Nuovo controllore di precisione Moog Industry 4.0 ready

«OEM, system integrator ed end user sono alla ricerca di soluzioni in grado di assicurare maggiore potenza di calcolo e connettività per vincere le sfide poste dall’IIoT» dichiara Fabrizio Brandi di Moog. La nuova release MC600plus dell’azienda di Presezzo (Bergamo), grazie ad hardware e software potenziati, punta non solo a vincere questa sfida, ma anche ad anticipare le necessità di un mercato in continua evoluzione.

La release, come le altre soluzioni di questa linea di componenti modulari, è in grado di dialogare con le infrastrutture preesistenti e si distingue per prestazioni, precisione, digitalizzazione, flessibilità e tempi di ciclo rapidi. È quindi ideale per numerose applicazioni industriali quali, ad esempio, presse per stampaggio a iniezione e a soffiaggio delle materie plastiche, confezionatrici, macchine utensili e per la formatura dei metalli, oltre che per il segmento testing e powergen. A conferma della sua versatilità, l’MC600plus è ideato per l’uso con tecnologia elettromeccanica, idraulica e ibrida e per essere integrato con componenti che presentano tempi di risposta estremamente rapidi, come quelli della Total Solution Moog.

Tra i plus che differenziano l’ultima versione dell’MC600 spiccano la potenza di calcolo maggiorata e la connettività della CPU principale. In dettaglio, l’introduzione di un processore quad core permette una computazione ad alta frequenza e la gestione contemporanea di processi complessi, anche in virtù del sistema operativo real-time Linux. Inoltre, grazie al protocollo OPC-UA (Open Platform Communications Unified Architecture) e Euromap 77/83, la soluzione è Industry 4.0 Ready, a favore di un trasferimento dati più semplice tra il controllore e il MES (Manufacturing Execution System).

L’MC600plus si configura altresì come la risposta alle esigenze crescenti di soluzioni compatibili con i bus di campo più diffusi, come EtherCAT, CANopen e Modbus-RTU (master fieldbus) e Profinet (slave fieldbus). La progettazione meccanica è stata appositamente studiata per rendere i componenti robusti, di dimensioni ridotte (7,5×12,6×13,5 cm) e in grado di operare anche in condizioni critiche, con temperature di esercizio tra -25°C e +70°C. Lo strumento per la programmazione di MC600plus è MASS (Moog Application Software Suite), di facile utilizzo, basato sull’ultima versione (3.x) di CoDeSys e sullo standard IEC61131-3, per lo sviluppo di programmi applicativi personalizzati. Sono infatti disponibili software creati ad hoc, come quelli per i settori del testing o della plastica (es. applicativo per injection molding) o la libreria customizzata per l’EAS (Sistema di Attuazione Elettro-Idrostatica Moog), sinonimo di riduzione dei costi di sviluppo e dei tempi di integrazione.

«La gamma di controllori MC600 è già stata scelta da 6.000 clienti in più di 20 paesi, per un totale di circa 15.000 unità nel mondo» sottolinea Brandi. «La release MC600plus incorpora dunque oltre 50 anni di esperienza Moog in qualità di consulente e partner per la progettazione e realizzazione di sistemi completi, secondo un approccio Technologically Nautral».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here