Parti di carrozzeria prodotte in un’unica fase grazie alla tecnologia Interwet-LFI

Condividi

Società del Gruppo Cannon e leader mondiale nei sistemi di dosaggio e miscelazione ad alte prestazioni e nelle tecnologie di processo, Cannon Afros ha presentato alla fiera JEC World (Parigi, 25-27 aprile 2023) la sua innovativa tecnologia Interwet-LFI (Long Fiber Injection) per il processo di coiniezione con miscelazione interna di formulazioni a base di poliuretano (PU), che possono essere rinforzate con un’ampia gamma di fibre.

L’impianto Interwet-LFI di Cannon installato presso lo stabilimento di Ecos Chocen

“L’aspetto innovativo di questa tecnologia risiede nella sua capacità d’impregnare completamente il filamento/stoppino (roving) di fibra di vetro, utilizzando una speciale concezione di coiniezione con miscelazione interna (internal co-injection mixing concept)”, ha affermato Dario Pigliafreddo, key account manager di Cannon Afros. “Un sistema per il vuoto posiziona il roving di fibra di vetro in uno speciale tritatutto posto sopra a una testa di miscelazione ad alta pressione a forma di L, appositamente modificata, brevettata e denominata Free Pouring Laminar (FPL) SR. Usando nuovamente il vuoto, le fibre di vetro (lunghe o corte) tagliate vengono risucchiate all’interno della camera di miscelazione e impregnate con la formulazione poliuretanica, in modo che vi sia una dispersione omogenea. Da qui deriva anche il nome che abbiamo dato al processo: Interwet”.

La tecnologia Interwet-LFI è stata sviluppata per produrre parti auto strutturali stampate a compressione e rinforzate con roving in fibra di vetro, in alternativa ai processi di produzione basati su mat o fibre di vetro tagliate e premiscelate con poliolo.

 

Un impianto chiavi in mano per Ecos Chocen

La testa di miscelazione FPL 30 IW per la coiniezione di poliuretano e fibre di vetro tagliate

Fondata nel 1990 e con sede in Repubblica Ceca, l’azienda a conduzione familiare Ecos Chocen ha gestito negli anni una gamma molto diversificata di processi d’ingegneria e produzione, sia per metalli che per materiali polimerici, accoppiati alla cataforesi, in preparazione alla verniciatura a polvere o con velo d’acqua (a umido) di vari componenti di veicoli commerciali, come telai e pannelli esterni di carrozzeria. La futura direzione dell’azienda è stata definita in seguito a una proficua collaborazione, nei primi Anni Duemila, per lo sviluppo e la produzione di una serie di prototipi di pannelli anteriori e posteriori per un importante produttore olandese di autobus. Ecos Chocen, che ha recentemente ottenuto l’accreditamento IATF 16949:2016, è oggi specializzata nella fabbricazione e nella produzione di componenti e d’intere unità assemblate per l’industria automobilistica, focalizzandosi in particolare sui veicoli commerciali e soprattutto su autobus e autocarri.

“Abbiamo collaborato con Cannon per raggiungere l’ambizioso obiettivo di produrre in un’unica fase complessi componenti esterni di carrozzeria, strutturali e semistrutturali, in PU rinforzato con fibre di vetro. Ciò è stato possibile utilizzando la loro esclusiva tecnologia Interwet-LFI combinata con l’in-mould coating (rivestimento in stampo) per un’eccellente estetica superficiale e per pezzi già pronti per la verniciatura”, ha dichiarato Jiri Kutlvasr, direttore esecutivo di Ecos Chocen. “Cannon ha fornito una soluzione chiavi in mano per il processo Interwet-LFI, comprese le unità di dosaggio e le teste di miscelazione, gli stampi, le presse e l’automazione robotizzata, che apportano alta qualità incrementando pure la ripetibilità e la produttività complessiva”.

 

Un futuro di successo nella mobilità elettrica

Sezione di un pannello esterno per la parte posteriore di un autobus

Le proprietà strutturali ottenibili con la tecnologia Interwet-LFI stanno attirando l’attenzione anche degli OEM che fabbricano pannelli esterni per i veicoli elettrici (EV), alla costante ricerca di processi che consentano l’alleggerimento dei componenti auto.

Nel pomeriggio di mercoledì 26 aprile, durante le sessioni “Composites Exchange” di JEC World 2023, Fabio Carminati, direttore commerciale di Cannon Tipos (società del Gruppo Cannon), ha presentato proprio una relazione incentrata sulle “Applicazioni leggere strutturali ed estetiche per i veicoli elettrici con tecnologia Interwet-LFI”.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare