Antonio Rampone di Negri Bossi: “Segnali concreti di ripresa dal mercato europeo”

Antonio Rampone, Sales Manager di Negri Bossi

Nonostante l’emergenza sanitaria ci abbia costretto a rallentare l’attività nel primo semestre del 2020, la vivacità del mercato rilevata nella seconda metà dell’anno ci ha consentito un forte recupero, tanto che siamo riusciti a chiudere in positivo rispetto al 2019. Un risultato insperato, almeno in primavera, che siamo riusciti a mettere a segno – ne sono convinto – puntando soprattutto su un’assistenza tecnica costante e puntuale, anche nel periodo peggiore del lockdown.

Ritengo che gli end user abbiano apprezzato il nostro servizio di supporto, consolidando e ritrovando la fiducia nel marchio e in un rapporto che oggi è tornato alla consueta vivacità. Nella primavera dell’anno scorso, nonostante le difficoltà logistiche, siamo riusciti a sostenere diversi progetti in collaborazione con clienti che, per superare le momentanee criticità del mercato, hanno deciso di riconvertire la produzione, focalizzandosi su dispositivi medicali di protezione individuale, come gli occhiali e gli schermi facciali realizzati da Complastic di Valle di Maddaloni (Caserta). In aprile, inoltre, abbiamo avviato la produzione di mascherine protettive in gomma termoplastica, la cui distribuzione è stata affidata alla protezione civile.

Fortunatamente, all’inizio dell’estate, il mercato è cambiato e abbiamo assistito una discreta ripresa, trainata in particolare dal mercato europeo, sostenuto dagli incentivi finalizzati alla transizione 4.0. La domanda è legata al miglioramento del controllo dei processi industriali, ma soprattutto alla digitalizzazione con un occhio sempre più attento alle operazioni da remoto. Aspetti, questi, che riusciamo a soddisfare attraverso il collaudato sistema Amico 4.0 che, dal 2001, permette la connessione delle presse Negri Bossi e dei robot Sytrama per teleassistenza e gestione della produzione e della qualità.

Nei primi mesi del 2021 la situazione è decisamente migliorata rispetto alla fine dell’anno scorso e oggi possiamo guardare al futuro con fiducia. La situazione pandemica sta migliorando gradualmente e il mercato sta mostrando una vivace ripresa, soprattutto in Europa da cui stiamo ricevendo segnali e risultati concreti. Il riallineamento dell’offerta commerciale e la riorganizzazione dei servizi in seguito alla nostra acquisizione – a fine 2019 – da parte del gruppo giapponese Nissei Plastic Industrial, che sembrava aver subito una battuta d’arresto a causa dell’emergenza sanitaria, sta volgendo a conclusione. Forti della consapevolezza di poter contare su un solido partner industriale e sul know-how della nostra squadra, che recentemente è stata ampliata, siamo pronti ad aggredire il mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here