i rischi di “collisione”. Il doppio estrusore, capace di raggiungere i 400°C, espande la gamma di materiali lavorabili offrendo maggiore flessibilità. Il piano di stampa sottovuoto assicura invece stabilità e aderenza superiori, migliorando la qualità del prodotto finito. La funzione SmartStart, con il suo sistema di livellamento automatico e calibrazione dell’ugello, ottimizza infine l’inizio di ogni stampa, rendendo la TiQ5 Pro ideale per un’ampia varietà di applicazioni industriali, dalla prototipazione rapida alla produzione di componenti complessi.

Arburg a Mecspe Lab – Spazio Innovazione

Una pressa ibrida Allrounder 470H 1000 290 Comfort sarà esposta presso il Mecspe Lab – Spazio Innovazione (BolognaFiere, 6-8 marzo 2024)

“Dove ci sono innovazione e nuove sfide da affrontare Arburg è sempre presente”, afferma Raffaele Abbruzzetti, AD di Arburg Italia. “Quest’anno abbiamo accettato la scommessa e abbiamo aderito con entusiasmo all’iniziativa dimostrativa Mecspe Lab – Spazio Innovazione, dove, insieme ad altri partner coinvolti nel progetto, lavoriamo con lo sguardo orientato al futuro e alla sostenibilità”.

Nell’aera espositiva Mecspe Lab – Spazio Innovazione, presso il Centro Servizi di BolognaFiere – Ingresso Costituzione, la nuova pressa ibrida Allrounder 470H 1000 290 Comfort, lanciata lo scorso anno per il centenario dell’azienda della famiglia Hehl, sarà equipaggiata con uno stampo realizzato tramite produzione additiva con metallo. La macchina stamperà il componente di un dispositivo GPS, utilizzato per salvare vite umane in caso di valanghe.

La nuova e sofisticata tecnologia di questa pressa ibrida convince su tutta la linea per il risparmio energetico e di risorse, l’efficienza produttiva, la facilità d’uso e l’affidabilità. A seconda dell’applicazione, con le varianti “Comfort”, “Premium” e “Ultimate”, i costi d’acquisto e d’esercizio si possono ridurre fino al 50% e le emissioni di CO2 possono diminuire di ben 12000 kg.


Sfoglia la rivista

  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024
  • n.8 - Novembre 2023


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Componenti

Rondelle di contrasto e ugelli stampati in 3D

Con Monolith® ed Energy Blocker®, Ermanno Balzi (stand C42, pad. 36, alla fiera Mecspe) presenta due prodotti di spicco dell’azienda tedesca Witosa, di cui è

Ausiliari

Soluzioni di successo per i tubi da drenaggio

Nota a livello internazionale per la produzione d’impianti per profili in plastica, dal 2012 Baruffaldi Plastic Technology progetta e costruisce anche macchine di fine linea