Durethan Eco, la poliammide con fibre da vetro riciclato

Con approcci diversi, i maggiori produttori di nylon hanno intrapreso strategie di sostenibilità. Lanxess, ad esempio, ha lanciato Eco, una linea di poliammidi 6 prodotte con fibre di vetro riciclate da scarti post industriali. La quantità di materiale rigenerato in ciascun compound e l’impiego a lungo termine del flusso di rifiuti in vetro sono stati analizzati da Ecocycle con il metodo del bilancio di massa e quindi contrassegnati con il certificato Ecoloop in conformità con la norma ISO 14021. «Con questo metodo, le caratteristiche del prodotto finito sono identiche a quelle del manufatto ottenuto con materie prime non riciclate» spiega Guenter Margraf, Product Manager globale presso la Business Unit High Performance Materials (HPM) di Lanxess. «Ciò significa che uno stampatore può lavorare il compound con le stesse linee produttive utilizzate per quelli tradizionali, godendo dei benefici di sostenibilità di un prodotto certificato».

I gradi più recenti realizzati seguendo questa strategia sono Durethan ECOBKV30H2.0, ECOBKV35H2.0 e ECOBKV60XF rinforzati con fibre di vetro, rispettivamente, al 30%, 35% e 60%. «L’obiettivo primario di HPM per i tre compound è l’industria automobilistica» continua Margraf. «In particolare, Durethan ECOBKV60XF offre ottima resistenza e rigidità, caratteristiche che lo rendono adatto per la produzione di componenti strutturali come supporti frontali, staffe dei cuscinetti di pedaliere e montanti A, B e C, nonché vani batteria leggeri per veicoli elettrici».

L’intenzione del gruppo è di aumentare gradualmente le tipologie di prodotti Eco certificati in conformità con il metodo di bilancio di massa. Ad esempio, è previsto il lancio di una nuova poliammide 6 con un contenuto di fibra di vetro del 30% e un impatto ambientale ridotto. Il caprolattame necessario per produrla si basa su una selezione di materie prime petrolchimiche in linea con questo approccio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here