Gulfstream sceglie Moog per i test aerospaziali

Gulfstream Aerospace Corporation ha scelto i controllori Moog per effettuare le prove statiche e a fatica sui business jet G500 e G600. Le soluzioni Moog comprendono un software e un controllore hardware per testare e analizzare lo stato di usura delle ali, della fusoliera e dell’impennaggio dei veivoli, oltre ai componenti come flap, equilibratori e stabilizzatori orizzontali.

Durante la prova statica, i sistemi Moog vengono utilizzati per sottoporre il velivolo al 150% del suo limite di carico, in conformità a quanto previsto dalle norme FAA, mentre nella prova a fatica viene testata la vita del progetto dell’aereo prima che entri in servizio. Grazie a questi strumenti Gulfstream, ormai da diversi anni, è in grado di simulare il ciclo di vita dei componenti mantenendo integri gli esemplari di collaudo.

Moog_Test_Controller«I nostri circuiti di controllo, unici nel loro genere, sono stati progettati per incrementare l’efficienza dei collaudi», commenta Jeff Townley, senior application engineer di Moog. «Dopo due o tre anni di prove, il campione soggetto ai test avrà registrato uno o due cicli di vita. Nel corso di alcuni anni i nostri sistemi permetteranno di simulare in laboratorio 20 anni di volo e saremo in grado di stabilire quanto sarà valido il progetto».

Gulfstream ha acquistato da Moog molti controllori per i test aerospaziali a 500 canali, che possono essere configurati in sistemi multipli per effettuare e analizzare i test di certificazione dell’aereo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here