Nuova HPPA da post consumo con elevate proprietà meccaniche

Solvay ha introdotto Omnix®, una nuova famiglia di compound poliammidici ad alte prestazioni (HPPA), con un contenuto minimo di materiale riciclato del 33%, costituito per il 70% da resina PIR/PCR ottenuta attraverso il processo di riciclo proprietario Omnix ReCycle HPPA. La tecnologia contribuisce al progetto strategico One Planet del gruppo per il miglioramento continuo degli impatti ambientali e per la circolarità del suo portafoglio prodotti.

Il nuovo Omnix® ReCycle di Solvay unisce le elevate proprietà meccaniche dell’HPPA semi-aromatica vergine con una migliore fluidità, un minore assorbimento d’acqua e il migliore aspetto estetico di superficie della categoria. (Foto Solvay, PR017)

La prima HPPA a base riciclata con il 50% di rinforzo in fibra di vetro è particolarmente indicata per il mercato degli elettrodomestici, perché offre una maggiore durevolezza rispetto ai polimeri PA6 o PA66 standard. Questo aiuta i costruttori a ridurre le rotture e i resi per danneggiamento, soddisfacendo allo stesso tempo la crescente richiesta dei consumatori di avere prodotti con una vita utile più lunga e con un minore impatto ambientale. Grazie all’ottimo aspetto superficiale è possibile eliminare la verniciatura, un aspetto che si aggiunge ai suoi benefici complessivi di sostenibilità e che facilita il riciclaggio di fine vita del prodotto finito, andando a stabilire una filiera della plastica sempre più circolare.

Un altro settore di applicazione del materiale è nei componenti interni in ambito dei trasporti e automotive, per cui è richiesta resistenza all’usura e riduzione in peso.

Omnix ReCycle può essere processato mediante normali attrezzature di stampaggio a iniezione e con stampi riscaldati ad acqua. A seguito della campionatura e dell’approvazione da parte di clienti selezionati, la nuova HPPA sostenibile è disponibile commercialmente in tutto il mondo.