Il dibattito contro le plastiche rischia di lasciare al tappeto una vittima importante: la filiera delle materie plastiche, una parte consistente del manifatturiero italiano. Un comparto che da anni si è attivato per trovare soluzioni sostenibili, dalle plastiche “seconda vita” ai biopolimeri, sviluppando tecnologie innovative e affrontando tutte le criticità legate alla loro trasformazione.

L’argomento verrà trattato il 19 novembre 2020 nel corso del PlastixLab “Polimeri sostenibili: problemi e soluzioni tecnologiche per lo stampaggio”, che si terrà in modalità virtuale, nel completo rispetto del nuovo DPCM sulle misure di contenimento Covid-19. L’intero convegno verrà trasmesso gratuitamente – previa registrazione – attraverso una piattaforma appositamente sviluppata in grado di garantire, in tutta sicurezza, l’interazione con i protagonisti e le aziende partner che hanno reso possibile questo importante momento di aggiornamento.

Registrati all’evento

L’evento è organizzato in collaborazione con il Laboratorio Te.Si. di Rovigo, un centro di ricerca e formazione dell’Università di Padova che opera con la finalità di rafforzare la capacità di innovazione dell’industria manifatturiera, e l’associazione italiana dei Tecnici delle Materie Plastiche, che ha deciso di tenere nello stesso contesto l’usuale Congresso delle Materie Plastiche TMP.

PlastixLab: a chi è rivolto

trasformatori ed end user;
produttori e distributori di tecnologie di trasformazione delle materie plastiche;
produttori e distributori di polimeri di base, compound, masterbatch e additivi.

I Partner dell’evento:

Engel, Ewikon, KraussMaffei, PolymorePoliblend, Radici Novacips, Seta PolymersSirmax, Smart Mold

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here