Dario Previero è il nuovo presidente Amaplast

Si è tenuta ieri presso Villa Erba a Cernobbio, assemblea annuale Amaplast – l’associazione nazionale di categoria, aderente a Confindustria, che raggruppa oltre 160 costruttori di macchine, attrezzature e stampi per materie plastiche e gomma.
Nell’occasione, sono state rinnovate le cariche direttive. Il nuovo presidente è Dario Previero di Previero, azienda specializzata nella costruzione di impianti per il riciclo, mentre i due neo vicepresidenti sono Gabriele Caccia di Syncro (costruttore di apparecchiature per il dosaggio e di sistemi di controllo) e Massimo Margaglione di Gefit (costruttore di stampi a iniezione).

«Le sfide che attendono me e tutti noi per il futuro sono importanti, ma soprattutto impegnative» ha dichiarato il neo presidente. «Il punto critico, ma anche la grande opportunità che, a mio parere, ci si presenta è quello legato all’economica circolare».

Sono convinto che sia indispensabile far comprendere all’industria trasformatrice e più in generale a tutta la filiera, ma soprattutto a chi non opera nel nostro comparto, come le tecnologie giochino un ruolo fondamentale nell’utilizzo sostenibile delle materie plasticheDario Previero, presidente Amaplast

 

Plastica e gomma: le sfide del futuro

A seguire, si è tenuta la parte pubblica dell’evento, con una tavola rotonda dal titolo “Macchine per plastica e gomma: le sfide del futuro”, con interventi di Marco Fortis, vice presidente della Fondazione Edison, Federico Visconti, rettore LIUC, Antonello Ciotti, presidente COREPLA, Giuseppe Scicchitano, Packaging Manager Henkel.

Marco Fortis ha descritto il quadro macroeconomico a livello globale, con un focus sugli effetti sul commercio mondiale e sul comparto delle macchine per plastica e gomma delle tensioni commerciali fra Stati Uniti e Cina, di quelle politiche con Iran e Russia, del rallentamento dell’economia cinese e di altre dinamiche che coinvolgono importanti player mondiali.
Il Rettore Visconti ha invece approfondito alcuni temi legati alla struttura delle aziende costruttrici e di come tali caratteristiche possano influenzare le loro performance, soprattutto a livello economico e finanziario; inoltre, ha esaminato la capacità di innovazione attraverso un’analisi dell’attività brevettuale delle imprese del comparto.
Il presidente di Corepla Antonello Ciotti ha invece illustrato e commentato i dati 2018 relativi al riciclo di materie plastiche post-consumo, che ha segnato un +9,7% sul 2017, superando un volume di 643.000 tonnellate. La discussione è stata poi estesa in prospettiva alla tematica della direttiva SUP (Single Use Plastics), anche in ottica di economia circolare e di impiego delle bioplastiche. Temi, questi, ripresi con un punto di vista aziendale da Giuseppe Scicchitano, Packaging Manager Henkel, che ha approfondito la visione sulla sostenibilità degli imballaggi in plastica e sull’impiego di materiali riciclati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here