Anticipazioni a Milano sul programma di RoCollectible e RoPlastic Prize

Condividi

Si è tenuta lo scorso 15 marzo, presso la Galleria Rossana Orlandi di Milano, la conferenza stampa di presentazione dei progetti RoCollectible, RoPlastic Prize e RoGuiltlessPlastic, realizzati in occasione della prossima edizione della Milano Design Week, che si svolgerà dal 16 al 23 aprile 2023.

RoCollectible 2023

Un momento della conferenza stampa del 15 marzo, a Milano

Per questa edizione di RoCollectible, il programma prevede l’inaugurazione, per ospiti e stampa (su invito), domenica 16 aprile, dalle 09.30 alle 12.00, mentre l’apertura gratuita al pubblico sarà dal pomeriggio del 16 aprile fino al 23 aprile (orario: 9.30-20.00, eccetto il 19 aprile, dalle 09.30 alle 17.00), presso il RoDistrict (Galleria Rossana Orlandi) di via Matteo Bandello 14 e 16, a Milano.

Alla mostra RoCollectible 2023, curata da Rossana Orlandi, partecipano gli artisti e designer: Sophie ldering, Alcarol, Altreforme, Matteo Cibic, Andrea Claire, Jan Ankiersztajn, Anotherview, Atelier oï, Baroncelli, Bottega d’Arte, Iris Ceramica, Alvaro Catalán De Ocón, C design, Alessandro Ciffo, Manu Crotti, Enrico Marone Cinzano, Dam Atelier, Draga & Aurel, FeUSE, Corradino Garofalo, Jacopo Gonzato, Kim Heewon, Piet Hein Eek, Henzel Studio, Trent Jansen, Jordan the Artisan, KCDF, Thomas Kucera, Rafael Lanfranco, Kiko Lopez, Alexander Lotersztain, Mandalaki, Morghen Studio, Benedetta Mori Ubaldini, Yukiko Nagai, Nakao, Nature Squared, Dean Norton, Ochre, Oksana, Elisa Ossino, Milan Pekar, Johan Pertl, Ian Plechac, Prisc Porcelain, Lucas Recchia, Manuel Sanchez Algora, Diederik Schneemann, Forbo, Stefan Scholten, Palomba & Serafini Studio per In Aeras, Secondome, Budde per Solid Nature, Solinfo, Studio Moon, Studio Remy, David Valner, Vezzini & Chen, Grainne Watts, We+, Lyle Xoxo, Yellowdot Studio, Volevatch, Silvia Zagni e Andrea Zambelli.

RoCollectible accoglierà inoltre la presentazione di Citroën Oli (stessa pronuncia di all-ë,“electric for all”): il prototipo di design di vettura (che mai lo diventerà), da recepirsi come manifesto concettuale per le varie soluzioni sostenibili e responsabili che si potranno trovare sui prossimi modelli del brand. Anche quest’anno la Galleria Rossana Orlandi ospita gli operatori del design internazionale accogliendoli nella veranda con un servizio di coffee & lunch.

L’immagine ufficiale del concorso RoPlastic Prize 2023

RoGuiltlessPlastic 2023

Spinte dall’attenzione mediatica, Rossana Orlandi e la figlia Nicoletta affrontano con spirito critico il tema dei rifiuti generati dalla plastica, scegliendo di diventare parte attiva nel trovare soluzioni e nuove opportunità di riuscita. Nasce così RoGuiltlessPlastic, con il premio e i vari eventi di ogni edizione: un progetto-manifesto globale di divulgazione, sensibilizzazione e coinvolgimento rivolto non solo a designer e artisti, ma anche a un pubblico eterogeneo che vede la partecipazione di privati, aziende e istituzioni internazionali.

Il RoPlastic Prize, la challenge globale rivolta ai creativi di tutto il mondo, senza limiti di età e professione, è l’evento di punta di tutto il progetto RoGuiltlessPlastic. Il programma 2023 prevede l’inaugurazione dell’esposizione dei progetti finalisti del RoPlastic Prize 2023, per ospiti e stampa (su invito), lunedì 17 aprile, dalle 09.30 alle 12.00, mentre l’apertura gratuita al pubblico sarà dal pomeriggio del 17 aprile fino al 23 aprile (orario: 9.30-20.00, eccetto il 19 aprile, dalle 09.30 alle 17.00), sempre presso il RoDistrict ma all’interno di Palazzo Bandello, in via Matteo Bandello 22, a Milano.

La cerimonia di premiazione del concorso RoPlastic Prize sarà invece giovedì 20 aprile, dalle 18.00 (a seguire light cocktail – su invito) presso la Triennale di Milano.

È infatti il RoPlastic Prize, la challenge globale di RoGuiltlessPlastic, il protagonista della quinta edizione del progetto internazionale, firmato e curato da Rossana Orlandi e da sua figlia Nicoletta Orlandi Brugnoni per sensibilizzare e coinvolgere la Design Community verso il riciclo, il riuso e l’upcycle dei materiali, per una produzione più responsabile e sostenibile.

I numeri dell’edizione 2023 del RoPlastic Prize

Sono tre le categorie del concorso (Art & Collectible Design, Emerging High Technology e Inspiring Learning Project), a cui si sono iscritti oltre 600 partecipanti, da 73 paesi, con un’età media che quest’anno è aumentata sensibilmente, ai 40 anni. 194 è il totale dei finalisti, con un’età media particolarmente alta in questa edizione (30-35 anni). I progetti finalisti saranno protagonisti di una “exhibition collettiva” curata da Nicoletta Orlandi Brugnoni e ospitata sempre a Palazzo Bandello. La giuria internazionale è composta da: Stefano Boeri (Triennale Milano), Jessica Chong Pui Pui Henderson (Land Dvlp), Giovanni de Niederhauser (Pininfarina), Flavien Gaillard (Christie’s), Luciano Galimberti (ADI Design), Marva Griffin Whilshire (SaloneSatellite), Amit Gupta (STIR), Cyrill Gutsch (Parley for the Oceans), Benedict Hobson (Dezeen), Stephanie Ingrassia (Brooklyn Museum), Simone Maccagnan (Gimac), Whitney Robinson (DW NorthStar), Luca Ruini (Conai), Jana Zielinski (Prague Design Blok) e Francesco Zurlo (School of Design, Politecnico di Milano).

Sarà questa, durante il Jury Meeting di martedì 18 aprile, a decretare i vincitori – uno per categoria – a cui andrà un premio di 10 mila euro in occasione della Award Ceremony di giovedì 20 aprile, quest’anno ospitata nella prestigiosa cornice della Triennale di Milano.

“Ogni anno curare e produrre il RoPlastic Prize è sempre più entusiasmante”, commenta Nicoletta Orlandi Brugnoni, curatrice del premio giunto alla sua quinta edizione. “È un lavoro che dura un intero anno, partendo da un’analisi del settore e del tema per decidere le categorie che lo comporranno. Vi è poi il coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado, per lanciare la call: sempre più numerose le università e gli istituti di ricerca. Non ultimo, la grande soddisfazione di percepire l’entusiasmo dei partecipanti e seguire negli anni l’evoluzione e, spesse volte, il successo e la realizzazione dei progetti presentati nel corso delle varie edizioni”.


Sfoglia la rivista

  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024
  • n.8 - Novembre 2023


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Componenti

Rondelle di contrasto e ugelli stampati in 3D

Con Monolith® ed Energy Blocker®, Ermanno Balzi (stand C42, pad. 36, alla fiera Mecspe) presenta due prodotti di spicco dell’azienda tedesca Witosa, di cui è

Ausiliari

Soluzioni di successo per i tubi da drenaggio

Nota a livello internazionale per la produzione d’impianti per profili in plastica, dal 2012 Baruffaldi Plastic Technology progetta e costruisce anche macchine di fine linea