FCA premia SAPA come “Supplier of the year 2018”

Il gruppo campano SAPA, specializzato nella produzione di componentistica d’avanguardia per il settore automotive, ha annunciato oggi di aver ricevuto il premio “Supplier of the year 2018” da Fiat Chrysler Automobiles (FCA). Il riconoscimento è stato conferito nel corso dell’EMEA Annual Supplier Conference, evento annuale organizzato dalla casa automobilistica per gratificare i fornitori che più di tutti contribuiscono positivamente alle attività del Gruppo.

Le motivazioni del premio – si legge in una nota – si riferiscono alla capacità di “essere sempre stato di supporto e proattivo, ma anche alla continua ricerca delle eccellenze tecnologiche, di innovazione e dell’ottimizzazione dei costi di prodotto”.

A ritirare il premio, consegnato da Monica Genovese, Head of FCA Purchasing Emea Region, Pietro Gorlier, Chief Operating Officer (COO) EMEA region e Scott Thiele, FCA Chief Purchasing Officer, è stato Giovanni Affinita, Executive Director dell’azienda campana. «Anche se sono stato io a ritirare il premio, la verità è che chiunque incarna lo spirito SAPA era lì con me» ha commentato il manager. «Ricevere questo premio sicuramente ci motiva ancora di più a proseguire nel solco innovativo del metodo One-Shot (leggi l’approfondimento), certi che porterà sempre più un reale differenza per il nostro cliente».

Nel 2015 SAPA aveva già ricevuto da FCA il premio per il Continuous Improvement. L’onorificenza appena ricevuto testimonia la grande crescita del gruppo anche oltre i confini nazionali. Gli ultimi anni, infatti, hanno segnato una vera e propria svolta per il gruppo campano, sia a livello di espansione territoriale sia di innovazioni tecnologiche. La recente acquisizione del gruppo Selmat ha contribuito alla crescita del gruppo e all’espansione nel settore dei veicoli industriali e delle luxury cars.

Chi è SAPA

Fondato nel 1974 da Angelo Affinita, oggi SAPA gestisce 10 stabilimenti in Italia e in Europa con 140 presse a iniezione e impiega oltre 1.700 persone in Italia, Polonia e Germania. Con un fatturato di oltre 280 milioni di euro – di cui investe ogni anno il 4,5% in ricerca e sviluppo – ogni anno produce oltre 61 milioni di pezzi per autoveicoli di note case automobilistiche come Volkswagen e Ferrari. La produzione comprende pannelli di portiera, componenti plancia, cover motori e coprimozzi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here