Progettare parti in plastica fibrorinforzate è più semplice con Digimat-RP/Moldex3D

Digimat RP_Moldex3D Press Release ImageLa tendenza all’alleggerimento imposta dalla riduzione dei consumi di carburante e delle emissioni inquinanti sta spingendo allo sviluppo di tecnologie innovative, tra cui lo stampaggio a iniezione direttamente nello stampo di componenti strutturali fibrorinforzati. Per risolvere le criticità di tale processo, e-Xstream engineering, un’azienda di MSC Software, ha lanciato Digimat-RP/Moldex3D, una soluzione che fornisce agli ingegneri strutturali CAE una stima accurata dell’orientazione delle fibre per le analisi a elementi finiti (FEM).
La previsione dell’orientazione delle fibre in Digimat-RP si basa sull’integrazione della tecnologia Moldex3D per la creazione della mesh, la simulazione di flusso e il calcolo dell’orientazione delle fibre. Guidando l’utente attraverso il processo, lo strumento assicura una grande produttività grazie alle funzionalità di meshing e solving automatizzate che richiedono un input minimo, e alle capacità di calcolo focalizzate sull’orientazione delle fibre.

Digimat-RP/Moldex3D beneficia della tecnologia integrativa di Digimat-RP, che consente analisi non lineari accurate dei componenti in plastica rinforzata grazie ad avanzati modelli micromeccanici di materiali non lineari e un’interfaccia utente intuitiva. Digimat-RP/Moldex3D consente analisi predittive delle parti in plastica molto più efficienti. È possibile ottenere in un solo giorno di lavoro multiple iterazioni processo/design per l’ottimizzazione del componente (per esempio in merito all’alleggerimento).

«La progettazione di parti in plastica rinforzata si basa tradizionalmente sull’approccio “black metal”, in cui il comportamento della plastica è altamente approssimato, con la conseguenza che si ottengono parti sovradimensionate o troppo pesanti», afferma il Roger Assaker, CEO di e-Xstream engineering. «Questo è dovuto alla mancanza di informazioni sul processo e di strumenti efficienti che consentano agli ingegneri strutturali di prendere in considerazione il comportamento del materiale dalle prime fasi del ciclo di sviluppo. Oggi, grazie a Digimat-RP, e all’integrazione tra Digimat-RP e Moldex3D, questo problema è risolto».

A questo link è possibile richiedere una licenza DEMO e testare con mano la facilità d’uso e l’efficienza di questa innovativa tecnologia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here