VSF 2024: insieme per una maggiore sostenibilità del PVC, in Europa e nel mondo

Condividi

All’insegna del motto “Together Towards Higher Ambitions”, giovedì 23 maggio si è tenuto a Colonia il VinylPlus Sustainability Forum 2024, principale evento internazionale sulla sostenibilità del PVC.
Il VSF 2024 ha riunito oltre 190 delegati provenienti da 22 paesi, in rappresentanza del governo nazionale e degli Stati federati della Germania, del mondo accademico, di progettisti e architetti, riciclatori e della filiera europea del PVC.

Together Towards Higher Ambitions”non è soltanto uno slogan, ma esprime la consapevolezza della necessità di lavorare insieme verso obiettivi comuni, non solo lungo la filiera del PVC, ma collaborando attivamente con gli Stati Membri e le istituzioni europee, con il mondo accademico e con altri stakeholder e settori industriali. Questa consapevolezza è sempre più condivisa e iniziative quali la futura strategia di sviluppo industriale dell’UE, che sollecita una profonda trasformazione sistemica orientata alla resilienza, consentendo e accelerando al contempo la transizione verso ambizioni di maggiore sostenibilità in Europa e nel mondo, possono contribuire a rafforzare l’azione dell’industria per la sostenibilità.

Azioni per il clima, l’economia circolare e la giustizia sociale

Il 12° Forum sulla Sostenibilità di VinylPlus ha ribadito che, quando si condividono obiettivi comuni in termini di innovazione, trasformazione industriale e competitività, politica e industria possono ottenere un’azione più rapida e un cambiamento positivo a livello dell’UE e globale

“Il titolo del vostro forum contiene due elementi molto importanti: condivisione e ambizione”, ha dichiarato Mona Neubaur, vicepremier e Ministro di Economia, Industria, Azione per il Clima ed Energia dello Stato della Renania settentrionale-Vestfalia. “Le sfide che società ed economia si trovano a fronteggiare dovrebbero essere affrontate insieme. Le soluzioni devono essere supportate da tutti e il dialogo sulla giusta strada da percorrere è essenziale. L’attuale trasformazione industriale è un compito che dobbiamo accettare e plasmare insieme, e dobbiamo tenere alte le ambizioni perché sono necessari standard elevati per mantenere la competitività”.

“Dobbiamo realizzare una trasformazione fondamentale dell’economia: le azioni per clima, economia circolare e giustizia sociale dovrebbero essere al centro delle nostre attività economiche”, ha esortato Svenja Schulze, rappresentante del Ministero Federale tedesco per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico. “Abbiamo bisogno di impegni del settore privato come VinylPlus. Il vostro impegno per un materiale sostenibile, più riciclo e meno rifiuti è molto importante. Vorrei incoraggiare tutti voi a continuare sistematicamente i vostri sforzi nel lavoro che state svolgendo”.

Le conclusioni dell’ultimo Progress Report di VinylPlus

Il presidente di VinylPlus, Karl-Martin Schellerer

Introducendo i principali risultati del 2023, riportati nel Progress Report 2024 di VinylPlus, Karl-Martin Schellerer, presidente di VinylPlus, ha sottolineato come il 2023 sia stato un anno molto impegnativo per VinylPlus. L’industria del PVC ha continuato ad affrontare sfide normative e macroeconomiche senza precedenti, che hanno ovviamente avuto un impatto anche sul riciclo di PVC e sulla domanda di riciclati. Nel 2023, nonostante un calo significativo della domanda di PVC, sono state riciclate 737645 tonnellate di rifiuti in PVC nell’ambito di VinylPlus, in diminuzione rispetto all’anno precedente. Tuttavia, allo stesso tempo, la quota di rifiuti post consumo e pre-consumo riciclati e registrati è rimasta stabile.

“VinylPlus intende rimanere una capofila dell’economia circolare, continuando a spingere il riciclo e garantendo l’uso sicuro e sostenibile dei riciclati”, ha dichiarato Schellerer. “Recovinyl® ha svolto un ruolo di primo piano nella costituzione di PolyREC®, e del suo sistema comune di raccolta dati RecoTrace®, che è ora un modello per molti altri settori. Vorrei anche sottolineare il nostro impegno verso la carbon neutrality e la riduzione dell’impronta ambientale, nonché la nostra continua ricerca e il sostegno a tecnologie di riciclo innovative. Inoltre, il VinylPlus® Product Label ha ottenuto l’accreditamento a livello europeo e diversi partner di VinylPlus si sono impegnati a ottenere le VinylPlus® Suppliers Certifications”.

Alcuni esempi di azioni concrete per la sostenibilità

Charlotte Röber, amministratore delegato di VinylPlus

Riflettendo sulla prima sessione:“Towards Meeting EU and Global Ambitions”, Charlotte Röber, amministratore delegato di VinylPlus, ha commentato: “Un dialogo franco come questo dimostra quanto sia importante continuare a trarre ispirazione da esperienze diverse e incorporare prospettive e punti di vista differenti. Da oltre 20 anni, VinylPlus è all’avanguardia nella sostenibilità e nell’economia circolare. Ma per fare questo, è essenziale lavorare insieme, come filiera unita certamente, ma anche continuando a lavorare a stretto contatto con politici, altri settori industriali e partner accademici”.

“A livello europeo”, ha spiegato Charlotte Röber, “abbiamo recentemente dimostrato il nostro impegno attraverso l’importante e attivo contributo fornito all’ECHA per la preparazione del suo rapporto sull’indagine su PVC e additivi di PVC. A livello globale, stiamo partecipando attivamente alle discussioni su come eliminare l’inquinamento da materie plastiche in tutto il mondo attraverso politiche fondate sulla scienza, insieme ad altre associazioni regionali del PVC e della plastica”.

Il futuro del riciclo di PVC e il lavoro verso la carbon neutrality

Ricerca e innovazione sono elementi fondamentali negli sforzi di VinylPlus per progredire verso le sue ambizioni di circolarità. Durante il VSF 2024, il dibattito della seconda sessione si è focalizzato sul potenziale per il futuro riciclo del PVC e sul colmare eventuali carenze nei dati esistenti per migliorare l’accuratezza delle proiezioni. L’evento ha anche presentato sviluppi all’avanguardia per il riciclo di grandi volumi di rifiuti non sfruttati di PVC non riciclabile meccanicamente, con tecnologie avanzate quali il recupero di cloro in impianti di produzione di energia da rifiuti (WTE), tecnologie di pirolisi e gassificazione adatte al PVC, nonché tecnologie di depolimerizzazione e declorurazione.

La terza sessione ha analizzato come l’industria del PVC possa progredire ulteriormente verso la carbon neutrality e la minimizzazione della sua impronta ambientale, con il contributo di esperti di sostenibilità che hanno presentato esempi di iniziative concrete volte a conseguire obiettivi ambiziosi di decarbonizzazione e a trasformare rifiuti in risorse di qualità.

Le aziende premiate e le conclusioni di Schellerer

La cerimonia di premiazione delle cinque aziende che hanno ottenuto i VinylPlus® Product Label e i VinylPlus® Supplier Certificates per il 2023: Asua, Eurocompound, Finstral, Internorm e Vinilchimica. Al centro della foto: Charlotte Röber e Karl-Martin Schellerer

L’evento si è concluso con la cerimonia di premiazione per le Certificazioni di Sostenibilità VinylPlus, che ha messo in luce il contributo della filiera del PVC allo sviluppo sostenibile attraverso prodotti certificati e tracciabili. Sono state premiate le aziende partner di VinylPlus che nel 2023 hanno ottenuto il VinylPlus® Product Label (VPL), per i trasformatori di PVC, e i VinylPlus® Supplier Certificates (VSC) per i produttori di additivi e i compoundatori di PVC. In dettaglio: Asua Products (Spagna), Eurocompound (Italia), Finstral (Italia), Internorm (Austria) e Vinilchimica (Italia).

Concludendo il Forum, Karl-Martin Schellerer ha sottolineato: “Le discussioni di oggi hanno confermato la vitalità della nostra industria e la volontà di continuare a contribuire alla trasformazione sostenibile dell’economia in Europa e nel mondo. Innovazione e collaborazione rimangono le chiavi per raggiungere gli obiettivi di VinylPlus al 2030. Siamo pronti a continuare a lavorare in modo collaborativo, trasparente e costruttivo con le autorità di regolamentazione, in linea con un approccio basato su scienza ed evidenza. Per svolgere efficacemente questo lavoro, l’industria ha bisogno di poter giocare alla pari, motivo per cui chiediamo un piano d’azione globale per rendere la competitività una priorità strategica in Europa”.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Ausiliari

Lati e Maag, insieme per crescere

Per decenni Lati ha prodotto e lavorato le materie termoplastiche ad alte prestazioni con macchine di sviluppo e produzione proprie. Successivamente si è affidata sempre

Congresso delle Materie Plastiche 2024

Compound su misura e sostenibili per l’automotive

Il settore automotive sta attraversando un periodo di cambiamento profondo nella progettazione e nello sviluppo di nuovi veicoli, condizionato prevalentemente dall’introduzione di nuove tecnologie di