Mecspe inaugura la Live Academy

La digitalizzazione accelera e la domanda di competenze altamente specializzate, in fabbrica e in azienda, cresce sempre di più in Italia. E se secondo l’ultimo Osservatorio Mecspe di Senaf sul III quadrimestre 2021, il 71% delle PMI dell’industria manifatturiera italiana ha già assunto, formato o prevede di integrare nuove figure con competenze adeguate a realizzare la trasformazione 4.0, solo il 51% di esse individua il bagaglio di competenze del personale come essenziale per crescere. Un cammino ancora lungo per tutto il comparto industriale, quindi, ma con una prospettiva positiva grazie agli incentivi e ai fondi pubblici. Tra questi si evidenziano il credito d’imposta per la formazione 4.0, che attingerà direttamente dai fondi del PNRR, e il Fondo nuove competenze, strumento utilizzato, secondo l’Osservatorio, già dal 37% degli imprenditori.

Per guidare il comparto manifatturiero nell’indispensabile percorso di adeguamento alla digitalizzazione, in occasione della XX edizione di Mecspe, la fiera più importante in Italia dedicata alla manifattura e organizzata da Senaf, in calendario dal 9 all’11 giugno a BolognaFiere, sarà inaugurata per la prima volta la Mecspe Live Academy, il “cuore” della manifestazione dedicato alla formazione delle competenze per la fabbrica digitale.

Un percorso di 2.500 metri quadrati

La nuova iniziativa speciale di punta dell’edizione 2022 si svilupperà su un’area di 2.500 metri quadrati ed è realizzata con il supporto di aziende e di ben sei degli otto Competence Center nazionali istituiti dal Mise per aiutare le imprese nel loro percorso di trasformazione digitale: Artes 4.0, Bi-Rex, Cim 4.0, Made, Smact e Start4.0. Tra i diversi scopi dell’iniziativa c’è anche quello di promuovere l’interazione tra PMI e Competence Center che, secondo quanto emerso dall’Osservatorio, è ancora piuttosto limitata (9%). Durante la manifestazione, dunque, imprenditori e visitatori di tutte le età, inclusi gli studenti tra i 18 e i 24 anni, potranno conoscere da vicino queste realtà e immergersi in brevi percorsi formativi al fine di vedere dall’interno il potenziale di ogni tecnologia sul sistema produttivo della fabbrica digitale. Sarà possibile approfondire le competenze richieste per il funzionamento di questo nuovo modello di fabbrica, sia di tipo tecnico, le cosiddette digital hard skill, sia gestionale, ovvero le digital soft skill.

Dal deep learning al machine vision

L’obiettivo primario della Mecspe Live Academy è di diffondere una cultura industriale data-driven che miri a prevenire errori e malfunzionamenti, migliorare l’efficienza dei processi produttivi, ridurre gli sprechi e i rallentamenti. Nell’area dimostrativa, i Competence Center faranno toccare con mano alcuni dei progetti più innovativi sviluppati insieme alle imprese. Dall’uso della fabbrica virtuale gemella di quella reale per consentire decisioni immediate, all’utilizzo combinato di robot collaborativi e sistemi di percezione e apprendimento, fino a un approfondimento sui sistemi di deep learning, intelligenza artificiale e machine vision per esigenze legate al controllo qualità. La Mecspe Live Academy non si esaurirà in fiera, ma proseguirà nei mesi successivi alla manifestazione, con dei corsi telematici sulle stesse tematiche in collaborazione con Accademia Tecniche Nuove.

«Con la XX edizione, la fiera conferma il proprio format, da sempre orientato a un approccio concreto delle più recenti innovazioni tecnologiche in campo industriale per aiutare le imprese nella trasformazione 4.0» commenta Maruska Sabato, Project Manager di Mecspe. «Si rinnova così la preziosa collaborazione con i Competence Center, che grazie ai nuovi fondi del PNRR giocheranno un ruolo strategico per lo sviluppo dell’intero comparto. Siamo certi che la nuova area dimostrativa sarà in grado di incuriosire non solo imprenditori e professionisti già affermati, ma anche le nuove generazioni, che rivestono un ruolo fondamentale nella crescita del nostro sistema produttivo» conclude.