Film in bolla a sette strati per applicazioni barriera e laminazione

Il costruttore di impianti per estrusione di film in bolla Macchi presenta a K2019 una linea a sette strati, con tavola netta di 2.700 mm, della nuova serie Pod Flex. Questa famiglia di impianti permette di rispondere alla crescente domanda del mercato di linee di estrusione altamente flessibili, capaci di estrudere sia materiali per la laminazione sia materiali per applicazioni barriera sia, infine, materiali biodegradabili.
La nuova serie Pod Flex permette di effettuare cambi lavoro estremamente rapidi e al contempo di ridurre al minimo gli scarti di produzione. Grazie all’introduzione di importanti sviluppi sia dal punto di vista tecnologico che dal punto di vista dell’automazione, la linea esposta in fiera dimostra come risulti semplice il passaggio da produzioni a elevata capacità (necessaria per film da laminazione) a produzioni di film tecnici, dove il controllo dei layer legati ai materiali barriera risulta fondamentale.

Le principali innovazioni introdotte riguardano:
• nuovo sistema gravimetrico continuo completamente automatico e integrato, capace di garantire rapidi cambi di materiali e una drastica riduzione degli scarti di produzione;
• nuovo design e mix delle viti di estrusione che permette una maggiore flessibilità nella lavorazione di differenti materiali, garantendo, allo stesso tempo, una maggiore capacità di estrusione, grazie anche all’innovativa tecnologia PVD;
• nuova testa di estrusione serie TE572, completa di trattamento in PVD, studiata specificatamente per rispondere all’esigenza di poter gestire sulla stessa linea, sia formulazioni per poliolefine che per film barriera;
• nuovo anello di raffreddamento ad alta portata, completamente automatico e integrato, in grado di garantire la perfetta ripetibilità delle ricette, riducendo al minimo i tempi di set up per i cambi di lavoro;
• doppio sistema di controllo di spessore film no-contact, capacitivo e ottico, adatto al rilevamento in tempo reale degli strati barriera;
• nuova unità di stiro serie ST426R dal design innovativo ribassato, per agevolare e rendere più sicure tutte le attività operative e di manutenzione e, al tempo stesso, consentire una più rapida risposta ai comandi di cambio produzione;
• evoluzione del sistema di avvolgimento BO Plus, completo di unità di scarico e movimentazione bobine con bielle telescopiche e un innovativo sistema di taglio. La nuova struttura rinforzata permette il perfetto avvolgimento di bobine fino a 1.200 mm di diametro.

La linea è completamente digitalizzata per garantire la pulizia dei segnali di scambio dati tra i vari componenti e ridurre a zero la possibilità di interferenze nella rete dell’impianto. Grazie alla nuova release software “Macchi 4.0” è inoltre possibile generare pacchetti completi di informazioni relative a ricette, consumi, produzioni e set point dell’impianto, integrabili nei sistemi gestionali del cliente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here