Marchi e brevetti: ecco un corso per imparare a valorizzarli

Durante il corso verranno illustrate le opportunità offerte dal nuovo regime di tassazione agevolata denominato “Patent box”

patent-boxIl prossimo 28 ottobre, dalle 10 alle 16, presso la sede dell’Accademia Tecniche Nuove (via Eritea 21, Milano), si terrà il corso “Lo sfruttamento dei beni immateriali dell’impresa. Identificare e valorizzare i beni. Il patent box o IP box”.

Il corso, organizzato da Tecniche Nuove, in collaborazione con la rivista “Il progettista industriale”, verterà sulla valorizzazione dei marchi, brevetti, know-how aziendale e diritti d’autore, alla luce del nuovo regime di tassazione agevolata denominato “Patent box”. Il corso è dedicato alle imprese che vogliono difendere il patrimonio tecnologico e culturale del made in Italy, ai responsabili degli uffici IP, ai responsabili aziendali del settore legale, agli addetti allo sviluppo delle strategie commerciali, agli esperti IP, agli export manager, ai liberi professionisti e ai consulenti e avvocati che si occupano di tutela IP.

L’agenda del corso prevede due sessioni: la prima, dalle ore 10 alle 13, sul Patent box; la seconda, dalle 14 alle 16, sulle implicazioni legali e di proprietà intellettuale relativi alla stampa 3D.

Per iscriversi al corso cliccare qui

Chi è il docente del corso
Docente del corso sarà Michela Maggi, avvocato e dottore di ricerca in proprietà intellettuale e membro del comitato tecnico scientifico de “Il Progettista Industriale”. La docente è una professionista che opera nell’ambito delle tecnologie e della proprietà intellettuale. È titolare e fondatrice di uno studio legale in Milano specializzato in queste materie ed è dottore di ricerca in diritto della proprietà intellettuale e della concorrenza presso l’Università di Parma. È autrice di articoli scientifici in riviste giuridiche specializzate italiane e straniere, oltre che di altre pubblicazioni. È docente in materia di protezione del design presso il Master in Business Design Tecnico di Domus Academy/NABA ed è membro del Comitato Scientifico della rivista “Il progettista industriale”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here