Trasformare le vaschette di PET post consumo in nuove soluzioni sostenibili

Condividi

Il direttore di Corepla, Giovanni Bellomi

È questa la sfida accolta da Corepla, il Consorzio nazionale per la raccolta e il riciclo degli imballaggi in plastica, e dalla società RES (Recupero Etico Sostenibile). Una partnership strategica che segna un ulteriore passo avanti verso una gestione sempre più circolare del fine vita degli imballaggi in plastica utilizzati in ambito alimentare. La collaborazione mira anche a sensibilizzare aziende, istituzioni e cittadini sull’importanza del riciclo dei materiali, al fine di promuovere una cultura della responsabilità ambientale condivisa.

“Nell’ultimo anno abbiamo avviato a riciclo circa 9000 tonnellate di vaschette in PET, però il nostro impegno verso l’innovazione e la sostenibilità non si ferma qui. Vogliamo ridefinire il futuro di questo imballaggio”, ha dichiarato Giovanni Bellomi, direttore di Corepla. “La partnership con RES è più di un semplice accordo: attraverso questa collaborazione vogliamo affrontare le sfide ambientali attuali e ispirare un cambiamento positivo nella gestione dei rifiuti a livello globale. Attraverso un approccio multidimensionale alla ricerca e all’innovazione, puntiamo a chiudere il cerchio dell’economia circolare riducendo al minimo gli sprechi, massimizzando il riciclo dei materiali e operando in ottica di sostenibilità ambientale e sociale”.

Nuove applicazioni per le vaschette in rPET

Il centro di ricerca e sviluppo di RES, l’innovatore molisano situato a Pozzilli e quotato su Euronext Growth Milan, sviluppa processi tecnologici per il trattamento e la trasformazione delle vaschette in PET, incluso il perfezionamento delle tecniche di stampaggio a iniezione per prodotti con pareti sottili e l’esplorazione di nuove applicazioni nel settore tessile.

Antonio Lucio Valerio, amministratore delegato della società RES

“RES si occupa dell’intero processo di gestione dei rifiuti con un approccio sostenibile: dalla selezione al trattamento e alla trasformazione, funzionali alla rigenerazione, al riciclo e al riutilizzo dei rifiuti come materie prime di produzione”, ha spiegato Antonio Lucio Valerio, amministratore delegato della società RES. “Come esperti del settore del ciclo dei rifiuti abbiamo costantemente cercato di valorizzare i materiali di scarto investendo in tecnologie all’avanguardia.

Grazie al nostro impegno quotidiano nella ricerca di soluzioni sostenibili e innovative, siamo oggi in grado di trasformare i rifiuti in risorse preziose”. Grazie a questa collaborazione, potrà attuarsi un miglioramento delle pratiche di raccolta e riciclo in modo da incrementare significativamente le percentuali di recupero degli imballaggi in plastica, in armonia con gli obiettivi stabiliti dalla legislazione europea.


Sfoglia la rivista

  • n.3 - Aprile 2024
  • n.2 - Marzo 2024
  • n.1 - Febbraio 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

Ambiente

PMI e sostenibilità, un passo alla volta

Le piccole e micro imprese sono consapevoli dell’importanza della sostenibilità, ma faticano a realizzarla perché disorientate. Per evitare perdite di tempo e risorse occorre muoversi con razionalità,

Ausiliari

Barra a dritta con New Aerodinamica

Una Pasqua indimenticabile per il team di New Aerodinamica, che, per celebrare i primi quarant’anni della sua avventura industriale, ha “salpato le ancore” per una