Innovazione orientata alla sostenibilità per l’industria automobilistica ed eolica

Condividi

Il Gruppo Cannon comprende oltre 30 aziende ed è riconosciuto come leader mondiale nelle tecnologie di lavorazione per l’industria delle materie plastiche e dei compositi. L’influenza dei compositi è predominante nel settore automobilistico e dei trasporti e anche in quello delle energie rinnovabili (in particolare delle pale eoliche).

Grazie alla profonda esperienza e alle capacità di progettazione e ingegnerizzazione di soluzioni “chiavi in mano”, Cannon soddisfa pienamente gli stringenti requisiti dell’industria automobilistica ed è in grado di fornire prodotti di alta qualità, ottimizzando al contempo i tempi di ciclo e il consumo energetico, e valorizzando la sicurezza del personale di fabbrica.

Soluzioni per le batterie dei veicoli elettrici

Le presse a corsa corta Cannon sono progettate per produrre in modo efficiente componenti in composito, come l’involucro delle batterie EV o box con le tecnologie HP-RTM, SMC e WCM

Gli OEM del settore automobilistico devono ridurre il peso totale dei veicoli mantenendo elevati livelli di sicurezza, prestazioni ed estetica. Le conoscenze e l’esperienza del gruppo nei poliuretani (PU) e nelle tecnologie di lavorazione di resine epossidiche, materiali fibrorinforzati e compositi, gli consentono di fornire soluzioni avanzate e applicazioni su misura.

L’industria automobilistica sta inoltre subendo uno “sconvolgimento” dovuto all’aumento vertiginoso dei veicoli ibridi o completamente elettrici (EV), più pesanti delle controparti a combustione termica, che utilizzano sempre più i compositi nell’ambito d’iniziative di alleggerimento delle carrozzerie e dei gruppi propulsori, per aumentarne l’autonomia.

Gli involucri in composito per le batterie dei veicoli elettrici sono un’applicazione critica, con una serie complessa di vincoli che riguardano la resistenza agli urti e al fuoco, la resistenza alla corrosione e all’ingresso di polvere o umidità e, in alcune circostanze, la resistenza alle scariche elettrostatiche. Per questo, Cannon offre impianti completamente automatizzati, che comprendono unità di dosaggio, teste di miscelazione e robot, che consentono processi di microdosaggio di polimeri termoindurenti, silicone o resina epossidica per guarnizioni e incapsulamento, in grado di garantire la protezione dei componenti elettrici ed elettronici della batteria. Inoltre, il gruppo fornisce presse, stampi e automazione per lo stampaggio dei compositi in foglie (SMC), lo stampaggio a compressione di pre-preg (PCM), lo stampaggio a trasferimento di resina ad alta pressione (HP-RTM), il processo Interwet-LFI e altre tecnologie per la produzione di contenitori, coperchi, serbatoi e coperture per batterie.

Ulteriori sviluppi includono teste di miscelazione e sistemi di dosaggio multipli ad alta precisione per filament winding, concentrandosi principalmente sulla crescente domanda di recipienti a pressione e serbatoi in composito di tipo VI per l’industria dei trasporti, dove la precisione risulta cruciale.

Lavorazione di compositi per pale rotore innovative

Nel campo delle energie rinnovabili, il Gruppo Cannon collabora con i produttori di pale eoliche Tier 1 da oltre 15 anni. Le pale delle turbine eoliche sono tipicamente prodotte utilizzando materiali compositi a base di resine termoindurenti e fibre di vetro, che rappresentano il mercato con più alti volumi per i compositi. Questi ultimi consentono di progettare pale per rotore innovative per migliorare l’efficienza delle turbine e ridurre così il costo complessivo dell’elettricità prodotta.

Per questo settore, Cannon fornisce impianti innovativi chiavi in mano per HP-RTM, wet compression molding (WCM) e iniezione di fibre lunghe (LFI), completamente equipaggiati con dosatori per resine epossidiche e adesivi, e per la pultrusione, con sistemi di degassaggio sotto vuoto. Il gruppo ha recentemente introdotto un nuovo sistema di infusione diretta per automatizzare e fornire un dosaggio accurato di volumi più elevati, accelerando l’infusione sotto vuoto (VARTM) per un processo produttivo ripetibile, affidabile e più rapido, che riduce gli scarti, abbassa drasticamente i VOC e migliora la sicurezza dell’operatore.

Una pietra miliare della sostenibilità volta a ridurre l’impatto della produzione industriale sull’ambiente è quella rappresentata da un processo pilota innovativo per dimostrare la fattibilità della lavorazione di polimeri rinforzati con fibre di carbonio (CFRP) partendo da fibre di carbonio riciclate, con proprietà meccaniche paragonabili al materiale vergine.

Innovazione e sostenibilità nel proprio DNA

Il vasto know-how e una notevole attitudine all’innovazione, dimostrata da oltre 200 brevetti, consentono a Cannon di concepire e sviluppare soluzioni efficienti su misura per soddisfare le esigenze dei trasformatori. Apportando cambiamenti volti a migliorare l’impronta ambientale, i prodotti, i processi e i servizi del gruppo generano vantaggi ambientali durevoli per i suoi clienti, creando allo stesso tempo guadagni economici.

“L’impegno per migliorare i processi produttivi e la produttività, unito all’attenzione per la salute e la sicurezza, è stato al centro della strategia del Gruppo Cannon per oltre 40 anni, da quando abbiamo eliminato i solventi di pulizia delle nostre teste di miscelazione per la lavorazione del PU, sostituendo la tecnologia di miscelazione a bassa pressione con teste autopulenti ad alta pressione. L’introduzione, nel 1979, della nostra rivoluzionaria testa di miscelazione laminare a colata libera ha trasformato il modo di produrre i poliuretani stampati, portando risparmi sui costi e soprattutto vantaggi ambientali sul posto di lavoro. È sicuramente un esempio d’innovazione per l’industria orientata alla sostenibilità”, ha dichiarato Dario Pigliafreddo, key account manager di Afros Cannon. “La sostenibilità è diventata quindi un imperativo aziendale fondamentale e Cannon investe il 5% del fatturato annuo in ricerca e sviluppo, che è il motore essenziale per prodotti innovativi, tecnologicamente avanzati e sempre più sostenibili per i nostri clienti”.


Sfoglia la rivista

  • n.5 - Giugno 2024
  • n.4 - Maggio 2024
  • n.3 - Aprile 2024


RSS Notizie da Meccanicanews


RSS Notizie da Il Progettista Industriale


Ti potrebbero interessare

osservatorio

Osservatorio MECSPE: cresce la fiducia nel manifatturiero

Secondo l’Osservatorio MECSPE del I quadrimestre 2024, l’84% degli imprenditori è soddisfatto dell’andamento della propria azienda. Cresce l’attenzione sulla sostenibilità: in aumento le aziende che