Khatod: la fabbrica contemporanea

Mantenere la produzione in Italia senza cedere alla tentazione di delocalizzare è una scelta di cuore, ma anche di cervello. «Non ci sono soltanto i numeri. Un’impresa è fatta anche di persone, idee e passioni», racconta a Plastix Giuseppe Vasta, General Manager di Khatod, realtà attiva nell’illuminazione LED e non solo. «Passione per la professione, ma anche per la fabbrica dove, insieme ai nostri collaboratori, lavoriamo in funzione di un futuro nel quale il servizio assumerà sempre più valore rispetto al prezzo». La passione, in Khatod, traspare da ogni singolo mattone, e non solo perché il nuovo sito di Cusano Milanino (Milano), recentemente ultimato, è stato secondo per estensione soltanto al cantiere di Expo 2015. Tra le sue mura, infatti, avvengono il concepimento e lo sviluppo completo del prodotto, delle attrezzature necessarie, nonché tutte le lavorazioni accessorie.

È la genesi anche dell’ultima nata, la gamma di lenti SIR in gomma siliconica bicomponente per i sistemi LED di tipo Chip On Board e High Brightness. Il suo sviluppo ha richiesto la personalizzazione di ogni fase del processo di trasformazione del silicone, dall’ottimizzazione del processo di miscelazione del polimero al processo di stampaggio a iniezione, fino alla costruzione delle attrezzature e della strumentazione necessaria per modellare le microstrutture, il tutto al fine di potenziare le proprietà di compensazione, ottenere tolleranze meccaniche ottimali e perfezionare le geometrie del pezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here